Oggi non si trova più nessuno a continuare questo mestiere perché i tempi sono cambiati e la globalizzazione, il mercato, porta ogni prodotto nelle tavole dei consumatori a prezzi più ridotti possibile, vuoi per la commercializzazione industriale, vuoi per far arrivare al consumatore un prodotto più perfetto esteticamente. Infatti il pipittone, il cedro, oggi è il risultato di alchimie chimiche, così come vengono trattati  tutti i prodotti agroalimentari che devono soddisfare diversi parametri come l’estetica, la qualità e la dimensione prezzo concorrenziale. E quindi è facile incontrarli nel reparto ortofrutta di un iper-magazzino, insieme a tutti gli altri prodotti importati e non come risultato delle politiche mondiali commerciali e concorrenziali. È normale incontrare agrumi che un tempo erano lo splendore della conca d’oro e che erano il vanto di tutta un’economia isolana conosciuta nel mondo, frammisti a quelli che arrivano dall’area mediterranea dell‘Africa, o  che sono il risultato di sperimentazioni agricole in serra o in altre dimensioni climatiche artificiali. E il pipittunaru, il venditore di cedri da consumare in loco,  è ormai scomparso.

Era sempre un “signore”, con tutti i crismi del venditore professionista: grembiule, cappello e coltello affilatissimo,  che sapeva scegliere i frutti più grossi, tagliarli e offrirli ai clienti con tutta la sua “pappa” fresca di frigorifero e che riusciva a dissetare nei giorni di calura estiva forse meglio di una granita e a saziare come una fetta di carne “vegetale”.

Da Trabia arrivava anche una produzione di eccellenza, tanto che la variante era il “pirittuna". Provieniente  dall’Asia sudorientale, probabilmente da India e Birmania, è persino citato da Plinio il Vecchio, classificandolo nella sua Naturalis Historia. E di questo Pierino se ne vantava sempre.

I mei arrivano da Trabiama, cci sunnu puru chiidi Palermitani e sunnu ruci comu u zuccaru. Mittiticci u sali e manciativilli a stricasali”, abbanniava il ragazzo davanti lo stadio “Renzino Barbera”, mentre i tifosi si approssimavano per entrare allo stadio ad assistere all’incontro di calcio del Palermo Football Club.

Era un rito domenicale. Un pezzo di pipittone per portare fortuna alla squadra del cuore! E a volte il sortilegio riusciva, tanto che ci fu un anno che il Palermo era riuscito a salire in Serie A.

Poi, poco  a poco, la bancarella non ci fu più. Pierino ora bazzicava fra i lidi di Mondello per vendere il suo pipittone palermitano. E con il passare del tempo, fra fast-food  all’americana, ristorantini cinesi e rosticceria per tutta la notte, il pipittunaru non ci fu più.

E per anni lo abbiamo cercato, sperando che il Palermo potesse risolvere i suoi problemi finanziari e  di marketing calcistico e ritornare in serie A.

Tutti i racconti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

3
7
24

Aforisma

30 January 2023

Tra le stille dell'irresoluto passato i tremori dell'anima coltivano germinali di ottimismo, a illuminare quella pace che vuol rincuorare col suo abbraccio ogni vicissitudine!

Tempo di lettura: 30 secondi

4
9
27

SIGNOR CONIGLIO

29 January 2023

Sono passati molti anni ormai, ma il suo ricordo è ancora vivo in me e mi accarezza come allora. L' appartamento dei miei ha un terrazzo molto grande, che ai miei occhi di bambina sembrava gigantesco, e nelle assolate ore del primo pomeriggio, estivo o primaverile, in cui non si poteva scendere [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

6
35
55

Chi trova un amico trova un tesoro

e io di amici ora ne ho tre

29 January 2023

Del valore e del significato dell'amicizia se ne parla da sempre, si sono scritti milioni di libri, milioni di canzoni, cinema, teatro, televisione hanno ampiamente narrato storie di amicizia, tutti sappiamo cosa sia, che ci gratifichi oppure ci deluda l'amicizia è necessaria e vitale, Mario er [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Roberta21: gli amici...sono davvero rari,ma quando li trovi sono un bel dono😀

  • Walter Fest: Roberta21 e' sempre un piacere averti qui, che aggiungere alla tua riflessione? [...]

1
0
4

Aforisma

28 January 2023

È puro quell'estratto sgorgato a fiotti dal profondo di me stesso per offrirlo a te come unguento di predilezione, cospargendolo sul tuo cuore sofferente di mal d'amore per guarirti nella mia sostanza!

Tempo di lettura: 30 secondi

1
3
20

IL GATTO MERAVIGLIOSO

THE WONDERFUL CAT

28 January 2023

Con l’arrivo del nuovo anno il meraviglioso gatto, viaggiò di nuovo nel tempo del suo racconto che rivelò il suo essere fantastico. Emerse così un essere secolare, un immagine amorosa e fragile come il tempo avvenire. Egli s’immedesimò in vari concetti che esplosero nella dolce armonia, nate [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
12
20

Bianche latte

27 January 2023

Si divertiva a girovagare tra quelle cataste di lamiere ammaccate, rugose di ruggine, che prima di trovare eterno riposo tra rigagnoli d’olio e acqua erano state giunoniche automobili. Alcune erano state abbandonate per vetustà, altre erano state abbraccio mortale, altre ancora erano state mezzi [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patapump: avevo scritto qualcosina di simile, mi sembra si xhiamasse " lo scasso" [...]

  • Walter Fest: Ciao a tutti, purtroppo ancora nisba mail, in teoria Andrea al momento che [...]

0
2
9

Teuta Sulaj , poeta

Un libro di esordio

27 January 2023

Il primo libro di Teuta Sulaj, poeta. Abbiamo letto e riletto le poesie della prima raccolta pubblicata e scritta da Teuta Sulaj e dobbiamo subito rilevare che queste liriche redatte con grande e semplice umanità ci hanno lasciato molto ben disposti verso le insopprimibili esigenze dello spirito [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
1
2

Aforisma

26 January 2023

Parole increspate tra di noi in ingestibili emozioni altalenanti in campana, pronte per romperla e spiccare in volo verso livori che tinteggiano una fine.

Tempo di lettura: 30 secondi

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

3
5
16

IL TEMPO PUÒ ASPETTARE

Eva

26 January 2023

Era l' imbrunire di una fredda e serena giornata di gennaio. Eva indugiava, seduta col cappotto nello sdraio in giardino, lo sguardo smarrito nelle striature rossastre del cielo, che dipingevano di nero gli alberi in lontananza. Respirava lentamente, assaporando la bellezza e la poesia dei profumi [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • NickBen: "li dove gli universi si sfiorano"

    mi piace moltissimo.
    Complimenti.

  • Astrid: NickBen grazie 🌷

5
9
24

Solo

25 January 2023

Solo quando sentirai quel leggero vento sulla schiena, ti girerai e mi vedrai, come fosse la prima volta Solo quei piedi si bagneranno per prendermi tra le tue braccia Solo quelle labbra confonderanno il sale e la mandorla Solo noi due ed il cielo Seulement quand tu sentiras ce léger vent dans [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
8

Aforisma

24 January 2023

Leggiamo storie adorne di ogni genere di fantasia colme di sentimenti in cui ci lasciamo cullare dalle commozioni, ma poca è la voglia di leggicchiare le pagine della nostra vita.

Tempo di lettura: 30 secondi

7
20
25

Teodora e Laerte

24 January 2023

Si conobbero tra i banchi del ginnasio, Tea e Lae. Fu un colpo di fulmine, ma non amoroso; era molto più profondo e penetrante. Erano contemporaneamente il sole e la pioggia, la calma ed il vento. Studiavano insieme, bighellonavano per i viottoli di campagna insieme. Sulle panchine del parco lui [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Patapump: un genere in cui non mi sono mai cimentato, ma in maniera dotta, i richiami [...]

  • Andrea Occhi: @patapump Tu mi conosci anche altrove...sono fra amici di scrittura e lettura...ti [...]

Torna su