Uno dei difetti principali di Claudia, la mia ex ragazza palermitana era la sua insana gelosia che molto spesso ci portava a scontrarci, infatti a tal proposito la ritenevo urtante all'ennesima potenza, specie in alcuni casi.

Avendo un carattere placido e pacifico non dico che a mia volta non fossi geloso ma cercavo comunque di contenermi del resto non sono tipo di immotivate sceneggiate napoletane.

Ad ogni modo questa sua malattia contribuì a separarci dopo aver convissuto con lei a Palermo per circa un anno, e gli ultimi 6 mesi furono senz'altro quelli più pesanti.

In quel periodo Claudia si fissò con Floriana, una sua collega in quanto mi accusava di una sospetta infatuazione e per giunta ricambiata da quest'ultima.

Succedeva che, quando andavo a prendere la mia ex morosa al lavoro, non voleva assolutamente che parcheggiassi dinnanzi al "Moda Top" il negozio di abbigliamento in cui lavorava per evitare di essere localizzato da Floriana, infatti spesso e volentieri veniva a salutarmi nonché a scambiare piacevolmente quattro chiacchiere con me poiché usciva mezz'ora prima di Claudia.

Col tempo cominciai a pensare di come effettivamente a questa sua collega le suscitavo molto più che una semplice simpatia, certi gesti o espressioni non lasciavano spazio ai dubbi benché non le mancasse un fidanzato, un certo Ernesto detto Ernestino.

La collega incriminata esteticamente non era male: capelli ondulati e occhi castani, un po' sovrappeso, circa il metro e 65 e caratterialmente bonacciona o comunque mansueta, a differenza di Claudia sicuramente più chiassosa ed estroversa oltre che di aspetto fisico completamente diverso.

Tra l'altro Floriana non sorrideva quasi mai, con me invece praticamente sempre, ragion per cui a distanza di tempo il famoso due + due risultò chiaro come il sole.

Nonostante ciò avvennero alcune uscite in quattro, generalmente ci si andava in dei pub a mangiare, e mentre eravamo seduti in qualche tavolino sia prima che dopo aver cenato si creava immancabilmente uno strano gioco di sguardi.

Io osservavo Claudia, la mia ex scrutava Floriana per notare se lei guardasse me, quest'ultima mi fissava strategicamente mordendosi più volte le labbra, Ernesto invece contemplava Floriana, e il quarto incomodo non lo guardava nessuno.

Mi capitò più di una volta di assistere ad alcune sfuriate tra le due rivali senza però mai mettermi in mezzo, e siccome entrambe tendevano ad apparire piuttosto buffe non nascondo che scoppiare a ridere mi veniva naturale.

Persino le altre colleghe del negozio si divertivano davanti a quei siparietti, tanto che un giorno Santina, la più pettegola dello staff, dopo che ero sceso dalla macchina per venire incontro alla mia ex, cominciò a stuzzicare maliziosamente facendo ridere le presenti con una frase, tranne le innominate.

«Ragazze, c'è il messinese, solo che da mesi non sto più capendo con chi è fidanzato questo ragazzo!»

Il problema si aggravò quando Claudia formulò via via, giorno dopo giorno, pesanti accuse nei miei confronti sostenendo che alimentavo la fiamma interiore di Floriana e che durante le mansioni, quest'ultima parlava spesso è volentieri in maniera entusiasta ed appassionata del sottoscritto sia alle colleghe e a sia a delle abituali clienti.

Cercavo di assicurare che tra me e l'infatuata non ci sarebbe stato mai nulla con risultati ovviamente inutili, ragion per cui, Claudia vedeva Floriana come una puttana e in me come un aspirante fedifrago.

«Amore, solo perché le sorrido o le parlo con gentilezza ed educazione, non puoi pensare male di me, mettiamo fosse vero ciò che esponi, sappi che non è colpa mia, francamente non so che farci, tranquilla prima o poi si stancherà!» dissi pazientemente alla mia ex al termine di un turno lavorativo pomeridiano dopo l'ennesima discussione.

La sua gelosia cominciò a crescere fino ad arrivare ai livelli nightmare e a tal proposito un episodio degno di nota merita di essere raccontato.

Ogni mattina mi accadeva e mi accade spesso una tipica condizione maschile ovvero la famosissima erezione mattutina, dovuto o allo strofinio in posizione prona oppure per una questione naturale, per non dire casuale in posizione supina che secondo la medicina indica tra le tante cose un alto testosterone.

Claudia, stranamente fece caso a questa mio abituale inturgidimento a partire del "periodo Floriana", da segnalare inoltre che da tempo mi accorgevo di come di buon ora si svegliava di cattivo umore, finché un giorno decise di svuotare il sacco, attraverso un atipico confronto intriso di accuse da parte sua.

Registrazione Istantanea Opzionale
Salta

Tutti i racconti

1
4
12

La ballata del soldo

06 August 2020

I soldi. Dio, carta e filigrana. Non c'è trinità che tenga, acqua per dissetarsi o valori morali nelle fondamenta dell'umanità, quando si tratta di denaro. Barbie Cat aveva i capelli fatti di raggi di sole e le labbra morbide di mollica, il visotto pieno come pane appena sfornato. Bella e umana, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
2
9

MEMORIE

06 August 2020

Ho pezzi di cuore In memorie lontane... Ho costeggiato a volte per sentirmi sicura... Ma poi ho subito remato avanti Portandomi dietro queste memorie Per poi viverne di nuove Il cuore, la vita è questa... Battiti di emozioni e respiri Dove ogni giorno prende un senso E da queste profonde memorie [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

3
4
19

MONTAGNA NOTTURNA

05 August 2020

Mi sveglio di notte, l'insonnia anche in vacanza è mia compagna fedele. Una sigaretta mi tiene compagnia, mentre sono in vacanza e ogni pensiero é spazzato assai via. In uno splendido villaggio dove emergono odori di tigli e profumi di arbusti da me poco conosciuti ma con amore vissuti grazie agli [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Patapump: Qua Ilaria mi hai fatto rivedere la mia Val Gardena. Buon tutto. RICKY

  • Ilaria: Grazie a tutti per capire i miei stati d'animo più interni

4
6
20

L'archeologo

05 August 2020

Non riesco ancora a crederci. Che scoperta sensazionale! Provo un piacere indescrivibile. Piango, piango e più piango, più accresce la soddisfazione riguardo il ritrovamento archeologico. Ma piango anche per i miei colleghi che non ce l'hanno fatta, vittime delle diaboliche trappole collocate [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patapump: Eccomi eccomi...di corsa ma ci sono. Deserto?reperti? Avventura? Io ci sono! [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Ricky, sugli elementi che menzioni anch'io "ci sono" in [...]

2
1
15

la notte...

04 August 2020

la notte mi cala sugli occhi le palpabre calano sul sipario del mondo per aprirsi nell'universo stellato dell'inconscio rilasso il mio corpo divento scrigno di pensieri raccolti di grano gemme di foglie pietra di fiume e corro per le galassie a parlare con le stelle di giorni lontani per svegliarmi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
3
18

Terra e anime

Dedicato al Giardino Lorenzo Giusti (L’orto dei Giusti) - Via Ilio Barontini 13 40138 Bologna BO

04 August 2020

"L’orto dei Giusti è ciò che le persone dovrebbero calpestare almeno una volta. Una Porziuncola, un piccolo terreno recintato, incastonato come un diamante nero di terra resa fertile dall’estro e dalle appartenenze degli uomini. Adorno di invasi colmi di terra grassa, coltivata perché potesse esprimere [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
6
16

L’immagine

03 August 2020

Molto spesso, di notte, mi sveglio con un’immagine dentro la mia testa che so che non mi abbandonerà fino all’alba. È sempre la stessa immagine che mi accompagna da quattro anni. Le poche, rare, volte, che non arriva ne sento profondamente la mancanza. So che senza quel'immagine la mia giornata [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Patapump: Gabry felice di rivederti....mano infantile che ti riporta alla paternità [...]

  • Gabriele Colombo: Ogni storia parla di Noi. Ma parla di tutti. Un abbraccio.

14
22
77

Concetto di tempo

Guru da quattro soldi

03 August 2020

C’è chi non ha tempo e c'è chi invece ne ha da buttare. Avete mai analizzando in maniera generica il tempo? Io lo faccio sempre, non dico tutto il tempo, sia chiaro. Capisco bene che non è assolutamente facile tracciare una definizione perfetta, e visto che ho qualche secondo di tempo da buttare, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
11

Impeachment

02 August 2020

Impassibile come un ippopotamo impantanato in un pantano, mi improvvisai un impellente impegno con un impiegato della ditta Imperatore di Imperia, impuntandomi sull'implementazione di un'importante impiombatura che avrebbe eliminato le imprecisioni imprevedibili di un'importante e impeccabile impiantistica. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

4
4
22

Pane

02 August 2020

Maria Antonietta quando pronunciò la famosa frase “il popolo non ha da mangiare? Dategli le brioche" anche nel dire quella cosa fu molto riduttiva. La sofferenza del suo popolo venne maggiormente acuita dalla sua indifferenza. Dopo qualche secolo, ancora oggi chi non ha pane muore. Questo scritto [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Patapump: Ciao Walter e Giuseppe. Che dire! Sembra abbia fatto un buon impasto questa [...]

  • Walter Fest: Pata, in più occasioni ti ho espresso il mio apprezzamento per la tua [...]

1
0
10

Spezzi - 4/4

D

01 August 2020

10) Digrigna i denti, strida sulla lavagna, stenti di grida il popolo lagna. È lo schifo tremendo che sgorga torbido gemendo nel giogo in orgasmo che sfragna l’orecchio colluso ritrito di schifo. Sdegno mio segna e graffia viscidume, un ordigno sballotta e mi bagna di lerciume. Che schifo, io [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

12
15
51

L'Asceta

01 August 2020

"Non supplicarmi. I Thieves, la gilda per cui lavoro, vuole qualcosa da te. E noi gliela daremo. Manigoldo, non conosci il detto: Mai rubare a casa dei ladri? Tu tagliaborse, io tagliateste. Mi chiamano l'Asceta non perché pratico l’ascetismo, ma per via dell'arma lucente e tagliente che brandisco. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patapump: E con quel finale Shakespeariano di testa brandita tra le mani (teschio diverrà) [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Ricky, grazie per aver letto il mio... "pezzo" con quel non [...]

Torna su