Mi sveglio di soprassalto... Guardo la radiosveglia...porca miseria le 4 e mezza! Che palle, ora non dormirò più e la dannata sveglia suonerà fra due ore appena!! Si, va bene...ma cosa mi ha fatto svegliare??!!" mi domando...
Un rumore sordo, tipo un tonfo, e sembrava provenire da dentro l'armadio quattro stagioni mega costoso, con le ante in mega massello noce, intarsiato, bla bla...regalo obbrobrioso della suocera che non puoi certo rifiutare!
Ecco la' la causa dei miei peggiori incubi! Quegli orrendi decori con angioletti e diavoletti sulle ante!
Chissà forse voleva alludere alle cose "peccaminose" che si fanno in camera da letto con i diavoletti? Già! Se avesse saputo che sarebbe stato il suo amato pargoletto a scoparsi la sua badante straniera, mandando così a puttane il matrimonio..avrebbe abbondato con gli angeli!
Si già che scema! Se fosse stata in grado di intendere e di volere avrebbe di sicuro giustificato il pargolo, visto che in me aveva sempre visto un'arpia senza cuore!!
E di nuovo...ma cosa mi ha svegliato? Sarà stata la maledetta trapunta a cadere, l'avevo messa dentro male, in bilico su una pigna di asciugamani! Maledetta trapunta con gli gnomi e le fate che mi aveva fatto comprare lui ad una fiera di paese...
"Porterà bene, vedrai, e faremo tanti bei bambini...!"
E l'anno dopo ho fatto la totale! Ha portato benissimo quella cacca di trapunta oscena! La regalo alla Caritas giuro!
Uhmm,  magari prima la faccio benedire dal parroco, sia mai che questi gnomi portino sfiga invece!
Già ma le fate dovrebbero portare bene no? E allora perché non hanno scacciato gli gnomi bastardi? Sarebbe stata più bella e rasserenante, e con solo le fatine sarebbe stata tutta sul verde, e non verde e rossa! E quando la tiri fuori? A Natale? Blaaaa no! Avrebbe fatto schifo anche a Babbo Natale!!
Uffa ma devo proprio alzarmi ora per andare a vedere cosa mi ha svegliato?
E se fosse un ladro? .... Panico! Verifico che la mia ancora antipanico sia sotto le coperte! Da quando se lui
n'è andato.....ahahaha l'unica "mazza" col quale ho dormito e' quella da baseball di alluminio che tenevo nel retro del negozio! Ok c'è!
SPATAPAM!! ahhhhhhhh zompo sul letto! Mazza in mano, il cuore mi schizza fuori dalla gola, mi parte un brivido dalle chiappe alla nuca... Tremo!! Ok, mi faccio coraggio accendo la lucetta!!
L'anta dell'armadio semi aperta, e spunta fuori... La trapunta!!
Si ma come ha fatto una trapunta a far aprire l'anta!!! Mica pesa 100 chili!!!! Oddio.... Ma è tutta verde!!! E si vedono solo i rami e le foglie!!! Niente gnomi e niente fatine!! Forse li ho offesi e se sono andati!
Ecco ora manco le decorazioni di una trapunta mi vogliono più bene! Se ne vanno tutti!
Il mio destino e' di stare sola come un cane! Già con un cane! A proposito quel sacco di pulci tontolona quando serve non c'è mai!! Sa solo poltrire e rosicchiare le mie scarpe! No, beh dai, sei ingiusta!
Quando eri a terra e' stata l'unico essere vivente a rimanerti vicina!
Non ce n'è di palle, sentono lo stato d'animo delle persone, non mi lasciava scendere una lacrima che fosse una! Subito a leccarmi la faccia! Meticcia maremmano/ terranova, dolce patatona mia! Ma dove cacchio e'?
Allungo l'orecchio...eccola al piano di sotto e sta russando come trattore in aperta campagna!
Se arrivano gli alieni gli apre la porta! Pessimo cane da guardia!
Il mio sguardo sale sulle antine dell'armadio...porca miseria! E gli angeli e i diavoli? Spariti anche quelli...
Ho capito che in tempo di crisi migrano tutti ma anche loro adesso? Guardo sul comò... La foto della mia nonna meravigliosamente bella a 20 anni c'è tutta! Non t'azzardare a lasciarmi pure tu!
Ecco mi scappa una pipì da cammello! E chi ha il coraggio di alzarsi! Fosse che anche gli angeli degli asciugamani se ne fossero andati? No non ce la faccio più! Mi esce dalle orecchie! Mi alzo!
Apro la porta del bagno... Il soffitto non c'è più e piove a dirotto!! E per una che se la sta facendo nei pantaloni del pigiama, non è bello!!! Priorità la pipì, o non ragiono più!
Dopo una pipì di un minuto e mezzo quasi, smette la pioggia, alzo il naso il sole sta per spuntare, e sugli alberi angeli e diavoli, fate e gnomi che lottano fra loro in una battaglia senza quartiere!
Per quanto si battano il loro numero rimane sempre pari!
Suona la sveglia, sono le sei e mezza!
Kima mi viene incontro con una delle mie ciabatte in bocca...tutte e due no, eh si fa fatica!
Ok oggi vado alla Caritas a prendere accordi per far portare via armadio e trapunta! Basta incubi!
Armadio nuovo e trapunta nuova! Il colore? Azzurro come il cielo!
11
12
62

Lascia stare la mia mamma!

Donne: un tesoro da salvaguardare. Please stop violence

20 January 2020

Carla si appresta a rincasare stancamente, dopo una dura giornata di lavoro. È sera inoltrata e il quartiere è poco illuminato, sul marciapiede nessun passante, in strada nessuna automobile. C'è uno strano silenzio, a parte il rumore secco dei suoi tacchi. Carla decide di aumentare il passo. Non [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • U0858: Bello Giuseppe! Angosciante da morire... che racconto! Sulla pelle ho sentito [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Surya: nei bambini nutro una grande speranza, si potrebbe essere, del resto [...]

0
0
13

Kind of blue

19 January 2020

Hanno soppresso il buon sapere delle querce e dei tronchi robusti lungo la strada. Alberi immobili e pensanti. Hanno visto passare uomini e donne nei loro vestiti tutte le stagioni, e hanno visto passare me in bici col cuore spezzato e il dopo sbronza. C'erano anche la scorsa notte quando la [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
2
10

La ragazza del porto

19 January 2020

Un gabbiano e la sua compagna Un cielo senza nuvole Sole tiepido di primavera Onde che si infrangono sugli scogli rumorosamente Navi che mollano gli ormeggi Volti di pescatori con le loro rughe e le loro storie Guardandoli si leggono dentro, ma solo per chi vuole vedere Sguardi di chi ha visto [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
4
10

Turista nella nebbia

18 January 2020

Tanti anni fa, mentre mi trovavo in un paesino dell'Essex, una contea dell'Inghilterra orientale, dopo essere sceso da un autobus non ci volle molto per addentrarmi in una fitta nebbia perdendo così l'orientamento. Confesso che mi inquietai, tra l'altro avevo addosso uno zaino pesante che mi dava [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
2
5

In treno

18 January 2020

Il ragazzo è entrato con fare sospetto, perplesso, quasi schifato. Realizzai in quell’esatto momento con chi avremmo dovuto passare il resto del viaggio. Io e Vladimir, amici da una vita, tornavamo a casa dalle nostre mogli. Dicevo, il giovane è entrato e mi resi conto che era proprio schifato, [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

3
1
10

Viagra

una storia vera

17 January 2020

Spoleto, notte piena, albergo a tre stelle, camera matrimoniale di dimensioni ridotte. Lui era arrivato in quella camera travolto da una tempesta di eventi uno più intenso e sconvolgente dell’altro. Eppure non si poteva dire di lui che fosse un cinquasettenne pantofolaio e borghese, poco avvezzo [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

14
18
144

L'ascensore

16 January 2020

Oggi è il mio primo giorno di lavoro alla Duke & Nuke, una società finanziaria con sede a New York, precisamente a Hell's Kitchen, un quartiere di Manhattan. Dopo una laurea conseguita a pieni voti, aver trovato un lavoro in una sede così prestigiosa mi inorgoglisce. Prospetto un ottimo stipendio, [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Sandro Amici: Giuseppe, tu lo sai ti apprezzo; per questo mi permetto di farti alcune annotazioni. [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Sandro, ti ringrazio per il tuo commento, lo so che sei sincero e se devi [...]

5
3
12

Annibale

15 January 2020

Oggi sento i miei anni Sono ottanta se la memoria non mi tradisce Trascino le gambe a volte tra una stanza e l’altra Mi dico sempre che è perché non ho fretta Ma è una bugia con le gambe corte Mi sveglio sempre alle sei al canto di Annibale Vivo ormai solo da diversi anni La mia Anna la vedo [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

7
0
16

Favole diseducative con morale piuttosto equivoca - L'energia alternativa

Una roba di almeno sei anni fa che scrissi quando nemmeno mi era cresciuta la barba

14 January 2020

C’era una volta uno scienziato che ebbe la fortuna di fare una scoperta rivoluzionaria. Euforico, la portò a una grande convention e, arrivato il suo turno di parlare, salì sul palco con un piccolo trenino elettrico. Balbettando per l'emozione disse: -Finalmente sono riuscito a risolvere il grande [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

12
13
85

Il mio amico Gino Di Losa

14 January 2020

Sono al matrimonio di Gino Di Losa che si tiene in Puglia a Canosa. Davvero carina la sua sposa, anche se purtroppo è odiosa però ha una sorella deliziosa dall'espressione solare e radiosa. Ha una corporatura burrosa e un’espressione assai maliziosa, intuendo che di me è vogliosa. Con un pretesto [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Alice Cannizzo: Zio, sai una cosa? Mi piace questo Gino di Losa e sei bravo a scrivere ogni [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Alice, si tratta di una filastrocca nata per caso, felice anche stavolta del [...]

2
1
8

Il mio angolo di Paradiso

13 January 2020

Salii sulla montagna con mio nonno Genitori troppo presi da se stessi per ascoltare e leggere nei miei occhi quel desiderio Il nonno era un uomo forte e saggio Essere solo in montagna con i suoi animali lo avevano abituato a quei silenzi e percepiva bene nelle persone i desideri e i sogni. Lui [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

17
41
110

I due broker

12 January 2020

Due “BROKER” di Wall Street se ne stanno davanti a un bancone di un prestigioso bar di New York a bere allegramente del costoso champagne, difatti i mercati azionari si erano rilevati a loro favore. L'euforia per entrambi è alle stelle in quanto “CHIUDERE IN POSITIVO” con trecentomila dollari significa [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Alessandra Leoni: Purtroppo ti capisco benissimo, io ho avuto un periodo bruttissimo che è [...]

  • flavia: Caro Giuseppe, non abbiamo tue notizie da troppo tempo. Siamo tutti in attesa [...]

Torna su