[N.d.R.] Questo racconto può essere gustato meglio dopo aver letto "Il Mimo" dello stesso Autore

 

«Mi chiamo Marco Restelli e sono il nuovo fattorino» dico con l'aria più disinvolta che riesco a mostrare. «Ciao, sono Anna Arlati, una delle due segretarie dello Studio. Il dottor Galbiati non è ancora arrivato. Ti faccio aspettare in salottino, vieni»

Sono arrivato con largo anticipo sotto il portone di via Senato, dove al terzo piano ha sede lo Studio commerciale 'Galbiati e Associati'. Ho percorso tutta la via fino ai giardinetti. Sono entrato nel bar sotto lo Studio per bere un caffè. Ho cercato di immaginarmi durante le pause delle future giornate lavoro.

Sono le nove e dieci e ancora aspetto, seduto a questo tavolo per riunioni, in questo salottino con le pareti nocciola e delle brutte stampe di paesaggi alle pareti. Che sia un test per misurare la mia disponibilità? Be è finita! Faccio per alzarmi ma sento la porta che si apre ed entra un tipo sulla sessantina, capelli e pizzetto bianchi, jeans, camicia candida, giacca blu sulla spalla appesa all'indice della mano sinistra. «Piero Galbiati» si presenta sedendosi davanti a me, «deve scusarmi per il ritardo ma Il traffico...». Mi presento stringendogli la mano. Penso: “Una buona scusa, spero che in futuro potrò usarla anch'io".

Per una decina di minuti, cerco di raccontargli i miei ventidue anni di vita. La nascita al quartiere "Isola", qualche cosa sulla mia famiglia, gli studi dell'obbligo, le esperienze di lavoro rigorosamente in nero (alcune le ometto e altre le invento), i miei interessi più presentabili come musica e film. Insomma tutto come si usa. Notando nei suoi occhi un interesse pari a quello per un bicchiere d’acqua da parte di un ubriacone, mi zittisco. Del resto mi deve assumere come fattorino, mica come Amministratore Delegato. Adesso tocca a lui. Parla per una mezz'ora dello Studio. Ascolto con l'aria più interessata che mi riesce d'assumere. Riesco a trattenere che: lo Studio è composto di dieci professionisti associati, metà sono avvocati e metà commercialisti; seguono gli affari legali e la contabilità di un numero variabile di società italiane ed estere (mai andati sotto cento aziende); l'organico è composto di quindici contabili, due segretarie e adesso un fattorino. Capisco dal suo tono soddisfatto che gli affari stanno procedendo stranamente bene dati i tempi.

«Voglio raccomandarti», noto che il dott. Galbiati è passato al "tu", «di mantenere l’assoluto riserbo su tutto ciò che maneggerai, vedrai e sentirai nelle tue funzioni. Anna ti farà firmare un impegno di segretezza cui dovrai attenerti pena il licenziamento e sanzioni penali. Sarai coordinato dalle due segretarie che finora hanno svolto quello che ora è il tuo lavoro. Vai pure con Anna che ti mostrerà lo Studio e ti presenterà a tutti» Sono tentato di mettermi sull’attenti e di rispondere "signorsì". Per fortuna mi limito a sorridere, a sussurrare «va bene» e a pensare "stronzo!". Chiude ordinandomi un classico «buon lavoro!» e andandosene fischiettando. (Marco, però non sa che il dottore sta pensando a quando aveva la sua età. A quel tempo si sarebbe trovato sempre in quella zona, ma a quasi cinquecento metri più in la nelle assemblee cittadine, in “Università Statale". Se avessero contestato uno come "lui-adesso", a quei tempi, avrebbe condiviso. Il dottore smette di fischiettare.)

Ok, si comincia, non sembra proprio la vita dei mie sogni ma cerco di pensare positivo. Avrò regolarmente uno stipendio. Potrò rispondere senza improvvisare quando mi chiederanno che lavoro faccio. Sarò anch'io una piccola rotella del tutto. Forse riuscirò perfino ad avere una pensione. Fine. Non mi vengono altri aspetti positivi. «Posso, però, sempre tornare a fare il mimo!» mi dico perché sento arrivare l'angoscia unita alla sensazione d’avere fatto la cosa sbagliata.

Mi torna in mente la ragazza bionda che passava tutti i giorni vicino alla mia postazione, davanti alla Rinascente, nella mia vita precedente (solo qualche giorno fa). “Per favore, non andartene dalla mia vita. Non lasciarmi ferito!” Un’invocazione che avrà presto risposta

 

 

 

 

 

 

 

Tutti i racconti

2
3
8

Una trasferta inaspettata - 1/2

Le indagini di James

12 May 2021

Il nome del vice ispettore Giovanni Calamaretti iniziò ad apparire sugli articoli di cronaca nera in alcuni quotidiani, qualcuno osò pubblicare anche una sfocata fotografia dando comunque l’idea di come fosse il volto dell’uomo che aveva fatto arrestare la banda dei maiali. Di conseguenza qualcuno [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Betty: Grazie Walter, ho già messo in lista di attesa la notte d'amore [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Una trasferta inaspettata... un racconto inaspettato. Geniale e divertentissimo, [...]

2
4
10

Coming out nel 2021

12 May 2021

IL COMING OUT DI UNA LESBICA Siccome non esiste un solo modo per farlo, io vi elenco i modi in cui NON FARLO. DON’T TRY THIS AT HOME!!! 1.Miss t-shirt dell’anno: Presentarvi in giro con una maglia con su scritto: I KISSED KATY PERRY AND SHE WROTE A SONG ABOUT IT! 2.La pubblicità è l’anima [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Sabrina Fontanini: Ciao giuseppe, credo di essere un po' una mosca bianca qua con le mie gayate [...]

  • Betty: Letto tutto, cara Sabrina, ti faccio solo un piccolo appunto: la prossima volta [...]

2
3
9

Elisir Di Una Madre

Poesia

11 May 2021

Si addormenta delicatamente il tuo cuore sul mio animo emozionato, e il tuo dolce respiro si confonde col battito del candore della mia sensibilità. Or sogna dolce angelo gentile, affinché tra le mie braccia materne culla sincera puoi trovar per il tuo succedere nell’avvenire, che il destino ti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
7
17

Involuzione

11 May 2021

Una delle difficoltà del nuovo millennio è la vita dei bambini con genitori separati, questo Alessandro lo sa. Vede sempre suo padre sorridere, nonostante tutte le difficoltà della vita, la lontananza dal figlio, o meglio il fatto di non poterlo abbracciare appena sveglio o prima di andare a dormire [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: P. S. a scanso di equivoci per "scrivere " intendo in pubblico poi [...]

  • Sabrina Fontanini: Ciao Davide, come figlia di genitori separati da adulti mi sono sentita chiamata [...]

2
2
9

L'uomo che inventava le favole

11 May 2021

Dal giorno in cui scomparve, dopo molti anni, pian piano se ne era persa la memoria. Si sapeva soltanto che una mattina Lui si alzò dal letto e, come tutte le mattine, si lavò e si vesti accuratamente, poi guardò Lei e con tono di voce tranquillo disse, Ho smarrito la mia strada, vado a cercarla [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Lampuco se puoi leggi il mio commento a U1344, a parte il consiglio per il [...]

  • Adribel: Racconto delicato e malinconico, come una carezza

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

10
16
55

Babbo Natale e la sua provenienza

Raccontino natalizio

10 May 2021

Babbo Natale non conosceva la sua nazionalità. Una sera decise di scoprirla e chiese aiuto alla moglie e agli assistenti di Santa Claus Town. La Signora Natale ipotizzava che il marito fosse della Groenlandia, abbandonato dalla balene su una banchisa del Polo Nord, mentre Joll, lo gnomo, affermava [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
1
10

colloquio...

10 May 2021

Mi ritrovo a parlare al tramonto col cuore respiro i suoi dolci raggi il vento porta i messaggi dei gabbiani lontani all’orizzonte sono i miei ricordi viandanti cerco tra i fogli sparsi della mia esistenza una parola adatta un collante di immagini sgargianti per la mia indole narrativa dalla [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Adribel: Bellissima sequenza di versi, liberi, freschi, proprio verso Dio.

2
2
14

Articolo 1 "L'Italia è una Repubblica democratica, il FU fondata sul lavoro"

10 May 2021

"Papà ma noi siamo tutti re? Ehi! Papà mi ascolti? Siamo tutti re? Uffa! Papà, non mi senti, papà, papà..." Paolo continuava a svegliarsi agitato, grondante di sudore, tormentato sempre dallo stesso sogno che lo riportava alla sua infanzia, sempre la stessa domanda che da un bel po' non aveva più [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Adribel: Tristemente vero, specchio dellattuale realtà. complimenti

  • Betty: piaciuto molto, brava!

3
4
14

Il padre di Annabelle

09 May 2021

Ricordi Annabelle non ne aveva belli di suo padre poiché non erano mai sulla stessa onda come si suol dire… lui apparteneva a un mondo diverso dal suo. Aveva sempre cercato di avvicinarsi a lui ma la sua testardaggine e il suo orgoglio non le davano la possibilità. Ma ad Annabelle non le importava [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Adribel: Un racconto che trova ma lti tisvontri mella realtà. Al sentimenyo però [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Angy, sto rispondendo a tutti i tuoi gentili commenti che mi hai rilasciato. [...]

4
6
13

Tutti al mare!

09 May 2021

Tutti al mare! Et voilà! Si può cominciare ad organizzarsi per uscir al sole! Certo è domani il via libera, ma sapete com’è, meglio prepararsi per tempo. Comincia il rito della vestizione, non ancora da indossare ma da catalogare. Costume intero ? Bikini?- boh! I chiletti si vedono, va beh ci metto [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

4
4
33

I am a reader

09 May 2021

Non mi posso lamentare, ora. Lo so, come scrittore ho fallito. Prendere coscienza della mia mediocrità mi ha permesso di capire quanto fosse inutile insistere in quella direzione. Ci sono troppi scrittori e questo lo sanno tutti. Talmente tanti che hanno di gran lunga superato i lettori. Perché [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Sabrina Fontanini: ahahah ma che bello, io sono una lettrice ovviamente a basso riscontro economico, [...]

  • V A N E S S I: Grazie a tutti voi ❤ Sempre bello ricevere annotazioni e pareri vari....👍😘

2
3
14

Un Piatto Gustoso

Mini Racconto

08 May 2021

Una acuta fitta di frenesia le percorse la schiena, inducendola ad inarcarla verso di lui che, dietro alle sue chiare e setose spalle, era pronto ad accoglierla tra le sue braccia, con gli occhi che gli brillavano di malizioso piacere e tanta voglia di scoprirla più a fondo, ma lei non era mai [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su