4
3
15

U' cuntastorie - 2/2

Il cantastorie

12 July 2019

Un cavalletto di legno chiaro, una chitarra senza due corde, un panciotto nero, una coppola nera, una fisarmonica con alcuni tasti non funzionanti e altri vari ammennicoli. La delusione era sul volto di tutti i figli e questo non fece altro che accrescere la determinazione di papà di intraprendere [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Ricky, come cantastorie in versione letteratura direi che... sei molto [...]

  • Puccia: Bel racconto, uno spaccato di vita di altri tempi ben raccontato che riempie [...]

5
7
27

Tre giorni senza Feyette

12 July 2019

Stanotte con questa luna a metà cammino tra i confini di un “potrei” che non varco, per non cadere ancora in ciò che sono stata e ora non sono, ed è un attimo scivolare nel perduto, per questo ti capisco amore mio. Ma ciò che di me fa chi sono non transige e torna a casa con la vita che sgorga [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

6
9
23

Questione di punteggiatura

11 July 2019

…e poi ho continuato, ancora e all'infinito a mettermi tra parentesi ed ora che l'inchiostro si mescola e si confonde uscire vorrei da queste ma ormai sono profonde. troppi i puntini di sospensione, così tanti da perdercisi in mezzo e forse anche le virgole, nel vano tentativo di legare pezzi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

5
4
18

U' cuntastorie - 1/2

Il cantastorie

11 July 2019

Il rumore delle cicale era assordante. Immersi nella campagna di Noto, tra vecchi casolari di campagna abbandonati e distese infinite di campi di granoturco, il cui giallo faceva sembrava tutto più luminoso, noi ragazzi eravamo appollaiati su un vecchio muretto a secco, quasi confusi con la natura. [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Ricky, bello e interessante questo racconto, stavolta punti su [...]

  • Patapump: Ciao ragazze/i. Lieto piaccia. Pur non essendo siciliano ma di nascita campano. [...]

3
1
10

Rughe

10 July 2019

Remoti rimbombi di rumba irrompono tra rami di rovo su rade radure riarse riflesse dai raggi di rame di ruvide rocce roventi Ricordo ritmato di rime riporta ad antichi rancori Rosa rossa di rugiada ruba il tempo a nuove rughe

Tempo di lettura: 30 secondi

4
3
36

L.O.C. - MILANO ANDATA E RITORNO

10 July 2019

Col tempo iniziai a conoscere persone, colleghi principalmente (e chiaramente) non essendo mai stato in quella città. Così si organizzano cene in gruppo, come quelle alla Trattoria della Mamma, nei pressi del Duomo: prezzo unico 2500 lire e potevi mangiare a volontà. Si parlava del lavoro, di Milano, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Francesca: Ciao Adalberto.. domanda personale.. quanti anni hai?

  • Adalberto: Carissima, come avrai letto (spero) nel primo racconto della serie MILANO ANDATA [...]

7
11
25

Zombie

09 July 2019

Ormai l'umanità è spacciata. L'esercito e i civili via via si "uniscono" alla loro parte, migliaia e migliaia di orde di famelici zombie appaiono inarrestabili, le armi e le trappole riescono a malapena a contenerli. Stranamente risultano veloci e per di più imprevedibili. «Morto un morto se ne [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
2
18

Illusione

09 July 2019

Un illusione ti riempie il cuore mentre due occhi accarezzano i tuoi. Ed anche se sai che dovrai svegliarti ti piace immaginare spruzzi di mare su corpi abbracciati al suono della luna. Carezze di fuoco e danze sui fiori. È bello sognare illudersi che tutto sarà vero. Anche perché capita a volte [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

7
10
25

Arrivederci, piccole mani

08 July 2019

Arrivederci, piccole mani Occhi furbetti, Purezza dei cuori. Con me porto via I gioiosi ricordi Dei giorni vissuti Nei dolci girotondi. Arrivederci folletti incantati Agli scherzi e alle risate, Ai momenti rubati Sapevo per certo Già quando vi ho incontrato Che un pezzo del cuore Mi areste rubato. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

6
8
26

ma chi me l'ha fatto fare a me che amo il silenzio

di scegliere te, scimmietta urlante prepotente e dispettosa

08 July 2019

Mi piace il silenzio, non me lo chiedi ma voglio dirtelo. Tu sei là che dormi e ti sento respirare da qui, il movimento del torace, le narici che si aprono, l'aria che ti attraversa e che vorrei fare mia, respirarti e poi sentirti dentro, aprirmi il cuore e ficcartici dentro, che non ne esci più. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Carica altro...