Uno dei difetti principali di Claudia, la mia ex ragazza palermitana era la sua insana gelosia che molto spesso ci portava a scontrarci, infatti a tal proposito la ritenevo urtante all'ennesima potenza, specie in alcuni casi.

Avendo un carattere placido e pacifico non dico che a mia volta non fossi geloso ma cercavo comunque di contenermi del resto non sono tipo di immotivate sceneggiate napoletane.

Ad ogni modo questa sua malattia contribuì a separarci dopo aver convissuto con lei a Palermo per circa un anno, e gli ultimi 6 mesi furono senz'altro quelli più pesanti.

In quel periodo Claudia si fissò con Floriana, una sua collega in quanto mi accusava di una sospetta infatuazione e per giunta ricambiata da quest'ultima.

Succedeva che, quando andavo a prendere la mia ex morosa al lavoro, non voleva assolutamente che parcheggiassi dinnanzi al "Moda Top" il negozio di abbigliamento in cui lavorava per evitare di essere localizzato da Floriana, infatti spesso e volentieri veniva a salutarmi nonché a scambiare piacevolmente quattro chiacchiere con me poiché usciva mezz'ora prima di Claudia.

Col tempo cominciai a pensare di come effettivamente a questa sua collega le suscitavo molto più che una semplice simpatia, certi gesti o espressioni non lasciavano spazio ai dubbi benché non le mancasse un fidanzato, un certo Ernesto detto Ernestino.

La collega incriminata esteticamente non era male: capelli ondulati e occhi castani, un po' sovrappeso, circa il metro e 65 e caratterialmente bonacciona o comunque mansueta, a differenza di Claudia sicuramente più chiassosa ed estroversa oltre che di aspetto fisico completamente diverso.

Tra l'altro Floriana non sorrideva quasi mai, con me invece praticamente sempre, ragion per cui a distanza di tempo il famoso due + due risultò chiaro come il sole.

Nonostante ciò avvennero alcune uscite in quattro, generalmente ci si andava in dei pub a mangiare, e mentre eravamo seduti in qualche tavolino sia prima che dopo aver cenato si creava immancabilmente uno strano gioco di sguardi.

Io osservavo Claudia, la mia ex scrutava Floriana per notare se lei guardasse me, quest'ultima mi fissava strategicamente mordendosi più volte le labbra, Ernesto invece contemplava Floriana, e il quarto incomodo non lo guardava nessuno.

Mi capitò più di una volta di assistere ad alcune sfuriate tra le due rivali senza però mai mettermi in mezzo, e siccome entrambe tendevano ad apparire piuttosto buffe non nascondo che scoppiare a ridere mi veniva naturale.

Persino le altre colleghe del negozio si divertivano davanti a quei siparietti, tanto che un giorno Santina, la più pettegola dello staff, dopo che ero sceso dalla macchina per venire incontro alla mia ex, cominciò a stuzzicare maliziosamente facendo ridere le presenti con una frase, tranne le innominate.

«Ragazze, c'è il messinese, solo che da mesi non sto più capendo con chi è fidanzato questo ragazzo!»

Il problema si aggravò quando Claudia formulò via via, giorno dopo giorno, pesanti accuse nei miei confronti sostenendo che alimentavo la fiamma interiore di Floriana e che durante le mansioni, quest'ultima parlava spesso è volentieri in maniera entusiasta ed appassionata del sottoscritto sia alle colleghe e a sia a delle abituali clienti.

Cercavo di assicurare che tra me e l'infatuata non ci sarebbe stato mai nulla con risultati ovviamente inutili, ragion per cui, Claudia vedeva Floriana come una puttana e in me come un aspirante fedifrago.

«Amore, solo perché le sorrido o le parlo con gentilezza ed educazione, non puoi pensare male di me, mettiamo fosse vero ciò che esponi, sappi che non è colpa mia, francamente non so che farci, tranquilla prima o poi si stancherà!» dissi pazientemente alla mia ex al termine di un turno lavorativo pomeridiano dopo l'ennesima discussione.

La sua gelosia cominciò a crescere fino ad arrivare ai livelli nightmare e a tal proposito un episodio degno di nota merita di essere raccontato.

Ogni mattina mi accadeva e mi accade spesso una tipica condizione maschile ovvero la famosissima erezione mattutina, dovuto o allo strofinio in posizione prona oppure per una questione naturale, per non dire casuale in posizione supina che secondo la medicina indica tra le tante cose un alto testosterone.

Claudia, stranamente fece caso a questa mio abituale inturgidimento a partire del "periodo Floriana", da segnalare inoltre che da tempo mi accorgevo di come di buon ora si svegliava di cattivo umore, finché un giorno decise di svuotare il sacco, attraverso un atipico confronto intriso di accuse da parte sua.

3
5
22

Il truffatore

Incipit

21 April 2019

Sono un bugiardo, uno di quelli senza scrupoli, lo ammetto. Non parlo di piccole bugie, quelle che comunemente si chiamano " bianche ", ma di menzogne serie, in grado di causare danni e dolore alle persone. Perché lo faccio? Ho iniziato per gioco ed ero molto bravo, poi però ho esagerato... mi [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Francesca: Ciao a tutti e grazie per aver letto nonostante la giornata festiva e auguri [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Dalle mia parti, nel messinese, fanno le cosiddette pizze bianche, ovvero pizze [...]

1
2
9

Parodia di "La canzone del sole" di Lucio Battisti

21 April 2019

Le bianche tette/ gli occhi azzurri e poi/ le tue chiappette sode/ e la peluria tra le gambe tue/ la prugna ancor più rossa/ E la brandina rotta dove noi/ già scopavamo piano/ e le tue cosce e l'eco dei tuoi dai,/ si dai/... mi stai facendo venire/ Dove sei andata, cosa hai fatto mai/ Brutta [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
0
12

Civico 21 - 1/4

Prima parte

21 April 2019

Scriveva, scriveva, scriveva… lavorava ininterrottamente. Una confusione tremenda quella mattina. Aveva tantissime nuove pratiche da gestire che, sommate a quelle che non era riuscita a smaltire nei giorni precedenti, facevano aumentare vertiginosamente la mole di lavoro. Intanto, in basso a destra [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

2
2
11

La prima volta al mare - 2/2

20 April 2019

In testa voleva mettersi un cappellino, ma non l’aveva trovato. Aveva i cappelli lunghi sciolti e con quelli si copriva il viso. Era tempo di rientrare, il sole scottava nonostante fosse presto. Il riverbero del mare aumentava il potere riscaldante, forse poteva arrischiare di bagnarsi i piedi, [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
1
23

Come respirare

20 April 2019

Se il tempo non si fosse fermato a raccontarmi i tuoi occhi il vento gelido mi avrebbe portato via come terra. Ma le tue dita come radici intrecciate alle mie mi hanno aiutato a resistere alle tempeste. Ora ti guardo come non ho fatto mai perché tu mi sommergi con il tuo amore e poi mi lasci sulla [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
1
19

THE KILLERS

20 April 2019

Erano giorni che non usciva da quella stanza, quella squallida stanza in quella squallida pensione in quella squallida cittadina poco distante da Chicago, triste e dimenticata da tutti. E l'aveva scelta proprio per questo. Così sperava di farla franca. La Pensione della signora Hirsch, a Summit, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
5
22

La prima volta al mare - 1/2

19 April 2019

Claudia non aveva dormito per tutta la notte, tanta era l’emozione di trovarsi in riva al mare. Era la sua prima volta. Lei aveva sedici anni e non aveva mai visto il mare così da vicino. I genitori erano rimasti a dormire nella camera che era stata prenotata per loro. Lei, invece, approfittando [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
4
17

Il quadro perfetto

19 April 2019

Nel momento dell'aurora il pittore arrivò sulla spiaggia. Il suo scopo era dipingere il momento migliore, quindi si era ben organizzato, con una macchina fotografica per provare l'effetto di ciò che vedeva una volta messo su carta, quindi aveva tutto il necessario per stampare in macchina. Il momento [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: ducapaso, hai scritto un componimento a regola d'"arte", non [...]

  • ducapaso: Grazie Giuseppe, sempre troppo buono :-)
    Mi sono ricordato che bisogna [...]

3
2
15

Acquisti

19 April 2019

1) Il robot umanoide di produzione tedesca del film "Grandi magazzini" 2) L'Amiga 500 3) Soldatini di plastica, compresi gli indiani e i cowboy 4) Un tubetto di bolle di sapone 5) Tutte le sigle dei cartoon cantante da Enzo Draghi e Marco Destro 6) Un lecca lecca gigante di Arale dell'Autogrill [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Resta sempre frivolo così e fanciullesc vivrai a lungo felice

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Flavia, senz'altro farò come tu dici. Posso anche superare [...]

4
4
15

Scalata

18 April 2019

Un tonante appello o cosa? Non si tratta dell'eco, ne sono sicuro. Le alture sono rivolte verso di me e hanno chiamato il mio nome. Mi sfidano a salire e a confrontarmi. Non sono un alpino e non dispongo della tenuta giusta. Che fare? Dai, posso farcela, stare fermo equivale a morire e io voglio [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: Minchia che roba!!!... A parte il parallellismo con fatti intrinsechi e personali, [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Walter, sono contento e soddisfatto del commento che mi hai lasciato. [...]

3
3
11

Regalami una storia

18 April 2019

II vecchio si alzò a fatica, le ginocchia dolenti, un pacco di libri tra le mani. Come gli era venuto in mente di mettere ordine? Erano anni che le cose andavano avanti così, alla rinfusa. Per modo di dire, andavano avanti. Si guardò intorno. Un tempo era stata una bella libreria, non tanto grande, [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • ducapaso: Si. Confermo il commento di Francesca, ti prende e si fa leggere!

  • Giuseppe Scilipoti: Wow, un "Mi piace! convinto!
    Araba Fenice ci regala una storia, degna [...]

2
6
20

Un'altra occasione - 3/3

18 April 2019

Si fermò a comprare un mazzo di rose, si sentiva di aver avuto una seconda occasione che voleva sfruttare al massimo. L'aver organizzato un fine settimana al mare, poi, sembrava cadere a pennello con i suoi propositi: si sarebbero rilassati lontani dalla routine quotidiana, lì ricominciare sarebbe [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • ducapaso: Mi sono sentito nei panni del fedifrago, non so se era più stretto il [...]

  • Francesca: Grazie cercherò di farlo!

Torna su