Fantasmi, zombie, vampiri, lupi mannari, ma che cavolo! Si sono scatenati i miei colleghi?

È un periodo che l’ispirazione principale nel nostro amato sito è quella!

Horror!

Maledizione, forse dovrei provare anch’io a cimentarmi.

Devo essere originale… difficile, ormai è già stato detto tutto, riesco facilmente ad immaginarmi Raffaella e Cristian che iniziano a leggere il raccontino, iniziando a sbuffare dopo le prime tre righe. Chi sarebbe dei due a darmi il verdetto negativo? «Caro amico scribacchino, il tuo racconto sarà pubblicato il 30 febbraio. Prendere o lasciare! Lasci, vero?». Mah!

Devo rassegnarmi, sono negato nella scrittura, è giusto che mi schifino, me lo merito!

Non mi sono presentato, mi chiamo Gennaro, mi conoscete come “Just a Gigolò”, single, impiegato, topo di biblioteca, ma torniamo a noi.

Dovrei alzarmi, sposto il computer nella parte deserta del letto, cerco su Google la foto di una donna nuda che dorme e la metto come desktop… ecco, questa che è di spalle con un braccio sotto il cuscino e le gambe divaricate è perfetta! «Buonanotte amore, ti ho distrutta stasera? Hai dovuto dire basta, mi hai implorato di smettere, me lo ricordo bene!»

Shhh, si è addormentata subito, non devo fare rumore, sennò mi costringe a ricominciare, giro lo sguardo dalle sue natiche e contemplo il soffitto.

Un rumore spaventoso, la porta si apre lentamente con un cigolio sinistro

«Mortale, anche tu non hai mai oliato i cardini? Tutte le case in cui vado  hanno questo difetto, ormai tutti i film di serie Z lo sfruttano! Che rottura! Buonanotte, mi chiamo Draculo e prima che mi chiedi il perché, odio i nomi maschili che finiscono con la A».

«Ma lei è un vampiro!!»

«Ma come hai fatto a capirlo? Bravo, ti manderò ai “soliti sospetti”, raiuno ore ventuno! Tutta questa perspicacia nell’indovinare i mestieri non può passare inosservata! Oh, cavolo, è vero, sei la mia cena, non puoi andare in trasmissione! Vediamo se indovini anche il mestiere di questa diafana ragazza seminuda di nome Ludmilla che mi segue».

«La sua seguace che ha il compito d’immobilizzarmi mentre lei mi vampirizza?»

«No, ho scoperto che se Ludmy si mette sopra la vittima per bloccarla, quella si eccita e pompa tutto il suo sangue per drizzare l’uccello! L’ultima cosa che desidero nella vit… ehm… morte è succhiare il sangue da quella parte!»

«Quindi? Ho capito! Ha il compito di spegnere la mia voglia di sesso, in modo che lei possa nutrirsi dalla parte giusta, il collo?»

«Ti piacerebbe, vero? Purtroppo per te no, deve solo portarsi dietro una tanica da cinque litri per il sangue che avanzerà dal tuo corpo, ormai con i sistemi moderni copiati da Masterchef, il sangue si può conservare nell’abbattitore invece di sprecarlo inutilmente. Si purifica e può essere mandato all’ospizio vampiri, per quelli che non sono più autosufficienti».

Con un balzo salto sul letto, recupero due ammazza mosche e…

«Vade retro!»

«Hai fatto una croce? Ma sei cretino, non crediamo più a queste cose, forse mi avrebbe fatto più paura una foto di Salvini!»

Un rumore spaventoso, (Nota di Raffaella: Un altro? Ti ripeti) la porta viene buttata giù dalla forza sovrumana di un Lupo Mannaro che si scaglia sulla ragazza che era rimasta vicino alla soglia, le strappa i vestiti di dosso per poi iniziare a sbranarla.

Io ed il vampiro rimaniamo immobili, poi si gira e mi dice: «Va bene, te lo concedo, una scena molto eccitante, ho sempre ammirato il suo corpo, all’epoca non la uccisi per questo! Beh, ora dovrò aspettare che ti sgonfi, intanto mi libero di quell’ammasso di pulci: vieni qui, a cuccia, ti ho detto a cuccia!»

Gli occhi rossi del vampiro s’illuminano, il Lupo Mannaro soggiogato inizia a guaire, reclina la testa e abbassa le orecchie.

«Mi tocca cercare un’altra donna e succhiarne solo un bicchiere di sangue per non farla morire, spero di non dover rimpiangere le tette di Ludmilla».

Sono interessato: «Questo mestiere possono farlo solo le donne? Potrei offrirmi volontario, sarei sempre fedele, tanto una succhiatina al giorno non mi farebbe male, mangerò molta carne per recuperare, mi trasferirò in Toscana!»

«Guarda, capiscimi, non è per omofobia, ma se permetti preferisco una bella gnocca, quando mi sposto per convegni faccio la mia porca figura».

«Scusi, ci ho provato».

«Tranquillo, era un tuo diritto! Se eri un tipo allegro ci avrei pensato, il riso fa buon sangue, ma hai una faccia da sfigato che non mi piace proprio».

Un rumore spaventoso (NDR: Se non l’uccide il vampiro, lo faccio io) la porta viene tirata su e gettata lontano da uno zombie che, prendendoci di sorpresa, mi morde ad un polpaccio prima che Draculo riesca a colpirlo in testa, decollandolo.

«Dovevo capirlo subito, tu porti sfiga! Tutto il tuo sangue sprecato, Ludmilla sbranata, una nottata sprecata, mi rimane solo questo lupacchiotto inutile».

«Ma io sto morendo!»

«E allora? Sarebbe successo ugualmente, anzi, così diventi uno zombie e continui a gironzolare in zona. A Vlad!»

«Cioè?»

« È il nostro addio, cretino, ragionaci!»

Mentre sparisce mi alzo dal letto, sono sveglio, era solo un incubo!

(N.D.R. Giuro su Asimov che lo uccido! Non lo pubblicherò mai)

Raffaella lo lascia in evidenza sul computer e scende di corsa al bar per cercare di riprendersi, Cristian arriva in ufficio un’ora dopo, sbircia il computer della collega, vede il raccontino, pensa che lei voglia pubblicarlo e lo mette senza leggerlo tra le uscite del giorno 6 giugno 2017!

2
1
7

La prima volta al mare - 1/2

19 April 2019

Claudia non aveva dormito per tutta la notte, tanta era l’emozione di trovarsi in riva al mare. Era la sua prima volta. Lei aveva sedici anni e non aveva mai visto il mare così da vicino. I genitori erano rimasti a dormire nella camera che era stata prenotata per loro. Lei, invece, approfittando [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • flavia: Molto bello come tutti i tuoi scritti e mi hai saputo trasmettere l'emozione [...]

0
0
5

Il quadro perfetto

19 April 2019

Nel momento dell'aurora il pittore arrivò sulla spiaggia. Il suo scopo era dipingere il momento migliore, quindi si era ben organizzato, con una macchina fotografica per provare l'effetto di ciò che vedeva una volta messo su carta, quindi aveva tutto il necessario per stampare in macchina. Il momento [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
9

Acquisti

19 April 2019

1) Il robot umanoide di produzione tedesca del film "Grandi magazzini" 2) L'Amiga 500 3) Soldatini di plastica, compresi gli indiani e i cowboy 4) Un tubetto di bolle di sapone 5) Tutte le sigle dei cartoon cantante da Enzo Draghi e Marco Destro 6) Un lecca lecca gigante di Arale dell'Autogrill [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Resta sempre frivolo così e fanciullesc vivrai a lungo felice

3
3
12

Scalata

18 April 2019

Un tonante appello o cosa? Non si tratta dell'eco, ne sono sicuro. Le alture sono rivolte verso di me e hanno chiamato il mio nome. Mi sfidano a salire e a confrontarmi. Non sono un alpino e non dispongo della tenuta giusta. Che fare? Dai, posso farcela, stare fermo equivale a morire e io voglio [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Flavia, grazie, senz'altro farò come tu dici, testa dura [...]

  • Walter Fest: Minchia che roba!!!... A parte il parallellismo con fatti intrinsechi e personali, [...]

1
1
8

Regalami una storia

18 April 2019

II vecchio si alzò a fatica, le ginocchia dolenti, un pacco di libri tra le mani. Come gli era venuto in mente di mettere ordine? Erano anni che le cose andavano avanti così, alla rinfusa. Per modo di dire, andavano avanti. Si guardò intorno. Un tempo era stata una bella libreria, non tanto grande, [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

2
6
18

Un'altra occasione - 3/3

18 April 2019

Si fermò a comprare un mazzo di rose, si sentiva di aver avuto una seconda occasione che voleva sfruttare al massimo. L'aver organizzato un fine settimana al mare, poi, sembrava cadere a pennello con i suoi propositi: si sarebbero rilassati lontani dalla routine quotidiana, lì ricominciare sarebbe [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • ducapaso: Mi sono sentito nei panni del fedifrago, non so se era più stretto il [...]

  • Francesca: Grazie cercherò di farlo!

1
2
10

No english, no party

17 April 2019

Oh, my God ! È già molto tardi così mi sparo dentro un bar per un rapido breakfast, un soft drink, due muffins, 10 euro, pronti, cash. Sono in ritardo per il breefing prima della convention sul marketing riguardo le sneakers made in England da vendere negli outlets degli USA. Corro al terminal, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Cool!!!
    Un americano a Letture da Metropolitana. Yessssssssssssss!!!
    Like? [...]

  • Rara avis: E.... le strisce... sarà colpa di quelle?
    Mi sa che devo cambiare [...]

4
5
17

Perché?

17 April 2019

Da quando ti ho vista il mondo è cambiato. Come se fossi stato finora immerso in una bolla da cui non potevo vedere la vera bellezza. Come se finora il mio tempo fosse passato inutilmente. E le domande mi assalgono. Perché ora? Perché tu? Perché io? Ma in verità le risposte non mi interessano. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
5
17

Un'altra occasione - 2/3

17 April 2019

Il mattino seguente Paolo aveva in agenda un incontro importante. Quando arrivò in ufficio il suo capo, Antonio, e i nuovi potenziali clienti erano già seduti al tavolo nella sala riunioni. Antonio iniziò a presentare l'azienda, Paolo aprì il portatile davanti a lui per controllare le email: ne [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • ducapaso: Noto che hai cambiato timbro: ai siamo ambientati nella quotidianità [...]

  • Francesca: Ciao Ducapaso! Si , cambio.. e ricambio: sono sempre nella mia fase "sperimentazione".. [...]

1
1
28

38 e 39 AMORE CALDO

Quando due gradi della febbre si trovano in momenti di forte intimità

16 April 2019

38 e 39: Amore caldo Due cifre innamorate che si toccano tanto bene. 38, uomo, temperatura calda e voglia di soffrire. 39, donna, temperatura elevata e voglia di uccidere. O dolci vulcani, già separati affliggete come feroci cani, ma uniti seminate nere tempeste. 38, sudato e interno scotta [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

4
5
15

Un'altra occasione - 1/3

16 April 2019

Sdraiati su un fianco, coperti solo da un leggero lenzuolo, lui l'abbracciava da dietro, accarezzava la sua coscia e sprofondava il viso tra i suoi capelli. < adoro l'odore della tua pelle >. Lei sorrise soddisfatta, senza che lui potesse vederla. < devo andare ora >. < di già? > [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Francesca: Flavia devi pazientare.. altre due puntate per finale

  • Puccia: Brava, inizio intrigante aspettiamo il proseguo!

4
5
17

Lo spettro del passato

16 April 2019

Quella sera uscii di casa. Avevo la luna storta e non la smettevo di lamentarmi per ogni stupidaggine. E il freddo di qua, e l’umidità di là. Ribadivo a me stesso quanto fosse triste l’autunno. “Non mi sorprende che Halloween sia in questa stagione”. Camminavo accostando il lato del marciapiede [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

Torna su