Lo Straniero senza Nome, per gli amici (e per i lettori) Lo Straniero, giunse a El Fica, una tranquilla cittadina del Colorado. 

L’uomo, affamato come non mai, entrò in un McLeone’s e, senza prestare particolare interesse al menù si fece preparare il Panozzo di Terence Hill un pagnottone farcito di carne di cavallo e fagioli con salsa di pomodoro. Lo divorò avidamente, per di più bevendo un lattina di gazzosa al cactus.

Uscì dal locale indeciso se dirigersi in un'armeria ad acquistare una scatola di munizioni per la Colt oppure cercare una locanda per riposarsi, dopo cinque estenuanti giorni a girovagare per monti e per dune a pigliare il cocentissimo sole tranne dove lì non batteva.

Dato che bocca e gola sembravano asciutti come il deserto per via dell’arsura,non ritenne urgente nessuna delle due opzioni, e preferì andare a bere qualcosa di fresco e di dissetante da qualche parte. 

Il paese appariva disseminato di saloon, tant'è vero che il cowboy ne scelse uno a caso ovvero il Salo'on e le 120 giornate di Sodoma, titolato così in merito a Sodoma, il nome della proprietaria che gestiva il pubblico esercizio per 120 giorni all'anno. 

Lo Straniero stava quasi per entrare nel locale quando la sua attenzione e quella di un nugolo di astanti venne catturata da uno sceriffo sbragato decisamente grosso, grasso e frescone e da un individuo guercio dallo sguardo malupino, dagli indumenti sporchi nonché lacerati. Entrambi, collocati nella corsia delle carovane a pochi metri di distanza l'uno dall'altro, assunsero una posa da duello oltre a ciò fuckoffandosi a Vicenza. (espressione italoyankee che indica: Prima ti insulto e poi vediamo!)

Lo Straniero pensò che una bella Yucca con ghiaccio poteva aspettare, dal momento che non si sarebbe perso la sfida nemmeno per tutto l'oro del Klondike, pur stupendosi di quell'insufficiente distanziato.

Nel frattempo, i due duellanti si studiarono, accarezzando l'impugnatura delle rispettive pistole.

«Questa città è troppo piccola per tutti e due!» espose il guercio.

«Hai ragione! Preparati ad essere sconfitto!» esclamò lo sceriffaccio.

I due contendenti si guardarono con intensità, immobili come due rocce del Gran Canyon.

«Perché nessuno chiama il becchino?» chiese Lo Straniero a uno dei curiosi seduto sopra una cassa di legno.

«Non ce n'è bisogno.» gli spiegò il tizio, un mezzo indiano d'America e mezzo indiano dell'India. «Si affrontano a chi viene per primo da ridere. Chi ride perde. Si stanno giocando la stella e il posto di sceriffo.»

Passarono circa dieci minuti. 

Il grassone scoppiò a ridere. Vinse il guercio, grazie a una serie di provvidenziali inarchi delle sopracciglia, un’azione talmente semplice e al contempo talmente buffa da sollecitare il riso persino ai presenti, al contrario dello Straniero, tutto paonazzo a causa del Panozzo, procurandogli quindi un terribile mal di pancia, dalla conseguente rumorosa scoreggia impossibile da trattenere.  Il guercio non ci vedeva bene; tuttavia ci sentiva benissimo, credeva che quel vaccaro venuto (o scappato) da chissà dove, voleva scorrettamente fregargli la stella con uno o più confetti di piombo. E il neo sceriffo, estraendo velocemente la Colt dalla fondina rispose allo “sparo.” 

Lo strabismo dello sbrindellato zozzone impedì di centrale lo Straniero ma bensì l'insegna del saloon che cascò in testa a quest'ultimo.

E fu così che lo Straniero senza Nome divenne lo Stranito senza Nome.

Tutti i racconti

0
0
0

racconto contadino - 2/2

La Valsesia scritta

17 September 2021

Il cortile, con i pollai e le conigliere, restava quindi protetto da ogni possibile cattiva sorpresa. All'imbrunire, le donne sedevano su una panca d'abete: sferruzzavano e discutevano animatamente del raccolto dei campi o del prossimo parto di una vacca. Gli uomini delle fabbriche vicine si dedicavano [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

0
0
0

Aforisma

Introspezione

17 September 2021

Ti accarezzano il viso sorridendoti dicendo che sei una delle più belle persone che conoscono in vita loro, ma non esitano a pugnalarti in faccia alla prima occasione!

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
0

Oscure intenzioni.

10

17 September 2021

Lui alla fine si era laureato in giurisprudenza, dopo esser stato fuori corso soltanto per qualche anno, ed all’età di trent’anni suonati, aveva comunque iniziato già a lavorare, almeno per alcune ore al giorno, in quel prestigioso studio del suo anziano padre, avvocato come [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
0
5

Racconto contadino - 1/2

La Valsesia scritta

16 September 2021

Zaccaria se ne stava seduto come un patriarca sopra un sasso tondo. D'intorno, oltre il ruscello, un breve pianoro coperto di erba e di mirtilli, di arnica montana e anche di talune erbe medicinali abbastanza rare come la morella. Nei pressi della sorgente, moltissime betulle e alti faggi abbarbicati [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

1
1
6

Tutto cambia

16 September 2021

Non ho mai avuto paura della morte Fino a ora Perché non perderei la mia vita perderei te Maurizio Gimigliano © Copyright 2021

Tempo di lettura: 30 secondi

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

0
0
2

11 Settembre 2001

Istantanee

16 September 2021

L'inizio del Secolo nel segno del più cupo terrore. L'11 settembre 2001 è morto l'ideale coltivato per cultura e storia caratterizzato da opulenta tranquillità. La corrosione è ancora in atto dopo l'assalto aereo di fiamme alle Torri Gemelle del World Trader Center a Nuova York. Il giorno dell'anniversario [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
7

LE JANARE - 2/2

15 September 2021

«Che storia incredibile!», esclamai. «Vi do un consiglio, signor Antonio: mettete del sale all’ingresso della stalla e anche davanti alle porte di casa vostra, così le janare non potranno entrare», disse la signora Parini, con l’affetto di una buona vicina di casa. Seguii il suo consiglio e misi [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

0
0
7

LE JANARE - 1/2

14 September 2021

Era una notte d’ottobre cupa e silenziosa e la foschia che c’era per le strade e tra gli alberi ne raddoppiava la cupezza. Nel cielo non c’erano stelle, ma solo una pallida luna, mezza immersa in un mare di cirri lunghi e sottili. Mi svegliai nel cuore della notte, mi era sembrato di sentire qualcuno [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
1
10

Incancellabile

14 September 2021

Neanche il cuore sapeva mentre incredulo continuava a tremare Danzava in un suono segreto lapidato dalle lunghe attese Indecifrabile lei ferma sul bordo del letto osservava il risultato di un semplice sguardo Troppo uguali si erano trovati nello spazio di un sogno in cui continuavano a raccontarsi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
10

Opinioni diverse.

9

13 September 2021

Certi pomeriggi li trascorro quasi interamente dentro la mia stanza, uscendo da qui soltanto quando ormai è ora di cena, al momento in cui mi corre l’obbligo, così come desidera rigorosamente mio padre, di indossare le scarpe ed un abito adeguato prima di presentarmi in sala da pranzo [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Adribel: Un testo che mi sembrava pesante ma che ho letto fino ala fine apprezzandone [...]

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

3
9
18

In quel momento

13 September 2021

E' in quel momento che si alzò quel colpo di vento Né un attimo prima né un attimo dopo Come un bimbo birichino che solleva la gonna della propria madre, così la sollevò a me La cercai di trattenere giù il più possibile Era a fiori molto piccoli e color lilla Mi girai intorno nella speranza che [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patapump: grazie di nuovo a tutti :). mo' me magno la seppiolina :)

  • Vicky: Bella e molto delicata.. Mi è piaciuta 👏

2
3
10

Se ci innamoriamo

Block notes

12 September 2021

Questi momenti sono e saranno nostri per sempre. Amiamoci. Tienimi stretta la mano. Uniamo con un forte abbraccio il nostro corpo con il nostro spirito. Namasté. Ansimando avvinghiati sotto le lenzuola, in una calda serata estiva pulsano forte anche i nostri cuori. Fluidi e baci. Questo è quanto, [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su