La casa del vecchio si trovava proprio in riva al mare, una minuscola baracca costruita sulla piccola spiaggia antistante al faro ormai in disuso.

Il vecchio l’aveva costruita con le sue mani e adattata alle proprie esigenze: una cucina, una stanza e uno sgabuzzino dove potersi lavare e svolgere altre funzioni di prima necessità.

Accanto alla casa la barca in legno, bianca e rossa, era legata con una cima all’unico scoglio che si ergeva dalla fine sabbia.

Sembrava che qualcuno ce lo avesse piantato, magari durante una notte buia, per far un piacere al vecchio.

Lui però non voleva alcun favore, viveva solo da sempre, non amava il genere umano, parlava poco e stava bene con se stesso e il suo cane.

Cane, questo era proprio il suo nome, era l’unico amico fidato e il vecchio lo amava come un figlio.

“Tu si che mi comprendi” soleva dirgli “Mi dai sempre ragione, anche quando ho torto; mi offri amore senza chiedere nulla in cambio; fai la guardia come si deve e mi scaldi nelle sere fredde come una morbida coperta.”

Il vecchio aveva trovato Cane sotto alla sua barca o, forse, era Cane che aveva trovato il vecchio molti anni prima.

L’amore per il mare e per la solitudine li aveva uniti. 

Quando il vecchio faceva un fischio, Cane saltava sulla barca e, insieme, trascorrevano ore a pescare sotto al cielo ancora stellato del primo mattino.

Erano invecchiati insieme: la barba grigia del vecchio era simile al pelo ormai canuto del muso di Cane. L’andatura lenta di Cane si adeguava perfettamente con il passo del padrone, un po’ claudicante e incurvato.

Gli stessi occhi scuri, intelligenti, svegli, talora malinconici, si incrociavano più e più volte durante le lunghe giornate.

Un mattino il vecchio si alzò e chiamò: “Cane!”

Non ricevette risposta.

Cane non venne a fargli le feste, a scodinzolare e guaire in attesa del bocconcino prelibato.

“Cane!” Urlò ancora il vecchio. “Cane!” Nulla.

Per tutto il giorno lo cercò, recandosi nel centro abitato vicino, cosa per lui rarissima. Domandò a tutti se avessero visto Cane, ma i passanti, osservandolo con sospetto, gli rispondevano di non averlo veduto.

La sera giunse e il vecchio venne assalito dallo sconforto, per la prima volta sentì un gran vuoto nella sua vita.

“Caneeeee!” Urlò ancora e ancora.

Nel silenzio della notte la sua voce si confondeva col frangersi delle onde contro l’arenile.

Sedette sullo scoglio, affranto, la testa fra le mani, pianse.

Pianse come un bambino smarrito, pianse disperato, nella consapevolezza che Cane non sarebbe più tornato.

I primi raggi del mattino lo svegliarono, accecando i suoi occhi ancora umidi per le lacrime versate; si guardò attorno e sentendo un mugolio trasalì: Cane era lì! 

“Vecchio filibustiere di un cane!” Esclamò “Dove ti eri cacciato? Ma lo sai che ti ho cercato tutto il giorno? Pensavo te ne fossi andato”.

Cane era felice di vedere il vecchio padrone e non la finiva più di leccarlo e saltargli addosso, abbaiava gioioso e correva attorno 

all’uomo che, con modi affettuosi, lo rimproverava ancora.

Si misero a correre sulla spiaggia entrambi e corsero come non avevano mai fatto prima.

“Per Giove, vecchio mio! Non mi sono mai sentito così arzillo!” Esclamò il vecchio.

Prese il muso di Cane fra le sue mani grandi e callose da pescatore e lo guardò nei profondi occhi scuri, poi si guardò attorno estasiato: tutto era cambiato… fu allora che capì ogni cosa… Quello era il loro Paradiso!

Tutti i racconti

0
0
0

racconto contadino - 2/2

La Valsesia scritta

17 September 2021

Il cortile, con i pollai e le conigliere, restava quindi protetto da ogni possibile cattiva sorpresa. All'imbrunire, le donne sedevano su una panca d'abete: sferruzzavano e discutevano animatamente del raccolto dei campi o del prossimo parto di una vacca. Gli uomini delle fabbriche vicine si dedicavano [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

0
0
0

Aforisma

Introspezione

17 September 2021

Ti accarezzano il viso sorridendoti dicendo che sei una delle più belle persone che conoscono in vita loro, ma non esitano a pugnalarti in faccia alla prima occasione!

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
0

Oscure intenzioni.

10

17 September 2021

Lui alla fine si era laureato in giurisprudenza, dopo esser stato fuori corso soltanto per qualche anno, ed all’età di trent’anni suonati, aveva comunque iniziato già a lavorare, almeno per alcune ore al giorno, in quel prestigioso studio del suo anziano padre, avvocato come [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
0
5

Racconto contadino - 1/2

La Valsesia scritta

16 September 2021

Zaccaria se ne stava seduto come un patriarca sopra un sasso tondo. D'intorno, oltre il ruscello, un breve pianoro coperto di erba e di mirtilli, di arnica montana e anche di talune erbe medicinali abbastanza rare come la morella. Nei pressi della sorgente, moltissime betulle e alti faggi abbarbicati [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

1
1
6

Tutto cambia

16 September 2021

Non ho mai avuto paura della morte Fino a ora Perché non perderei la mia vita perderei te Maurizio Gimigliano © Copyright 2021

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
2

11 Settembre 2001

Istantanee

16 September 2021

L'inizio del Secolo nel segno del più cupo terrore. L'11 settembre 2001 è morto l'ideale coltivato per cultura e storia caratterizzato da opulenta tranquillità. La corrosione è ancora in atto dopo l'assalto aereo di fiamme alle Torri Gemelle del World Trader Center a Nuova York. Il giorno dell'anniversario [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
7

LE JANARE - 2/2

15 September 2021

«Che storia incredibile!», esclamai. «Vi do un consiglio, signor Antonio: mettete del sale all’ingresso della stalla e anche davanti alle porte di casa vostra, così le janare non potranno entrare», disse la signora Parini, con l’affetto di una buona vicina di casa. Seguii il suo consiglio e misi [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

0
0
7

LE JANARE - 1/2

14 September 2021

Era una notte d’ottobre cupa e silenziosa e la foschia che c’era per le strade e tra gli alberi ne raddoppiava la cupezza. Nel cielo non c’erano stelle, ma solo una pallida luna, mezza immersa in un mare di cirri lunghi e sottili. Mi svegliai nel cuore della notte, mi era sembrato di sentire qualcuno [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

1
1
10

Incancellabile

14 September 2021

Neanche il cuore sapeva mentre incredulo continuava a tremare Danzava in un suono segreto lapidato dalle lunghe attese Indecifrabile lei ferma sul bordo del letto osservava il risultato di un semplice sguardo Troppo uguali si erano trovati nello spazio di un sogno in cui continuavano a raccontarsi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
10

Opinioni diverse.

9

13 September 2021

Certi pomeriggi li trascorro quasi interamente dentro la mia stanza, uscendo da qui soltanto quando ormai è ora di cena, al momento in cui mi corre l’obbligo, così come desidera rigorosamente mio padre, di indossare le scarpe ed un abito adeguato prima di presentarmi in sala da pranzo [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Adribel: Un testo che mi sembrava pesante ma che ho letto fino ala fine apprezzandone [...]

3
9
18

In quel momento

13 September 2021

E' in quel momento che si alzò quel colpo di vento Né un attimo prima né un attimo dopo Come un bimbo birichino che solleva la gonna della propria madre, così la sollevò a me La cercai di trattenere giù il più possibile Era a fiori molto piccoli e color lilla Mi girai intorno nella speranza che [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patapump: grazie di nuovo a tutti :). mo' me magno la seppiolina :)

  • Vicky: Bella e molto delicata.. Mi è piaciuta 👏

2
3
10

Se ci innamoriamo

Block notes

12 September 2021

Questi momenti sono e saranno nostri per sempre. Amiamoci. Tienimi stretta la mano. Uniamo con un forte abbraccio il nostro corpo con il nostro spirito. Namasté. Ansimando avvinghiati sotto le lenzuola, in una calda serata estiva pulsano forte anche i nostri cuori. Fluidi e baci. Questo è quanto, [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su