Registrazione Istantanea Opzionale
Salta
3
6
15

Colazione calda

COVID-26

30 March 2020

Mi sveglio intontito e ci metto un po' a capire che non è un sogno: il mondo è sconvolto dalla pandemia, ho perso il lavoro e non vedo la fidanzata da due mesi. Apro il frigo, vuoto. Devo uscire a fare la spesa: questioni di necessità. Indosso mascherina e guanti ed esco. Dal balcone la mia vicina [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

5
10
23

L'esca

25 March 2020

La piccola Giusy fece penzolare le gambe sul molo e scagliò l'amo in mare. – Sei qui da due ore e non sei riuscita a prendere nemmeno un pesce. –, osservò il padre. – A dirla tutta vorrei catturare una balena –, gli rispose Giusy. – Che tipo di esca stai usando? –, domandò suo padre sorridendo. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

5
6
13

Il pupazzo di neve

09 March 2020

Quest'anno il mio pupazzo di neve ha un suo perché. Amo l'inverno e di conseguenza la neve. Beh, sarebbe stato strano il contrario. Vivo da solo, non ho una moglie e nemmeno dei figli, però non di rado aiuto i bambini del vicinato a creare gli snowman, tra l'altro, dicono che li so fare troppo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
2
26

L’INVISIBILE GIUSTIZIERE

08 March 2020

Il mondo era sul punto di collassare - le atrocità degli uomini lo avevano dissanguato e gli spiriti della natura volteggiavano agonizzanti e smarriti dentro i torridi cieli contaminati delle ultime foreste. Quel giorno la madre terra rischiava definitivamente di morire, sapendo che nella sua dipartita [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Racconto dai toni pessimistici ed enormemente disfattista, tuttavia, dai contenuti [...]

  • Sandro Amici: Beh... voi lo sapete, io sono schietto. Non mi piace. Ma non per il tema, che [...]

19
42
147

Il sentiero

14 February 2020

Sto percorrendo un sentiero bagnato e disseminato di sassi, ho perso l’orientamento e di conseguenza non so dove andare. Dovrei incontrarmi con un tizio in una baita per un lavoro stagionale, ma il segnale del cellulare non prende affatto. Con la macchina non si poteva proseguire, ragion per cui [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Ho capito Nicola, beh, allora aspetto altri tuoi lavori di qualsiasi genere [...]

  • ducapaso: Si, se conosci un sito che abbia le stesse doti di questo ma che sia orientato [...]

14
18
145

L'ascensore

16 January 2020

Oggi è il mio primo giorno di lavoro alla Duke & Nuke, una società finanziaria con sede a New York, precisamente a Hell's Kitchen, un quartiere di Manhattan. Dopo una laurea conseguita a pieni voti, aver trovato un lavoro in una sede così prestigiosa mi inorgoglisce. Prospetto un ottimo stipendio, [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Sandro Amici: Giuseppe, tu lo sai ti apprezzo; per questo mi permetto di farti alcune annotazioni. [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Sandro, ti ringrazio per il tuo commento, lo so che sei sincero e se devi [...]

14
23
75

Lo scheletro e lo zombie

02 January 2020

«D’accordo, ti racconterò la storia della mia vita, come tu desideri... » Si sentì un vivace "Evvai!", ma l’entusiasmo venne smorzato da un cenno di mano in decomposizione. «Però inizia tu per primo!», esclamò George lo zombie. «Non ho niente da raccontare, la mia vita non ebbe nulla di speciale!», [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

5
4
19

Effetti collaterali

Tecnologia del dis-umano

22 October 2019

Persi l'uso delle gambe perché avevo veicoli per spostarmi ovunque, e i muscoli si atrofizzarono. Divenni miope a forza di guardare schermi luminosi che ingannavano gli occhi (poi il problema fu risolto brillantemente, collegando il nervo ottico a congegni di ripresa funzionanti in alta definizione). [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Manuela Cagnoni: In poche righe hai dato l'idea della folle alienazione verso la quale corriamo [...]

  • ducapaso: Ottimo.
    Per rendere l'idea dello stato in cui si trova il protagonista, [...]

8
13
35

Zombie

09 July 2019

Ormai l'umanità è spacciata. L'esercito e i civili via via si "uniscono" alla loro parte, migliaia e migliaia di orde di famelici zombie appaiono inarrestabili, le armi e le trappole riescono a malapena a contenerli. Stranamente risultano veloci e per di più imprevedibili. «Morto un morto se ne [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

5
7
27

Il pozzo del perdono

12 May 2019

Gli altri miei racconti sono stati scritti negli anni tra 1990 e il 2015. Questo invece è datato 2019 e scritto espressamente per letture da metropolitana Se dovessi descrivere la mia mente, direi che è un castello. Un castello per lunghi anni abbandonato, immerso nei suoi segreti e misteri, [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Sandro Amici: Hai scrutato a fondo dentro te stesso. Tra le parole "chiave" (TAG [...]

  • ducapaso: Beh, si, il pozzo (o meglio la cisterna, avrei dovuto scrivere) raccoglie come [...]

Torna su