Amici lettori di letturedametropolitana eccomi ritornato per un nuovo giallo.

Per chi si fosse perso le precedenti puntate, tutto questo è improvvisazione, sperimentazione, una sperimentazione che consiste nel mettersi davanti alla tastiera e iniziare a scrivere senza sapere che cosa scrivere. La mia testa in questo momento  è vuota, unica cosa certa è che quanto leggerete è dedicato a Flavia, di più non sò...ah! Dimenticavo, altra cosa certa è che sarà un giallo e che tenterò di farvi ridere, ci riuscirò? Boh?...diciamo che ho 1 minuto, forse 3 minuti per farlo, non di più perchè dopo vado a prendermi un gelato...ok, lettori, questo è un giallo dove ci sarà mistero, morti ammazzati e qualcos'altro, volete del sesso? ci proverò...era un pò di tempo che in città volavano dei droni, prima sporadicamente poi sempre più numerosi.Inizialmente in pochi ci facevano caso, la gente è troppa presa da altre questioni, per esempio stare con lo sguardo appiccicato al cel, farsi self, rompere i marron, al semaforo rosso non partir, insomma la gente non guarda più lassù nel ciel, che volete farci? Sono tempi moderni ma stà di fatto che il cielo blu nessuno guarda più e pertanto che i droni volavano anche a bassa quota nessuno se ne accorse, o meglio se ne accorsero per prime alcune ragazze perchè pare che di alcune di loro apparserò le natiche nude e altre nudità sui social, immagini apparse chi sà come senza un perchè e che alla fine cominciarono a porsi svariati punti interrogativi. C'è da dire che nessuna di loro se ne preoccupò troppo, anzi protestarono perchè le immagini non erano loquaci ma pappaci e così sempre sui social comniciarono diatribe e commenti sagaci, anzi no, volevo dire salati, ma che minchia dico...saporiti...aspettate che guardo il tempo di lettura...(fin quì, 1 minuto)....pensate che molte ragazze, belle e brutte cominciarono a telefonare alle redazioni dei telegiornali per protestare mentre in prefettura si aprì un tavolo di indagini a tappetto (non mettetemi in discussione, avete letto bene, ho scritto di proposito "tappetto"...perchè?..perchè mi piaceva..)..forza, lasciatemi scrivere che se mi fermo mi intoppo...finalmente ne parlò la tv ma solo nell'edizione della notte, intanto dei droni che volavano che si impicciavano dei casi altrui e misteriosamente sparivano, nessuna recriminazione. Ma dal momento che ormai la cosa era sulla bocca di tutti, Il capo della polizia, incaricò una polizziotta bonazza di fare da esca, doveva mettersi in balcone con le boccie in bella mostra, mostrarsi con una telecamera nascosta nelle mutande e beccare i malfattori volanti.

Voi non la potete vedere, la vedo solo io, eccola sotto mentite spogliata la funzionaria Samantha (chiaramente è un nome di scena)..è sdraiata con le puppe al vento, eccola che si alza, si spiccia i capelli, indossa occhiali da sole di traverso famosi per l'ottica sbilenca, fà un certo effetto è impossibile non notarla ma come vi dicevo dal basso nessuno la nota, stiamo tutti aspettando un drone guardone che infatti arriva, tiene perfino il rumore delle eliche silenziato e con una veronica si poggia davanti alla tettona che fulminea con un tic sulle mutande aziona a sua volta la telecamera per beccarlo in fraganza di reato..mi stà sorgendo un dubbio, la telecamera l'ho messa proprio lì, ma se Samantha fosse pelosa tipo Lucio Dalla la ripresa sarà offuscata, minchia non ci avevo pensato prima  ma ormai è così che ho scritto, infatti il drone dopo qualche minuto di ripresa ripartì per destinazione ignota, per fortuna il capo della polizia, dal momento che è tutta fantasia, non se la può prendere con me, perchè in effetti la ripresa da sotto le mutande di Samantha venne offuscata, Madonna che pelo, del drone manco un fico!.....adesso scusatemi devo lasciarvi, in fondo è un giallo e se vi dico tutto vi rovino il finale che tra l'altro neanche conosco, ci rivediamo fra qualche giorno per la prossima puntata, non vi spazientite, ve lo giuro sarà ancora improvvisata. Vado a prendermi un gelato, ciao a tutti....

 

0
0
2

Di neve e di sole

18 November 2019

... e mentre sopra uno spoglio ramo si posa un corvo nel crepuscolo d'autunno la prima neve rabbrividisce i prati e piega piano foglie e fili d'erba e nel silenzio che penetra le rocce il sole sorge dietro la montagna a rischiarare la sfrenata corsa di cavalli bianchi sulla rena ... mentre [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

11
16
76

Il bidone di plastica

Il negozio di casalinghi

18 November 2019

Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo (cit. di Bud Spencer in "Chi trova un amico trova un tesoro") Nel periodo in cui lavoravo nel negozio dei casalinghi della famiglia Palazzo, una delle “leggi” [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

1
3
9

Mani

non pulite ma oneste... l'ultimo baluardo dei "tempi moderni"

17 November 2019

Anche se sembrano appartenere al passato, le immagini di mani sporche di lavoro non dovremmo dimenticarle mai. Stampiamole per bene nel nostro cuore e nella nostra mente quelle mani, mani sporche di grasso, sporche di terra, di vernice, sporche di fuliggine, di ruggine, di colla. Manualità scomparsa, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Giuseppe, ci tenevo molto alla tua disamina per i motivi che ti avevo anticipato, [...]

  • Giuseppe Scilipoti: "Tempi moderni", mi è sfuggito... dalla mani. Mi scusasse [...]

1
1
9

La pallina

17 November 2019

Birichina. Colorata. Salta qua, salta là La si cerca di afferrare. Lei non ne vuole sapere. Mamma perché fa così? Piccola mia, lasciala andare. Lei senza poter saltare non avrebbe senso di esistere. Ma io la voglio per me. Ma lei è già tua. Vedi vuole giocare con te. Corrile dietro. Accompagnala [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
8

LA PAROLA

16 November 2019

L’urlo, il riso, il pianto e il lamento parlavano al cuore degli uomini. La parola inascoltata vagava libera nell’universo infinito e mai nessuno poté udire la sua voce. Poi un giorno un essere, storpio e ribelle, tese una rete a fitte maglie fra il nulla e tutte le cose, imprigionandola per sempre. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

10
9
40

Lo steccato

16 November 2019

Nell'aldilà, il Paradiso e l'Inferno sono due proprietà private separate da una chilometrica staccionata e in ambedue i lati c'è la presenza di una moltitudine di cartelli con su scritto: "Adeguate recinzioni fanno buoni e non dannati vicini." Dio e Satana, nonostante appartengono a due regni [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Scilipò, non ho una grande memoria e non ho la tua stessa capacità [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Patapump: lieto che sei passato a leggere e commentare questo racconto. Ti [...]

2
1
9

Il caciucco

15 November 2019

La pulsione semantico ormonale ingravescente che genera l'irrancidimento precoce della polpa della pera passacrassana negli scaffali dei discount di provincia, si approccia a un procedimento anticrittogamico risolutorio, contestualizzato alla crasi policistico insurrezionale tetragona a ogni intervento [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
2
7

UN NOTTURNO SVOGLIATO

15 November 2019

La notte in cui vide dove terminava la città comprese anche che qualcosa poteva avere inizio. Davanti a se si rivelò, come dietro un sipario ignoto, la combustione della nicotina tra le sue dita incastrarsi perfettamente con un notturno volgare e gelido firmamento: pieno di bagliori e spasmi scoppiettanti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Un notturno svogliato ma dannatamente poetico e amaramente introspettivo. Mi [...]

  • U1004: Gratta gratta sotto la superficie c'è sempre un po' di eaistenzialismo.
    Avrebbe [...]

3
2
13

Tum!

14 November 2019

Tum! Il suono rimbomba ossessivamente nelle orecchie, per non parlare del dolore lancinante che mi sta letteralmente consumando il cranio. Faccio fatica a rimanere cosciente. A un certo punto avverto dei lampeggianti. Li vedo e non li vedo. Mi è impossibile trovare una definizione. A malapena [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: Grande Scilipoti in versione giallo drammatico enigmatico incidente stradale [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Walter, hai visto oggi dove sono andato a "sbattere?" :-) Un [...]

2
1
11

Note

13 November 2019

Sono solo stasera Mi accompagna solo la tromba di Baker Il whisky con ghiaccio mi rilassa Magia delle note La voce della cantante è cosi profonda Si viene subito proiettati in locali come il Blue Note Il pianista attacca il brano Le spazzole del percussionista accarezzano i tamburi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
15

Facce sorridenti

Una storia vera a Colorado Winter

13 November 2019

Tutto succede meglio di notte, quando il silenzio cala, le auto non sibilano e brillano le stelle. Arthur scriveva di notte perchè gli piaceva ascoltare Nina Simone che cantava solo per lui, posava ogni tanto la penna e la ascoltava sorridendo, tanto non perdeva la concentrazione per scrivere quella [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

1
0
9

Palingenesi

12 November 2019

La palingenesi demoplutocratica della progressione diaframmatica utilitaristica, si estrapola da un contesto musical-postsessantottino sfociante in una semplificazione anagrammatico sillogistica, assimilabile inequivocabilmente alla stesura cantautorale del "trottolino amoroso" di sanremiana memoria. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su