Amici lettori, ho il piacere di annunciarvi che con oggi apriamo questa nuova rubrica dedicata al vostro oroscopo. Siete seduti su bus? La metro fà zig, zag? Alla fermata aspettate il tram? Molto bene, il vostro oroscopo mentecatto vi allieterà il viaggio e la vostra giornata del giorno, ma comunque, dovunque vi troviate, il vostro mentecatto di fiducia vi guiderà, non prendetevela con me se sbagliate strada, probabilmente sono mentecatte anche le vostre stelle.

Bene cominciamo con il segno del...

ARIETE

Siete favoriti dalle stelle marine, prendetevi una bella vacanza. Lasciate perdere i consigli di Giove, ultimamente ha alzato un pò troppo il gomito, pertanto state a sentire a me, mettevi il vostro costume preferito, se preferite anche nude look, e poi tuffatevi nel mare della felicità. Se non avete ancora un anima gemella, inventatevela.

TORO

E' inutile che carichiate a testa bassa, state calmi se potete, è un periodo di alti e bassi e rischiate capocciate sonore, ma non perdetevi d'animo, avete la testa dura. Il vostro mentecatto oroscopiere vi consiglia di mettervi un casco stereofonico. Siete al verde? Allora vestitevi di giallo. Avete bucato una ruota? Riparatela con il chewing gum. Il consiglio di Marte è fatevi una bella risata.

GEMELLI

State sempre a pensare alla pecunia, al dollaro, all'argiàn... in fondo non siete i soli, mettetevi in fila ma accontentatevi, mica siete Paperon de Paperoni. Dovreste farvi una bella vacanza in tenda. Non sopportate le zanzare? Provate a parlarci. Insomma in questo periodo siete incontentabili, fatevi lo shampoo tutti i giorni con la cocacola.

LEONE

Adesso basta con le vostre manie di protagonismo! Questo periodo vi è favorevole, tutti vi amano, la salute è da tirannosauro, i soldi vi escono dalle orecchie, non avreste mica da prestarmi 100 euri? No? Vabbè almeno offritemi un cremino, in fondo vi và tutto bene, che volete che sia se è una settimana che pestate le cacche dei cani del vicinato... Consiglio per la notte, se russate sognate di giocare in porta contro CR7.

VERGINE

Amore alla grande, ma non vi si fila nessuno, soldi spendete troppo, a volte pure troppo poco, la salute, ehhh... provate a smettere di fumare, ha detto Mercurio che gli state facendo girare i cojomberos e se non la piantate manderà sopra la testa del vostro migliore amico la nuvoletta di Fantozzi. Consiglio mentecatto... ascoltate solo musica Simosuga.

BILANCIA

Saturno è con voi, vi ha preso in braccio, accipicchia quanto pesate! E' ora di mettervi a dieta, non volete fare la prova costume? Siete nudisti? Avrei delle belle foglie di fico a prezzo speciale e se la coppia scoppia solo per questa settimana prendetevi in tandem della camomilla al friz. Improfumatevi le parti intime con della lavanda di pistoni usati e la pace amorosa e armoniosa ritornerà. Ha detto Saturno, quando lo pagate.

SCORPIONE

Amici miei mettetevi l'anima in pace, per questo periodo tutto vi va bene, vi manca il lavoro, l'amore ha le vele sgonfie, per la salute ascoltate il dottore che è dentro di voi, ha detto che mangiate troppe merendine... insomma, siete al top tendente al flop, peccato che siete troppo nervosi, ma tranquilli, siete troppo calmi per perdere la gigiogigia. Consiglio mentecatto, ascoltate musica Pirimpimpina mentre vi fate la doccia e fatevi lavare la schiena da Nettuno... paura eh?!

SAGITTARIO

In questo periodo vestitevi di rosso, un rosso tendente al giallo con delle sfumature verdine vagamente ocra, e tutto passerà, lo dice pure Orione in accordo con l'anima gemella Franca, pertanto godetevi questo momento soft. L'amore impazza, ma è normale per dei pazzi come voi e allora come alternativa pazziate a tutte l'ore ma fatelo in silenzio che i vicini non dormono mai. Per la salute abbondate con porchetta e cipolla, per i soldi arriveranno, provate a giocare al superenalotto. L'oroscopo mentecatto non ha consigli da darvi, tanto fate come vi pare.

CAPRICORNO

Il sole splende sul vostro umore, non fate i lunatici, l'amore sta dalla vostra parte, perchè girarvi? Ma allora siete proprio una fetenzia!? Il lavoro c'è ma non si vede, attenzione al mal di gambe, non camminate troppo, ogni tanto fermatevi a bere un caffè in compagnia, sempre la stessa che vi critica e voi criticate loro, mettetevi d'accordo facendo una partita al flipper, ve lo dice pure Urano.

ACQUARIO

La situazione è fantastica, tutto vi riesce perfettamente, anche la pigrizia vi impigrisce ma voi non fateci caso, lasciatevi cullare dalle onde del mare che vedete in cartolina, con l'aiuto di Giove i sogni si avvereranno. Se non accade prendetevela con Plutone. In alternativa fatevi uno shampoo di nutella di sicuro vi diranno che siete dolci.

PESCI

Però, queste stelle sono proprio birichine, vi danno e poi vi levano, voi per ripicca fate un salto, ridete a più non posso, ve lo consiglia il mentecatto oroscopicchio, in fondo all'orizzonte un arcobaleno di colori virtuali vi aspetta. Nettuno non c'è, Marte se ne andato a pesca, Giove è impegnato di là, non vi rimane che prendervi un gelato al cocomero in salita, non pagatelo lo offre la ditta.

 

E con questo ultimo segno termina l'oroscopo più mentecatto di letturedametropolitana, pertanto vi saluto, vi ringrazio e vi aspetto al prossimo appuntamento con il consiglio per la sera di Mario il marziano... se volete vedere le stelle, compratevi un binocolo.

1
1
3

ARIA TERSA

20 January 2019

ARIA TERSA Travolti da un mondo impazzito Inondati da una schiuma assordante Non riusciamo più ad ascoltare La voce del silenzio. Frotte di insetti inutili Si accavallano nel nostro pensare. E l’immagine dello specchio Torna Sempre uguale a se stessa A riflettere un sogno incompiuto. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
1

luna o cocci?

Quando walter fest scrive è jazz!

20 January 2019

Quando non sai che scrivere, scrivi, scrivi senza paura di sbagliare, questa volta faccio un eccezione, scrivo senza carta e penna, stò alla tastiera e scrivo, mò che ci penso mi paicerebbe la tastiera di un piano forte, anzi le corde di una chitarra, anzi no, voglio cantare tanto a parole se stono [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
0
2

Io lo conosco l'amore

20 January 2019

Ho attraversato il bosco di notte per poterti abbracciare ma tu non c'eri. Ho accompagnato tramonti fino all'alba per scoprire i tuoi occhi timidi ma tu non c'eri. Ho ascoltato i lamenti del vento nelle lunghe giornate passate a pensarti ma tu non eri li. Ho inseguito le ore e poi i giorni per [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
2

Raccontami una volta più piano

19 January 2019

Raccontami una volta più piano. Eravamo nati nello stesso posto o giù di lì, le case scorrevano in sequenza, c'era qualche attività che si distingueva dalle altre e potevi prenderle come veri e propri punti di riferimento quando dovevi indicare qualcosa a qualcuno che si era perso. I nomi delle [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Puccia: Ricordi arruffati da districare piuttosto difficile il farlo

2
1
4

Impressioni

19 January 2019

Sfilacciati giorni scalzi di pensieri si rincorrono incessanti nel respiro assiduo delle ore in una lenta diaspora continua di me stesso come fine sabbia dentro una clessidra ... e dopo una notte di sogni e scarpe rotte guardo le luci d'alba su una falesia bianca mentre nel cielo vola [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
4
5

Album vuoto

19 January 2019

Cammino rotolando sui miei passi stanchi. Soffia i vento la mia lenta orma e beffarda saluta senza rumore. Abbraccio la salita che mi corre incontro e adagio ripongo le mie pagine vuote. Un quaderno di ricordi che riempir non so.

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Antonella, mi mancavano le tue poesie. Scrivi veramente bene e hai il [...]

  • Anto61: Grazie
    Sei sempre molto attento e sensibile con le tue sincere e sentite [...]

2
1
17

LE COLPE DEI PADRI

18 January 2019

Alessandro Perissinotto, scrittore torinese, classe 1964, ci accompagna e ci porta a conoscere ed incontrare vicende della STORIA di Torino dal dopoguerra ai giorni nostri, raccontando delle evoluzioni, in positivo e in negativo, della Grande Madre, la FIAT, che si intrecciano con la Storia, le [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
2
15

Senza mi ricorderai ?

18 January 2019

" Mi ricorderai " le chiese con un filo di voce "quando non ci saro più? " Lei lo guardò come si guarda un fiore appena sbocciato con infinita tenerezza e sussurrando rispose " Si ricorda chi è passato nel tuo cuore. Non chi è il tuo cuore perché vive dentro finché tu vivrai ". E nella carezza [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

5
5
22

Il potere di un sorriso

18 January 2019

Non pensavo di poter volare di nuovo. Tutto era buio, non distinguevo nè le forme nè i colori. Ma il sorriso, quello, non si è mai spento. E anche nell'oscurità l'hai notato. Ora non ho più paura del buio. Ora sono felice E fortunata. Tutto qui.

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
8

BAMBINI SENZA SORRISO

17 January 2019

Cari bambini, è a voi che mi rivolgo, vittime innocenti di un mondo insensato che vi ha sottratto ogni speranza di futuro, di libertà e di felicità. Quel mondo del popolo degli Adulti che, a costo della propria vita, avrebbe dovuto proteggervi dalle insidie del male e curare le vostre ansie e paure.. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
3
13

E che Kaiser!

16 January 2019

Una sera al bar eravamo io Jack Kerouac, un pronipote di Keplero e Kekko dei Moda' che facevamo discorsi sulle discese in kajak nei fiumi del Klondike sorseggiando del Kirsch con una fetta di kiwi, quando dalla porta d'ingresso entrò Kirk, un vecchio membro del Ku-Klux-Klan declamando passi [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Rara avis: Oh kacchio, grazie Scili (The king of komments) per
    l'apprezzamento, [...]

  • Puccia: Mi hai ubriacato, sempre piaciuto.

3
3
11

Il gioco del pallone

16 January 2019

Davanti casa mia c'è un campetto di calcio. Erbetta sintetica e vecchia, le porte senza una rete. Sembra proprio un campetto abbandonato, ma ogni sera si riuniscono lì dei ragazzini con un pallone. È ben illuminato dai lampioni della strada, e essendo una zona che ha una brutta nomina in città, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Puccia: Veramente bello la nostalgia è sempre vincente nei racconti.

  • Giuseppe Patti: Ciao e grazie, e pensare che messo il punto finale ho pensato "Questa [...]

Torna su