NdR. Chi non conosce il simpatico e ammiccante spot su una nota marca di patatine interpretato dal grande Rocco Siffredi?

Da questo spot, mi è venuta l'ispirazione per scrivere questa sorta di giallino un po' particolare pieno di citazioni “patatinose” o che riguardano le patatine, di cui ho preferito immettere in corsivo.

Buona lettura e buon divertimento.


 

All'esterno del Patata Meccanica, uno dei discopub di Chips City più frequentati dai cipster, una povera patatina se ne stava riversa a terra in un mare di ketchup.

Due giovani patatazzi, di nome Crik e Crok, una volta usciti dal locale, furono i primi a notare l'assassinata e di conseguenza avvertirono la polizia.

Gli agenti, a sirene spiegate, arrivarono immediatamente sulla scena del crimine dove un nugolo di curiosi aveva già circondato la zona.

Il commissario Crocco Siffreni, incaricato delle indagini, una volta sceso dalla vettura di servizio, si mise fin da subito a lavoro.

Per prima cosa osservò con estrema attenzione la vittima.

«Che peccato! Era così giovane e così novella!» constatò con amarezza.

La scientifica in base ad una prima ricostruzione sommaria, stabilì che Pata Snella (il suo nome completo in base ai documenti ritrovati dentro la sua borsa) venne uccisa tramite numerosi fendenti.

Siffreni era arciconvinto che qualcuno dei presenti doveva per forza sapere qualcosa e cominciò innanzitutto ad interrogare Fonzies, un tipo alto, dal giubbotto in pelle con una atipica pettinatura anni cinquanta.

Era il buttafuori del locale.

«Hey, io non so niente!» dichiarò Fonzies con espressione disinvolta, braccia conserte e spalle appoggiate al muro.

Il commissario gli credette e interrogò successivamente Potato, l'inserviente ispanico che tra le sue mansioni aveva l'incarico di gettare i rifiuti in un cassonetto proprio vicino dove venne uccisa la Snella.

«No Señor! No vi nada!» confermò anche lui.

Altri patatini furono interrogati, nessuno sembrava aver notato qualcosa di sospetto, compresa la magrissima Stiki e la rotondetta Ring, le due stewart del discopub.

Inoltre le telecamere guaste, resero l'indagine ancora più complicata, come se la gravosa vicenda fosse stata tutto a vantaggio dell'omicida riuscendo così a colpire nel momento adatto.

Il commissario non si perse d'animo e andò ad investigare assieme ai colleghi, all'interno del Patata Meccanica.

Data la circostanza, l'ambiente appariva semivuoto ma pur sempre operativo, tranne che si decise di tenere la musica spenta.

C'erano quattro avventori seduti ai tavoli, altri tre appoggiati al bancone, cinque cameriere in attesa di ordinazioni, la cassiera, il barista ed infine Yonkers il proprietario del locale che dava saltuariamente una mano al bar.

Non venne ricavata nessuna informazione utile ma Siffreni notò un particolare che ritenne importante:

Yonkers si dimostrò abbastanza nervoso e giustificò il suo comportamento dicendo che i clienti approfittando dell'omicidio avvenuto, erano scappati fuori incuriositi senza pagare il conto.

Per giunta dinnanzi alle domande del commissario, l'ombroso patatino si irritò più di una volta.

Il fiuto investigativo di Siffreni lo portò chiaramente a farlo insospettire, e nel contempo si sentì fin dall'inizio, come seguito da una figura femminile.

«Potrebbe essere una giornalista, oppure no...» pensò tra sé e sé.

Tornò all'esterno del locale e la misteriosa figura era ancora lì che lo guardava maliziosamente, come se lo aspettasse.

1
1
1

Profezia

22 April 2019

Giorni verranno in cui la Luce scomparirà. Le maschere saranno trasparenti come acqua di ruscello e le anime, nude, grideranno di terrore Giorni verranno in cui la Luce tornerà e potremo amare la Vita come fossimo tutt’uno

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
1

Il vecchio saggio

22 April 2019

Un giorno un uomo e sua figlia bussarono alla porta del vecchio saggio che viveva ai margini del paese. L’uomo si fece attendere, era vecchio ed era lento, ma tutti in paese lo rispettavano e spesso andavano a chiedergli consiglio. Il vecchio aveva girato il mondo e aveva incontrato tanta gente, [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

0
0
0

Civico 21 - 2/4

Seconda parte

22 April 2019

Intanto il suo viaggio vorticoso giunse al termine: fu letteralmente vomitata da un altro monitor con un impeto tale da schiantarsi addosso ad un'altra persona che giaceva su di un pavimento. Istintivamente per parare la caduta posizionò il palmo delle mani a terra. La borsa attutì l’urto, sollevandosi [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

3
5
22

Il truffatore

Incipit

21 April 2019

Sono un bugiardo, uno di quelli senza scrupoli, lo ammetto. Non parlo di piccole bugie, quelle che comunemente si chiamano " bianche ", ma di menzogne serie, in grado di causare danni e dolore alle persone. Perché lo faccio? Ho iniziato per gioco ed ero molto bravo, poi però ho esagerato... mi [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Francesca: Ciao a tutti e grazie per aver letto nonostante la giornata festiva e auguri [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Dalle mia parti, nel messinese, fanno le cosiddette pizze bianche, ovvero pizze [...]

1
2
9

Parodia di "La canzone del sole" di Lucio Battisti

21 April 2019

Le bianche tette/ gli occhi azzurri e poi/ le tue chiappette sode/ e la peluria tra le gambe tue/ la prugna ancor più rossa/ E la brandina rotta dove noi/ già scopavamo piano/ e le tue cosce e l'eco dei tuoi dai,/ si dai/... mi stai facendo venire/ Dove sei andata, cosa hai fatto mai/ Brutta [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
0
12

Civico 21 - 1/4

Prima parte

21 April 2019

Scriveva, scriveva, scriveva… lavorava ininterrottamente. Una confusione tremenda quella mattina. Aveva tantissime nuove pratiche da gestire che, sommate a quelle che non era riuscita a smaltire nei giorni precedenti, facevano aumentare vertiginosamente la mole di lavoro. Intanto, in basso a destra [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

2
2
11

La prima volta al mare - 2/2

20 April 2019

In testa voleva mettersi un cappellino, ma non l’aveva trovato. Aveva i cappelli lunghi sciolti e con quelli si copriva il viso. Era tempo di rientrare, il sole scottava nonostante fosse presto. Il riverbero del mare aumentava il potere riscaldante, forse poteva arrischiare di bagnarsi i piedi, [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
1
23

Come respirare

20 April 2019

Se il tempo non si fosse fermato a raccontarmi i tuoi occhi il vento gelido mi avrebbe portato via come terra. Ma le tue dita come radici intrecciate alle mie mi hanno aiutato a resistere alle tempeste. Ora ti guardo come non ho fatto mai perché tu mi sommergi con il tuo amore e poi mi lasci sulla [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
1
21

THE KILLERS

20 April 2019

Erano giorni che non usciva da quella stanza, quella squallida stanza in quella squallida pensione in quella squallida cittadina poco distante da Chicago, triste e dimenticata da tutti. E l'aveva scelta proprio per questo. Così sperava di farla franca. La Pensione della signora Hirsch, a Summit, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
5
22

La prima volta al mare - 1/2

19 April 2019

Claudia non aveva dormito per tutta la notte, tanta era l’emozione di trovarsi in riva al mare. Era la sua prima volta. Lei aveva sedici anni e non aveva mai visto il mare così da vicino. I genitori erano rimasti a dormire nella camera che era stata prenotata per loro. Lei, invece, approfittando [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
4
17

Il quadro perfetto

19 April 2019

Nel momento dell'aurora il pittore arrivò sulla spiaggia. Il suo scopo era dipingere il momento migliore, quindi si era ben organizzato, con una macchina fotografica per provare l'effetto di ciò che vedeva una volta messo su carta, quindi aveva tutto il necessario per stampare in macchina. Il momento [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: ducapaso, hai scritto un componimento a regola d'"arte", non [...]

  • ducapaso: Grazie Giuseppe, sempre troppo buono :-)
    Mi sono ricordato che bisogna [...]

3
2
15

Acquisti

19 April 2019

1) Il robot umanoide di produzione tedesca del film "Grandi magazzini" 2) L'Amiga 500 3) Soldatini di plastica, compresi gli indiani e i cowboy 4) Un tubetto di bolle di sapone 5) Tutte le sigle dei cartoon cantante da Enzo Draghi e Marco Destro 6) Un lecca lecca gigante di Arale dell'Autogrill [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Resta sempre frivolo così e fanciullesc vivrai a lungo felice

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Flavia, senz'altro farò come tu dici. Posso anche superare [...]

Torna su