Amici lettori, ve lo anticipo, per tutto quello che ora leggerete, riguardo persone, cose, fatti, luoghi realmente esistenti di fantasia, ogni riferimento sarà  puramente  immaginario e casuale. Fra un mistero bislacco e un bagordo, fra un caso risolto e un anfratto seriale, per i nostri investigautori ecco un nuovo enigma.L'intervento era stato richiesto dalla parentela del giornalista di cronaca sportiva Amilcare Cencetti, trovato cadavere nel suo appartamento, fulminato da un infarto.Era un vecchio marpione, battone in giù e in sù per i campi di calcio e nell'ambiente era in, sapeva tenere ben celati vizi e marachelle, da vero filibustiere copriva segreti e affari loschi, compravendite di giocatori, cartellini taroccati, procuratori miscredenti, arbitri infrociati, un tipo che sapeva anche tenere la bocca chiusa, per questo apprezzato nel mondo del calcio grazie al quale aveva guadagnato un bel pò di grana, purtroppo alla sua dipartita non era stato pervenuto un testamento e se lo aveva redatto, vattelapesca dove era nascosto, nessun notaio della zona ne era a conoscenza, l'Amilcare aveva fatto tutto a tarallucci e vino e ora la sua parentela era alla ricerca della pecunia e di qualsivoglia bene appetibile.

-Signori investigautori, conosciamo la vostra fama, dovete aiutarci a ritrovare il testamento del Cencetti.

-Possiamo metterci subito al lavoro ma abbiamo bisogno di qualche indizio (Puccia)

-Non ne abbiamo perchè il nostro parente era un single babbione, conduceva una vita schematica, a parte l'ambito sportivo della sua vita privata nessuno sapeva nulla.

-Quindi un bel figlio di paragnosta(Bibbi)

-Era così riservato, è per questo che ci siamo rivolti a voi.

-E' un bel gatto da pelare (Surya)

-Surya..per favore, proprio un gatto? Non si potrebbe pelare una topa?

-Bando alle chiacchiere, diamoci da fare, và bene signori parenti del Cencetti, ci faremo vivi noi quando avremo notizie(Flavia)

-Contiamo sulla vostra competenza.

-Costiamo cari eh! (Scrittriceimperfetta)

-Non c'è problema l'eredità sarà molto consistente e vi spetterà una bella percentuale.

-Tutti gli investigautori in piedi  per una standing ovation di un ora e un quarto..

Usciti di scena i parenti segue il solito briefing, i nostri eroi si gasano con  i casi incasinati, in questo caso però si brancola nel buio, stò giornalista sembrava proprio una brava persona, un pò paraculo ma senza appigli e il mistero era fitto, quindi decidono di dividersi in coppie, ognuno un compito preciso per scandagliare la vita dell'Amilcare.

-Scilipò, tu vieni con me (Walterfest)

-Certo che vengo, ma dove andiamo?(Scilipoti)

-Al club degli scambisti, lì girano sempre un sacco di voci(Walterfest)

-Ma non ci faranno entrare ormai ci conoscono(Scilipoti)

-Tranquillo, mi vesto da donna, saremo una coppia e ci faranno entrare(Walterfest)

-Ma non hai paura che puoi trovare un mandrillo?(Scilipoti)

-Scilipò, ma ancora non hai capito chi sò io? Lì dentro mi inventerò qualcosa, daje abbi fede(Walterfest)

Con la parrucca bionda non stavo male, mi sono sempre piaciuti i capelli lunghi, Bibbi mi prestò la minigonna, Flavia le scarpe con il tacco a spillo, Rob21 il profumo canale5, Alida la camicetta di pelo di foca, Dario le tette di Tina, Puccia, Surya e Scrittriceimperfetta mi prestarono la chincaglieria e gli addobbi, insomma ero proprio una figata.

-Scilipò, jamme bell (Walterfest)

Giunti davanti al club degli scambisti, il solito portiere di scambio.

-Parola d'ordine.

-Chi te se n'cula (Walterfest in falsetto)

-Entrate, accomodatevi da quella parte.

L'ambiente era soffice, c'era della gente sparpagliata, chi mezzo nudo, chi con la foglia di fico, io Scilipoti tergiversammo scrutando l'acchiappo che ci avrebbe spifferato qualche indicazione sul giornalista.

-Scilipoti, la vedi quella?(Walterfest)

-Chi è?(Scilipoti)

-Ma che sei de coccio?..E' Florinda!(Walterfest)

Amici lettori, Florinda è una bellissima ragazza, peccato che pesa 100 kg. io ho sempre pensato che fosse la ragazza ideale per Giuseppe e finalmente c'era l'occasione per far concludere l'affare fra lei e il nostro investigautore.

-Daje ragazzo fatte sotto!!(Walterfest)

-Ma sei pazzo?

-Daje, fidati di me andiamo!(Walterfest)

-Mi auguro che il suo amico te lo faccia nero!(Scilipoti)

-Tranquillo, c'è sempre l'imponderabile!(Walterfest)

E così, agganciammo la coppia e fuimmo a luci rosse in camera, Scilipoti con Florinda e io biondo inparruccato con il suo amico, passammo un paio d'ore assai piacevolmente, indagammo e sotto le lenzuola ci svelarono che Amilcare Cencetti aveva un flirt con Carmen la farmacista e che sicuramente lei sapeva tutto, io e Giuseppe ce le siamo proprio meritate queste rivelazioni, modestia a parte ma noi di eros ce ne intendiamo eh...Scilipoti finalmente dopo mesi andati in bianco aveva fatto cantare la traviata alla Florinda, io in camera con il suo amico, che poi non era un lui ma una lei travestita da uomo, ma sììì, una bella gnocca di Gallarate amica di Florinda, che se l'avesse vista Dario gli sarebbe tornata la vista e per  lei avrebbe scritto in Latino tutta la biografia di David Bowie, la gnocca si chiamava Samantha e qui mi fermo, se volete, immaginate quello che abbiamo fatto.Adesso era ora di tornare al lavoro, dovevamo intervistare la farmacista.

-Dottoressa, non faccia la gnorri deve dirci quello che è successo ad Amilcare Cencetti(Surya)

-Vi prego non facciamo scandali, vi dirò tutto ma vi prego discrezione.

-Ci può contare, siamo gli investigautori(Puccia)

-Ecco, ero a casa sua come tutti sabati sera, ero la sua amante e da un sacco di tempo  Amilcare da me voleva una cosa sola, io resistevo ma lui era insistente, mi ha fatto vedere quattro volte "Ultimo tango a Parigi" alla fine grazie a una scommessa persa stava per ottenerlo, aveva anche trovato il burro di tutti i gusti, al gladiolo, al tamarindo ma gli fù fatale quello al peperoncino messicano, perchè gli dissi "Se vuoi mettermelo là, devi spalmartelo anche lì"-strusciando con la mano il pacco di Dario, Alida la fulminò -

-Ma paperotto, la dottoressa avrà 85anni! (Dario)

E così Amilcare al top dell'eccitazione per prima cosa si unse per bene l'arnese con il burro messicano, che super caliente  fulminò all'istante il giornalista facendogli saltare la pompa.

-Fù solo per una sfortunata fatalità, non è stata colpa mia ma del frutto del suo desiderio, ve lo giuro non è stata colpa mia!

-Dottoressa si calmi, e del testamento che può dirci?(Flavia)

-Testamento?Ma Amilcare non teneva più un centesimo, aveva dilapidato tutto per una collezione cosmica di figurine dei calciatori che poi per sbaglio aveva pure gettato nel cassonetto della differenziata, praticamente era povero.

-Và bene dottoressa è meglio che vada, colleghi ora abbiamo un problema alla parentela chi glielo dice che l'eredità cuccù, non c'è più?(Bibbi)

-Io ho un opzione, fuggiamo in vacanza ad Ischia(Rob21)

Anche questo caso è risolto.Firmato gli investigautori, per un pò non ci rivedremo, siamo chiusi per ferie.


 

 

5
5
19

Tre microscopici racconti

25 March 2019

Lessons Consumano una parte di loro stessi quando vengono raschiati. Ogni singola scaglia dei gessi sulle lavagne istruiscono gli studenti per la vita. E la spugna? Utilissima per cancellare, soprattutto i problemi, non prima di una risoluzione. Cambiare registro? È possibile, basta non autovalutarsi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
3
9

La strada della Selva - 1/2

Racconto del tempo di guerra

25 March 2019

Con questo racconto ho partecipato ad un concorso di scrittura sul tempo di guerra nella provincia di Firenze, per questo è scritto in vernacolo Vai ci risiamo. Arrivano in tre o quattro briachi fradici. Salgan su dalla strada di dietro, quella che passa dall'orto, per non farsi beccare dalla pattuglia, [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

2
3
13

Greta & Susette - 3/3

il finale

24 March 2019

< accidenti a te Susette, stavo così bene fino a poco fa prima che arrivassi tu come un ciclone, tu hai rimesso tutto in discussione. È vero, a quanto pare siamo due donne alle quali fanno difetto gli uomini, sembri dispiaciuta di questa situazione, mentre io ti dico che sto bene così. Dei maschietti [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Lorenzo, la parte conclusiva ed ovviamente tutto il racconto dimostra [...]

  • Lo Scrittore: era nell'aria che non poteva che finire così, due donne a prima [...]

1
1
13

CINEMA e/è FELICITÀ!

Il cinema della felicità

24 March 2019

Pedro ha un’unica “passione fatale”: il CINEMA. Gira, assembla e monta video con i pochi strumenti che possiede e attorniato da tanti amici, un po’ folli come lui. Organizza, senza grande riscontro di pubblico, CINEMA FELICITÀ, Cineforum per tutti quelli che attraversano un momento difficile nella [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
3
12

Greta & Susette - 2/3

l'amicizia

23 March 2019

La donna girò il capo come se fosse infastidita dall’esuberanza di quella ragazzina. Certo aveva una bella faccia tosta a rivolgersi a una sconosciuta in quei termini. La fissò a lungo prima di rispondere, stava decidendo quale risposta dare a quella maleducata, nel pensare si mordicchiava le labbra [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • flavia: Ha già detto tutto Scilipoti aggiungo solo che mi è molto piaciuto [...]

  • Francesca: Mi associo a Flavia..

2
3
10

Il Pettirosso

Da piatta a sferica fu fatta la Terra

23 March 2019

Il Signore, di fronte alla tanta dolcezza del suo pettirosso — che ancora così non si chiamava — si intenerì e provvide in extremis a trasformare la neo creata piatta terra in una dolce sfera! Il pettirosso riconoscente fece ciò che potè sfilando una spina dalla corona del Cristo in croce, restando [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

4
3
12

Greta & Susette - 1/3

l'incontro

22 March 2019

Aveva ventidue anni, ma ne dimostrava molti di meno. Era un tipetto tutto pepe, capelli corti biondo cenere, una bocca larga sempre aperta in sorrisi. Indossava spesso jeans e camicette semiaperte che lasciavano intravedere le sue forme ancora da adolescente. Due seni candidi e piccoli come arance. [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • ducapaso: Confermo quello che ha scritto Flavia, bello e intrigante. Vediamo dove ci porti

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Lorenzo, a quanto vedo ritorni ad affrontare la tematica "Donna", [...]

3
3
19

Un fiore tra le tue dita

22 March 2019

Cerniere di emozioni nascondono lo spettacolo degli occhi dopo il nostro primo bacio. Secondi lunghi come racconti. Incapaci di muoverci fermiamo l'aria per sentirci correre. Come un ruscello di montagna ghiacciato in inverno il nostro sangue scorre sotto la pelle bollente. Il silenzio delle parole [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
4
13

Zolfo - 3/3

21 March 2019

Quando mi risveglio, sono nella mia tenda, ma qualcosa non va, mi sento a pezzi e non sono solo: una vecchia del villaggio mi accudisce e mi dice di stare fermo, sono malato. Non c'è problema, sono talmente indolenzito che non ho nessuna intenzione di farlo. Mi riprendo in un paio di giorni e scopro [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Ed eccomi giunto alla terza parte, wow che storia da... incubo oppure la "zolfata" [...]

  • ducapaso: Giuseppe, le tue recensioni mi lusingano davvero.
    Soprattutto se penso [...]

3
8
21

pomeriggio di sole

21 March 2019

Era un caldo e soleggiato pomeriggio di una qualsiasi domenica di marzo dei nostri giorni. Il signor Mario Serra se ne stava seduto con gli occhi chiusi e le mani giunte poggiare sulle gambe, in una panchina di ferro battuto in piazza Islanda, piu comunemente conosciuta come la " piazzetta", nel [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
3
9

Zolfo - 2/3

20 March 2019

Chissà cos'è. Molto più importante dedicarsi alle incisioni, belle come un bassorilievo classico anche se la pietra ancora mi è sconosciuta, sembra un marmo nero, ma è esente da venature e dà l'impressione di essere molto più duro. Certamente non è una pietra di questa zona, quindi significa che [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

5
3
11

Fango

20 March 2019

Flebile fiamma tra fetide favelas serpeggia nella notte in un fragile futuro Fuori feste, fiori e fama dentro fumo, freddo e fame È un frenetico fandango frasi fatte niente effetto come un film senza sonoro senza la parola fine Fuochi di notte di frivole falene si spengono tra i muri di case [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Rara avis: Caro Scili, devo farti un plauso per le tue sempre acute recensioni, sai entrare [...]

  • Manuela Cagnoni: È piaciuta molto anche a me la tua poesia, fatta di versi che scivolano [...]

Torna su