Chi era Tony Mal?

Tony Mal era una persona che ad un certo momento della sua vita aveva modificato il proprio destino. Dalla morosa abbandonato per un poeta fighetto, licenziato dal call center perchè al lavoro cantava, sì, vabbè, in fondo non si era perso niente e, trovandosi sentimentalmente sconquassato,  in bicicletta sull'orlo del precipizio si fermò in tempo per mangiare un vassoio di Bignè e Profiteroles, ma ecco arrivare et voilà, una nuova donna che lo illuminò, Panama, ma noooo! Il canale! Panama nome di donna, profumo Francese, tette Genovesi, occhi brillanti, lei donna bellissima che incontrò Tony, scartato e snobbato per un poeta noioso.

L'incontro dei due, intendo dire fra Panama e Tony Mal, fù dolce, sì, veramente dolce assai, su una panca si sgargarozzarono insieme sei kg. di Mignon, Tony come un S.Bernardo tirò fuori dalla tasca la fiaschetta di Cognàc, lei dal reggicalze il Whysky doppio malto e con amorevole dolcezza brindarono al futuro dietro l'angolo in fondo al viale.

Da quel momento Tony divenne l'idolo delle donne che non lo faceva per amore ma per denaro, il nostro ex sfigato era diventato la nuova sexsual bomb, mica il classico standardizzato dei gigolò! Macchè! Tony, il re del sesso denominato "Sesso artistico, gatalitico, iper venusianho" mi raccomando "venusianho" con l"H"! Volete qualche esempio gratis?

LUNEDI'

Tony, Lunedì incontrò Gabriella la venditrice di materassi sgonfi, una bella donna fina e sgargiante che però, causa crisi, nessuno se la filava, gli uomini la cercavano solo per andare a scrocco e così lei decise per una notte di concedersi del gaio sesso, un amica comune gli consigliò Tony e organizzò per lei un appuntamento al buio, beh sì, al buio di una sala cinematografica dove c'era in programmazione una rassegna della Patagonia di film muti in b/n dedicati alla storia del pensionamento del conte Max e dato che la proiezione durava 4 ore furono nel buio della sala, ben 4 ore di sesso artistico sfrenato, c'è da dire che nella sala a parte il proiezionista e il venditore di pop corn congelato che dormivano russando a 4 guanciali, non c'era nessun altro, ci perdonerà il conte Max.

MARTEDI'

Il Martedì, Tony prese un appuntamento con una certa Margherita, la barista dall'accento mezzo Barese, mezzo toscano, una barista simpaticissima, vagamente belloccia ma per via del suo accento nessun uomo la voleva e così, dopo che Gabriella gli aveva parlato di Tony Mal, accettò la sfida sessuale a godere come quando ascoltava Ray Charles. Prima della prestazione artistico gatalitico venusianha, i nostri due amanti solo per una notte si concessero una pizza, buona, talmente buona di una bontà all'apice della gioia che a Tony venne in mente un idea. Nel fondo della sala c'era posizionata una sagoma di legno con dipinti due aviatori, un uomo e una donna uno dietro l'altro al posto di volo e all'altezza delle teste un foro dove i clienti della pizzeria mettevano la propria per la foto ricordo, in quel momento era pure di scena il Karaoke.

-Vieni Margherita che canterò per te "Yellow submarine"-

E così da dietro la sagoma Tony Mal, cantando il sottomarino giallo, Lady Madonna, Let it be, Drive my car, Olbadì Obladà, come una vertigini farfalla, fece godere Margherita.

MERCOLEDI'

Venne la volta di Nancy la profumiera, amica di Margherita che era amica di Gabriella, Tony leggendo la Divina Commedia, amoreggiò tutta la serata ma la donna capendo che la cosa diventava lunga chiese di saltare Inferno e Purgatorio per arrivare prima all''immenso Paradiso.

GIOVEDI'

Agnese, che di Gabriella era la cugina, si fece portare da Tony nella pasticceria di Alfonso, lì Tony la ricoprì completamente di cioccolata, quello che accadde dopo lo potete solo sognare, mai notte fù più cioccolosa. Alfonso il pasticciere purtroppo si ritrovò senza l'ingrediente dovette accontentarsi allora della cioccolata finta.

VENERDI'

Il giorno di Venere arrivò il turno di Donatella, la professoressa con il vizio di giocare al picchetto, perdeva sempre e così per cambiare vita chiese consiglio alla cugina di Gabriella che la portò da Tony mascherata, o meglio non si trattava di una vera maschera ma di un lenzuolo bianco sulla testa, la faccenda si doveva sbrigare nella giostra dei fantasmi, Tony arrivò mascherato da fantasma formaggino e quando si trovarono nella stanza di cartapesta, Tony Mal tolse il lenzuolo a Donatella e quasi non gli venne un colpo, era così brutta, ma così brutta, mi dispiace non ve lo avevo detto ma Donatella aveva lavorato come controfigura alla Cita Eiwort di Fantozzi, oramai il dado era tratto, il compenso era buono e Tony fece questo sacrificio e sotto il lenzuolo fece ballare dal piacere la dadaumpa alla professoressa.

SABATO

Amici lettori, Tony Mal ha detto che fino a Venerdì era gratis, adesso se volete conoscere il resto dovrete comprare il libro... ma dai scherzavo, per sapere le prossime puntate basta che semplicemente accendiate la fantasia, però se il libro comprerete Tony ne sarà comunque contento, astenersi tutti coloro che non vogliono provare il sesso artistico, gatalitico, venusianho, io l'autore aggiungerei pure del sarchio... un vero amore sarchio...

2
1
11

Note

13 November 2019

Sono solo stasera Mi accompagna solo la tromba di Baker Il whisky con ghiaccio mi rilassa Magia delle note La voce della cantante è cosi profonda Si viene subito proiettati in locali come il Blue Note Il pianista attacca il brano Le spazzole del percussionista accarezzano i tamburi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
12

Facce sorridenti

Una storia vera a Colorado Winter

13 November 2019

Tutto succede meglio di notte, quando il silenzio cala, le auto non sibilano e brillano le stelle. Arthur scriveva di notte perchè gli piaceva ascoltare Nina Simone che cantava solo per lui, posava ogni tanto la penna e la ascoltava sorridendo, tanto non perdeva la concentrazione per scrivere quella [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

1
0
9

Palingenesi

12 November 2019

La palingenesi demoplutocratica della progressione diaframmatica utilitaristica, si estrapola da un contesto musical-postsessantottino sfociante in una semplificazione anagrammatico sillogistica, assimilabile inequivocabilmente alla stesura cantautorale del "trottolino amoroso" di sanremiana memoria. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

16
14
69

Il Nero

12 November 2019

Milano ore 23:30 Una donna di mezza età, bionda e abbastanza appariscente da poco divorziata, decide di entrare per la prima volta al Black Lion, un locale multietnico situato in periferia, frequentato prevalentemente da africani. «Visto che mi sono sbolognata quel coglione di Sergio, voglio [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Come Mammola ti dico....che sarebbe LDM senza Scilipoti?.... Bravo Giuseppe [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Walter, ti ringrazio, sempre. Ma è anche vero cosa sarebbe LdM [...]

1
1
11

L'appuntamento al buio

11 November 2019

La giornata di Carlo si svolge ormai da anni nella stessa, identica, estenuante maniera. Sveglia presto al mattino verso le sei, subito dopo che Mercury, il suo gatto, ha già danzato sulla sua schiena per un quarto d’ora, affondandone le unghie. Un colpo di reni lo fa drizzare sul letto e un istante [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

3
7
11

ESCAPE ROOM

11 November 2019

Fammi uscire, fammi andar via da questa stanza! Manca l'aria, non rifiato e non trovo la via. Rovesciami parole, come fossero chiavi. Ce ne sarà una che apre. Dammi un indizio, una traccia per scorgere l'uscita. C'è un letto sfatto, una finestra senza vetri, un bagno cieco. E nulla più muove questo [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
7

Deutschland Uber alles

10 November 2019

L'assetto cultural letterario della Bassa Baviera dopo l'«Oktober Fest» si esplicita in una metempsicosi teologico animistica di tipo anseatico magdeburghese confrontandosi con la cesura nazionalsocialistica della componente austroungarica ascrivibile al ramo dinastico della principessa Sissi. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Per mille krapfen! Oggi viri sul deutch! Mein Gott!
    Caro Ferry, oggi si [...]

  • Rara avis: Danke, mein freund per i tuoi arguti commenti( in quelli sei imbattibile).
    Mi [...]

4
3
11

L'albero genealogico

10 November 2019

Camillo, fin da piccolo cominciò a interessarsi di genealogia, tant'è che quando divenne adulto non solo presentò tale argomento come tesi di laurea conseguendo il massimo dei voti, ma addirittura progettò di farsi tatuare l'intero albero genealogico della sua famiglia sulla schiena. I genitori [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Geniale!...Anche se un pò triste nel finale geniale lo stesso!!!.....ho [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Tatianasenzamusica: Quanto hai letto è di un genere diametralmente opposto [...]

2
1
7

Le carte

09 November 2019

Gira, rigirala Giocala bene. Lei è la tua ultima. Può cambiarti la vita. La stanza è fumosa. Sono tante ore che si è seduti. Il colore può non essere determinante. Ma il numero, quello sì. Girala, rigirala. Gli occhi di tutti sono arrossati. E la schiena duole. Quella pistola [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
10

Regalo di compleanno

09 November 2019

Anna e Andrea tornavano in macchina verso casa, nel tardo pomeriggio di uno di quei giorni di metà autunno in cui il buio invade il paesaggio troppo presto, togliendo luce alle ore e ai giorni, progressivamente sempre più corti. Avevano passato insieme il fine settimana in un borghetto caratteristico, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
1
9

Qui lo dico e qui lo nego

08 November 2019

L'inchiappettamento perifrastico convulsamente dissolutorio, estrapolato da un contesto zooprofilattico normograficamente estraneo all'impollinamento serotino del sarchiapone di montagna affetto da meteorismo recidivante, comporta la recrudescenza osmotica protomidollare nella preparazione della [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
4
23

La voce

08 November 2019

Del loro primo incontro lei rammentava la voce. Non esattamente il suono o il timbro o la frequenza, ma la voce, come fosse un’entità vivente. Erano ad un party, lei era girata di spalle, con il bicchiere dell’aperitivo tra le mani. Sentì lui dissentire sull’andamento della giornata calcistica. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Torna su