Oggi, stranamente Piazza Cavour è quasi deserta, solo un ragazzina con un Fox Terrier al guinzaglio e un anziano signore che cammina lentamente tenendo per mano il suo nipotino. Non avendo la minima voglia di rimanere a casa a incollarmi davanti alla TV, trovo che una passeggiata non può essere che salutare. Almeno con questa scusa mi ossigeno il cervello, che male non fa.

Mi pento però di essere uscito con il mio giubbotto in pelle preferito poiché, essendo una bella giornata di sole, c’è davvero caldo.

Quasi quasi me lo tolgo. Ah già, dimenticavo che non posso.

Mi siedo su una panchina e con lo smartphone mando un SMS a Carlo, un collega di lavoro, per organizzare in serata un’uscita in qualche pub. Non faccio in tempo a scrivere il messaggio che davanti a me si materializza un uomo dallo sguardo vitreo e inespressivo. È vestito trasandato, con una barbaccia incolta, i capelli lunghi e barcolla vistosamente. Si avvicina a pochi centimetri da me e mi guarda con quei suoi occhi particolarmente arrossati. Sicuramente si tratta di un tossicodipendente e con molta probabilità vorrà qualche soldo.

Rimetto il cellulare in tasca.

«Scusa, scusa, avresti qualcosa per me? Sto impazzendo!», esordisce il drogato.

«Cosa dovrei darti?», chiedo inarcando il sopracciglio.

«Ho bisogno di farina bianca. Mi hanno detto di rivolgermi a te. Ti prego di aiutarmi!», mi supplica congiungendo le mani come per pregarmi.

Mi ha preso per uno spacciatore. Adesso lo sistemo io. Mi alzo dalla panchina, abbasso velocemente la cerniera del giubbotto e gli faccio intravedere la fondina con la pistola che tengo a tracolla.

«Ho solo una Beretta calibro 9 con 15 stupefacenti confetti!», affermo con un tono da duro e con il chiaro scopo di spaventarlo al fine di levarmelo così dalle palle.

Il tossicodipendente mi squadra stranito.

«Ti avverto che come effetto collaterale basta un solo confetto caldo per farti venire il mal di pancia, ma almeno vedrai il paradiso!», incalzo maggiormente indicando con l’indice la parte bassa della sua magra corporatura.

 

«Ah, quindi sei un collega?», mi domanda lo sconosciuto sorridendo.

Diamine! Capisco al volo chi è in realtà quel tizio malmesso davanti a me.

«Ma allora tu… », ma non mi lascia di finire la frase.

«Già, sono un Falco. Mi occupo di microcriminalità e sono specializzato a dare la caccia agli spacciatori della zona», mi spiega qualificandosi.

«A quanto pare non riesci a riconoscere uno sbirro da uno spacciatore», gli dico secco.

«Mi ha ingannato il tuo giubbotto in pelle, mi ero insospettito», si giustifica.

«Il mio giubbotto in pelle?», esclamo.

«Eh sì! Un po’ troppo per una giornata calda come questa, pensavo che tenessi l’ipotetica mercanzia lì dentro», chiarisce con fare desolato.

«Mi spiace per te, ma sono solo un semplice poliziotto che voleva rilassarsi su una cazzo di panchina», insisto manifestando il mio disappunto.

«Adesso lo so e ti chiedo scusa. Ti auguro una buona giornata», conclude dandomi le spalle. Lo osservo mentre si allontana, ricominciando nuovamente a barcollare. Bah!

La prossima volta esco con abiti leggeri e il “ferro” lo lascio a casa. Poco ma sicuro.

Tutti i racconti

0
0
0

Il braccio sinistro

17 May 2022

Valentine, come ogni mattina, iniziò a sfogliare il quotidiano e giunse alla pagina dei necrologi. La sua curiosità venne attirata da poche ma significative righe: Non è più tra noi Mr Larry Fisher Lo piangono la moglie Laura e i figli Jason e Eden. Proseguì: i funerali si terranno presso la Parrocchia [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
2
8

Se avessi solo pensato

16 May 2022

Se avessi solo pensato che avrei spostato montagne un giorno, anche solo con un dito Non avrei camminato da solo per lungo tempo Se avessi solo pensato che le mie braccia si sarebbe aperte un giorno Non avrei comprato maglioncini troppo larghi per nascondere timidezze Se avessi solo pensato [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Adribel: Se! Già, bisognerebbe vivere due volte, ricordando la vita precedente. [...]

  • Patapump: grazie Adri, aspetto tuoi lavori :) Ricky

0
0
3

Aforisma

15 May 2022

A volte bisogna pur dare uno sguardo alla persona che eravamo lungo il cammino del passato, per comprendere oggi quanto l'esperienza ci abbia cambiato realmente con le sue perle di vita! ©Laura Lapietra

Tempo di lettura: 30 secondi

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

0
1
5

Aforisma

14 May 2022

A volte è pura fatica riuscire a parlare con chi ha un'anima pulsante, per timore di spezzargli il cuore con una verità amara! ©Laura Lapietra

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: Complimenti Laura, la tua lirica è romantica con venature lunari che [...]

1
1
10

" A scumbinata "

13 May 2022

Bassina, rotondetta, comunicativa con toni ultra squillanti, più ciarlante che semplicemente parlante, Anna Vicinanza era un’indigena del quartiere periferico di P. nella città di S., luogo natale di cui ella esaltava, con orgoglio campanilistico, le bellezze e i pregi e ometteva bruttezze e difetti. [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Patapump: ....visto la tua provenienza, collocherei "a scumbinata" come una [...]

0
0
3

Aforisma

13 May 2022

Le parole illudono seducendo d'incanto, ma talvolta chi le pronuncia disincanta in un baleno! Laura Lapietra ©

Tempo di lettura: 30 secondi

3
12
46

Presto o tardi

L'auto di cortesia

12 May 2022

“Scenda dal veicolo.” “Cosa?” “Scenda dal veicolo Signora.” Il tono si fece perentorio. Inizialmente pensai a uno scherzo. “Che succede mamma?” “Tranquillo, non so, ora scendo e sistemo tutto.” Era una situazione ridicola. Fermata per un controllo a un posto di blocco sulla via più trafficata della [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • U1444: Ciao rompicojoni (rompipalle, rompiscatole, provocatore), ma tutto per un confrontopositivoWalter. [...]

  • Walter Fest: U1444 mi piaci, sì mi piaci un sacco ma ti aspetto alla prossima non [...]

2
3
15

Here

12 May 2022

Qui Ricordo di esserci stato Qui Non è cambiato niente in questa piccola strada Qui Ho assaggiato il miglior gelato che possa ricordare Qui Ho dato il mio primo bacio Qui Ho corso a perdifiato Qui Ho varcato la soglia della scuola con il mio grembiulino blu Qui Conobbi quello che sarebbe diventato [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Betty: Si ma ora mi hai messo la scimmia della curiosità: qui dove? 😅

  • Patapump: Giuseppe, colto bene. Betty, e lascia stare le scimmie....😂 abbraccio a tutti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

1
4
28

L'arte moderna cosmodromica

tempi moderni nell'immaginario storto

11 May 2022

MANIFESTO DELLA NUOVA ARTE MODERNA COSMODROMICA Nel panorama dell’arte universale era mancante uno stèreotropico che avvicinasse l’osservatore al piacere di analizzare con analisi cosmica l’immagine dell’arte condivisa. L’arte è un qualcosa che avvicina le aspettative al criterio di illuminare [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Betty: Io non c'ho capito granché... come non capisco niente d'arte... [...]

  • Walter Fest: Eccomi ragazzi, allora grazie infinite a Scilipoti che è sempre festa [...]

0
0
2

Aforisma

11 May 2022

Sugli scogli degli errori di certa gente puoi anche salirci sopra per sorpassare oltre dimenticandoli nel tuo perdono, ma non li potrai mai cancellare dalla mente se son creati volutamente dalla malignità per far del male intenzionalmente. ©Laura Lapietra

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
9

Vintage ma di... valore

10 May 2022

Considerazioni dedicate anche alle mie amiche silfidi come me La Sìlfide è una figura femminile della mitologia germanica. Si tratta di un genio del vento e dei boschi, e possiede una figura agile e snella... Vintage ma di… valore. E giunse il dì di rimirarsi allo specchio con gli occhi dell’amica [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
0
3

Aforisma

09 May 2022

Anche un essere ruvido d'animo quanto grinzoso a causa del fato ostile nella sua vita, quando viene ferito duramente può mostrare cuore e sensibilità nel suo dolore! ©Laura Lapietra

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su