Mi giro di scatto e un'incantevole visione mi assale.

La Bionda è a pochi metri da me, mi è difficile descrivere l'espressione del suo viso puntato verso la mia direzione accompagnato da un sorriso luminoso, nonché mi è difficilissimo descrivere la sua bellezza, la foto del suo profilo di Letture da Metropolitana è nulla in confronto.

I suoi lunghi capelli sono raccolti in una treccia che li fanno sembrare delle spighe di grano, i suoi occhi di un azzurro profondo a dir poco celestiali, la pelle di un candore unico e in termini di altezza un poco più alta del sottoscritto.

Per non parlare della sua corporatura perfetta, ha indosso un bikini di colore blu scuro che mettono in risalto i suoi seni abbastanza generosi.

Resto inerme, lei si avvicina e mi accarezza con le sue mani che sembrano due piume.

«Ciao Bionda!» la saluto sorridendo timidamente.

«Sapevo che un giorno ci saremmo visti, finalmente posso sentire la tua voce e posso toccarti, sei tutto mio!»

Ci abbracciamo, un abbraccio che mi fa sentire al settimo cielo, il mio cuore batte come un martello pneumatico, il suo profumo sa di mare.

Al termine dell'abbraccio, mi guarda in una maniera piuttosto sensuale.

«E posso anche baciarti!» mi dice.

Sento il suo respiro, le nostre labbra si avvicinano e si attaccano come calamite, finchè un bellissimo bacio prende forma, facciamo danzare le nostre lingue appassionatamente, sento un brivido che mi percuote piacevolmente, vorrei che tutto questo non finisse mai.

Nel tunnel delle nostre bocche unite, le lingue giocano inventando continuamente nuovi ritmi e movenze diverse, ogni tanto ci fermiamo per guardarci negli occhi, per sorridere, per accarezzare i nostri visi felici, per poi ricominciare di nuovo.

«Tu sei la ragazza dei miei sogni!» affermo con emozione e nell'aria si sentono risuonare con vigore queste note:

 

"È inevitabile oramai

come uno sbaglio di corsia

questo groviglio fra di noi

questa tua bocca sulla mia"

 

Fino a quando all'improvviso tutto si interrompe, mi accorgo con rammarico di aver sognato. Cribbio, ogni cosa sembrava cosi reale.

Mi sento un po' stranito, abbraccio affettuosamente il cuscino, chiudo di nuovo i miei occhi, sento ancora il suo profumo, il calore del suo corpo, i suoi baci e le sue carezze sulla mia pelle.

E la musica? Nel sogno non ne ero consapevole ma adesso sì, dal momento che la sera prima avevo messo attraverso il Pc il brano "Inevitabile follia" in modalità repeat, ragion per cui si spiega del perché durante il sogno le note echeggiavano continuamente. Lascio continuare la ripetitiva canzone in corso, per adesso non mi va di alzarmi dal letto.

«La Bionda, grazie per avermi fatto sentire speciale, grazie di tutto!» penso con un misto di felicità e amarezza ed una lacrima infine solca il mio viso.

Era troppo bello per essere vero, ho soltanto sognato la ragazza dei miei sogni... nel vero senso della parola.

Non ti dimenticherò mai!

 

 

 

Registrazione Istantanea Opzionale
Salta

Tutti i racconti

3
4
9

Mannaggia alla prostata

solo un occhiata proprio da lì

29 October 2020

-Tony, sbrigati accosta al marciapiede, fammi scendere al volo!- -Mario, aspetta un attimo, che è successo?- -Te lo dico dopo, dai accosta che non ce la faccio più!- Mario detto er benzinaro, sembra che sul sedile anteriore della 500 tenga sotto il proprio fondo schiena degli spilli manco fosse [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Cari amici, prima di tutto cominciamo che mi cospargo il capo di cenere perchè [...]

  • Walter Fest: ahahahahahah...un altra cosa voglio dììì e la voglio dììì [...]

3
2
6

Goleador

29 October 2020

Dopo il vento della sera prima, il sole era tornato per riscaldare l'ultimo giorno di Febbraio. Erano circa le due del pomeriggio. Lui lo capì vedendo il piccolo Enea camminare sul piazzale per dirigersi verso il bar del centro. Di solito usciva sempre a quell'ora. Lo si vedeva entrare nel bar [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

16
19
66

Spot Lemondrink - 2/3

29 October 2020

7) Red Flags Studios: Complimenti! Uno spot stuzzicante e benfatto, comparto audio e video qualitativamente eccellenti. Il motivetto entra facilmente in testa, tant'è che lo sto fischiettando in questo preciso istante. Comunque non mi sono ancora presentato: Mi chiamo Michele Santi, regista della [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Grazie Aldo, un pollice su non può che tirarmi su, vuol dire che il [...]

  • Walter Fest: Scilipò come nel 2017...originale, geniale e apppasssssionato!!!!...ciao [...]

6
3
40

Bsl-4

In morte di Lobha White

28 October 2020

Faccio sempre lo stesso incubo da sette anni. Le mie gambe sono ricoperte da squame e non ho voce per urlare. Nuoto in fondo a una metafora e solo le parole sono la mia ancora di salvezza. Lobha White è morto, Jude. L'ho visto ieri mentre lo trasportavano su un pezzo di legno avvolto in una coperta [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

15
16
84

Spot Lemondrink - 1/3

28 October 2020

Premessa: ciò che state per leggere è da considerarsi un testo sperimentale. Essendo un appassionato di tutti i generi cinematografici e televisivi, mi è venuta in mente un’idea balzana e di tramutarla in scrittura. Sognatore come sono, ho deciso di improvvisarmi regista e di caricare un immaginario [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Aldo Viano: Confesso d'aver letto (e poi riletto) prima la seconda parte. È [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Aldo, confesso d'aver letto prima il commento su 2/3 :D
    Ti ringrazio [...]

2
0
7

La maschera

28 October 2020

Per un attimo levai la maschera e nessuno mi riconobbe. Chi era quell'uomo che lo specchio rifletteva? Ma certo, sono io, così come sono in realtà, con tutte le mie fragilità, le mie emozioni, le speranze, i sogni. Sì, io bambino, che giocava con l'aquilone sulla spiaggia e si sedeva a contemplare [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

6
3
23

Strani incontri

27 October 2020

Ho incontrato un dentista sdentato insieme a un arrivista mai arrivato che venivano portati da un autista autistico a trovare un caratterista senza carattere che aveva sposato una ballerina sballata che aveva una sorella suora e un fratello molto fraterno che aveva un cane carnivoro e un gatto [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Rara avis: Grazie come sempre caro"Scilipotter" un vero maghetto del commento!
    In [...]

  • Aldo Viano: Dopo Giuseppe, impossibile commentare, lui è il giudice Masterchef dei [...]

2
3
9

Nuoce gravemente alla salute

27 October 2020

Quando la botta è arrivata non ho sentito male. Un colpo secco, come quando sbatti la capoccia contro una trave in soffitta cercando un attrezzo che sai essere proprio lì ad aspettarti, in agguato con la sua complice messa di traverso, per ricordarti di chinare la testa nella vita. Oppure quando [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

3
3
35

Il falegname con il mazzo di chiavi - 2/2

27 October 2020

"È sicuro la chiave del baule!", disse il fruttivendolo. "Ne ero sicuro fosse un furfante", esclamò il calzolaio. "Che ti dicevo?" continuò la sarta rivolgendosi alla perpetua. "Dobbiamo fare tante buche nel bosco, recuperare la refurtiva e metterlo alle sbarre", si convinse alla fine anche il [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Aldo Viano: Gran bel pezzo scritto con lo stile di una favola alla "c'era una [...]

  • Bernardo Panzeca: Per Giuseppe
    Sarò ripetitivo ma leggerti è come a volte leggere [...]

2
2
16

Il principio d’invecchiamento

26 October 2020

“Non sono certo che ci sia una stretta correlazione tra il tempo misurato dell'età in comunione o la mia percezione dei valori dimenticati; alcuni disattesi anche da me, in verità. Il peso eccessivo di molte e assurde condizioni umane stringono, con sempre maggiore intenzione, i miei pensieri, [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
2
26

Il taglialegna con il mazzo di chiavi - 1/2

26 October 2020

C'era sempre del fumo che si alzava in aria da quella parte del bosco; proveniva dal comignolo della casa del taglialegna col grosso mazzo di chiavi. In paese tutti lo conoscevano a quel modo; non sapevano niente di lui, neanche il nome, tranne che abitava da sempre in quella casa dentro il bosco [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

12
13
56

Trincee

26 October 2020

Il lungo combattimento volgeva al termine assieme alla cacofonia di spari e grida. Il campo di battaglia era disseminato di corpi, molti dei quali aggrappati al filo spinato, gocciolando sudore e sangue tanto da macchiare l'erba di rosso. Si udì un ultimo sparo causato da una pistola di un agonizzante [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su