Registrazione Istantanea Opzionale
Salta
4
8
36

180

12 June 2019

Giustina, Giustì, maronna mia, agge sentit’!? Agge sentit’ ca successo? Maronna mia bella, famme assittà ca me sent’ male, Giustina mia… Antonio vamme a pija nu bicchiere d’acqua…bella fresca Antò… Maronna, agge sentit’!? Nun ce posso credè… La 180, la 180, l’ hanno levata la… 180, la legge su [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • ducapaso: (non avevo lasciato una opinione)
    la versione del 2012 aggiunge qualche [...]

  • U1004: Non sapevo esistesse una Molazzana in prov di Lucca. Per quanto uno inventi [...]

2
3
20

Ancora

04 May 2019

‘A primma sera che t’aggio ‘ncuntrato ‘o mese ‘e giugno sott’’e porticate Io t’aggio offerto primma nu gelato Po na granita e quatte limonate. Ma doppo poco me diciste; “ancora” Po’ jettemo a passeggio ‘a Floridiana Ce steva ‘a carrettella de nucelle Tu m’astrigniste accussì forte a mana Che t’accattaie [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Lo Scrittore: sì in effetti le poesie napoletane sono un po' datate, questa fa [...]

  • Francesca: Mi hai fatto ricordare mio nonno (napoletano). Grazie!

4
7
19

L'orto der prete

27 February 2019

Certo che da regazzini de cazzate n’amo fatte ‘n botto, all’epoca, parlo de li primi anni 60, vivevamo de pane e cazzate, nun c’era giorno che nun ne combinavamo una e guasi sempre je la sfangavamo. Dico guasi sempre perché quarche vorta ce semo annati pe’ le piste. Come quaa vorta che annamio [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Finalmente trovo il tempo per leggere questo racconto che settimane fa purtroppo [...]

  • aquilotto50: Grazie Giuseppe, è vero,eravamo ragazzini un po' monelli ma felici, [...]

6
12
36

l'arte de metar su el gat (l'arte di cucinare il gatto)

questa è una tradizione tipica della provincia di Vicenza

25 February 2019

Noaltri visentini semo magnagati per definizione, anche non trovarè uno che gabia magnà el gato gnanca a pagarlo. Se ve vien voja de gato adoceghene uno che sia belo grasso e che la parona sia una che ve sta sui maroni. Aspetè la prima nevegada e na matina de bonora metì la sciopa in spala e andè [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Puccia: Rievocato brutti ricordi quando, da bambina, vedevo qualche uomo che batteva [...]

  • flavia: GRAZIE quanto alla vicina.e troppo indigesta direi tossica ma ha un suo perché [...]

6
10
25

Il pittore di buongusto

Filastrocca in dialetto vicentino per la serie di dialetti chiesta da Walter Festuccia

12 February 2019

El pitore dde bon gusto el ga dipinto na dona a penelo sa vidissi che viso che belo vera dona che fa inamorar. Sulla testa la porta la tegna, tanto alta, la cara Giulieta, come quela che ga la panà. La se sversa da tuti du i oc i la se sorda ma dano fa caso sete gnochi la ga intorno al naso sa [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

10
10
36

Lettera a un amico

Quello che volevo dirti e non ti ho detto... finora

08 February 2019

Amici lettori di letturedametropolitana, questa che leggerete è una lettera, un manoscritto scritto a mano, un messaggio che non c'è mai stato, una telefonata che non ho mai fatto, un incontro davanti a un caffè che non si è mai bevuto. Era quello che avrei voluto fare, un colloquio con un caro [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Puccia: Bellissimo, stupendo, mi piaci un sacco!!!

  • Surya: Hai ragione Walter, l'importante è credere in quello che facciamo!
    Sei [...]

7
10
31

L'eroe

ma in pochi lo sapevano

08 January 2019

Chi è l'eroe? quello che s'aricordamo da regazzini, quello che avemo letto sui libri dè scòla annà dà solo n'mezzo a la battàja n'contro alla morte, quello della mitologia, quello che pè la patria compie appunto n'gesto estremo de eroismo, quello che dice ar nemico, daje lo pjo io er posto dè l'ostaggi, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Surya: Bravo Walter! Bellissimo tema e io la penso come te; voglio essere ottimista [...]

  • Roberta21: Bello Walter,bravo ☺☺

2
3
29

POVERI MA BELLI

Ovvero, dialogo anni ’60 fra due sfigati romani ai tavolini di un bar gelateria di Piazza Navona

14 December 2018

- Ahò! E svejate core!! Che' stai a ffà tutto er giorno ar sole a magnà gelati!!! - Anvedi er Fuffas!!! - Ahò, che ffai? - No’ vedi, pijo er sole, no? E me magno pure er gelato a' Tre scalini, a' faccia loro... - Ma cccambia bare, vattene de fronte e te guardi er Bernini e er Borromini! - Ma che [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Enrico Costa: C'erano romani che a RC volevano portare cultura specifica, e romani che [...]

  • Puccia: Bello, poi il dialetto romanesco mi acchiappa sempre anche se sono milanese.

11
11
47

Io c'ero

18 November 2018

Ero er pischello che correva pe’ Viale del Re a Trastevere pe’ annà a scòla ai Carissimi, pronto per saltare dall’artra parte della barricata e diventà ateo. Ero un pischello, c’avevo ‘na decina d’anni, crescevo, ancora nun ce capivo gnente della vita, era tutto bello, c’avevamo la prima televisione [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Bibbi: bello Dario ci ritroviamo un po tutti in questo racconto

  • Surya: Bravissimo Dario, tu sei sempre il TOP qualsiasi cosa tu scriva!

10
14
37

'O sai 'a livella che è?

Chi ha paura di Halloween? Libera interpretazione e traduzione in dialetto Romanesco in omaggio a Totò

09 October 2018

Er due dè Novembre de ogni anno cè' ll'usanza, dè annà ar cimitero pè r'giorno dè li morti. Ognuno deve fà stà bòna azione, ognuno deve portà ner còre stò penziero. Tutti l'anni, in questo giorno dè stà triste e malinconica ricorrenza, puntuarmènte cè vado pure io e cò li fiori addobbo la tomba [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

Torna su