Io e Bombacè, l'amico mio, ecchece quà sbragati su nà panchina a parlà der più e der meno. Se stamo a magnà n'ber gelato, fà callo, voi capirete e quanno fà callo ce vò nà cosa fresca.

N'torno a noi c'è chi passeggia, chi gioca a palla, chi pomicia a quell'angoletto, chi và n'bicicletta, chi legge er giornale, la giornata è bella ma se sà che quanno fà callo s'àrza la pressione, la testa se sbollenta se perde la pazienza e magari quarcheduno sbotta, davanti a noi dù tizzi n'fatti se stavano a mette le mani addosso, hanno n'cominciato cò nà spintarella, nà parolaccia, nà botta n'petto, poi n'artra n'faccia, n'zomma hanno n'cominciato a dassele de brutto, sò finiti pèr tera, se sò rialzati, presi per collo, ammazza che litigata e nun la finivano pè gnente.

N'tanto la gente n'torno stava a guardà lo spettacolo senza n'tervenìì, pure io e Bombacè cjavevamo er gelato da finìì, me dispiace pè loro ma nun valeva la pena n'quer momento de n'picciasse, io e l'amico mio, lo ammetto stavamo troppo bene e de quei due che se stavano a menà, nun ce ne fregava gnente, a n'certo momento lo sguardo nostro venne attirato da n'tizio che stava proprio vicino a noi e che rideva soddisfatto, noi semo Romani, la parola e la battuta pronta ce l'avemo sempre e così er bomba je disse.

-Scusi ma perchè je viè da ride? Quelli se stanno a gonfià come na zampogna!-

-A parte er fatto che quì tutti stanno a guardà senza n'tervenìì e perciò pure io me faccio l'affari mia, anzi questi veramente sarebbero proprio affari mia.-

-In che senzo?-

-Fra n'pò lo capirete-

Io e er Bomba se semo guardati avemo finito er gelato e quasi se stavamo pè arzasse e annassene quanno stì due tirano fori entrambi nà pistola, ma lì per lì se capiva che lo facevano solo pè mettese paura.

-Ecco ce semo quasi- disse er tizzio vicino a noi che sembrava molto interessato, io e er Bomba presi chi sà da quale forza cò n'pò de n'coscienza volevamo intervenìì pè separalli.

-Fermi, oh ma che sète matti?-

-Stà tranquillo che nun se fàmo male!-

-Noo, che avete capito! Sò loro due che se devono fà male!-

-Oh, ma che stai a dìì, quelli se se sparano faranno n'casino e poi ce ponno annà de mezzo perzone innocenti!-

-Metteteteve seduti che ve spiego.-

-Vedete quelli due stanno a lavorà pè me.-

-A me, mè sà che sei mezzo matto!-

-No, v'assicuro che sò normalissimo, sapete io sò n'òmo d'affari, mi occupo di armi, import, export.-

-Me cojoni!-

-Voi dovete da sapere che n'dove ce sta na baruffa, na guerriglia, n'zomma, n'dove qualcheduno s'azzuffa io faccio er mio lavoro, vendo la materia prima e così pure io posso campare, anzi ce sta pure n'bello indotto perché io so' n'portante, grazie a me faccio gira' la moneta.-

-Ah! E n'che modo?-

-È facile, me pagheno oltre che cò la grana, còr petrolio, cò la pòrvere bianca che nun è borotalco, qualche vòrta pure cò delle pietruzze che nun sò breccole de fiume, tutta robba che io faccio gira' e faccio magna' n'sacco de famije perciò se nun ce fussero sti conflitti umanitari io che faccio? E quelli dell'indotto che fanno? Venimo tutti a magna' a casa vostra? E comunque io poi investo er guadagno generando altro guadagno che và  a beneficio de n'sacco de altra gente, capite l'importanza del lavoro mio? Perciò, famose a capìì, finché c'è guera c'è speranza e quarcuno magna.-

-Ma con questo sistema mòre n'sacco de gente e poi nun viè mai la pace.-

-Oh,  a parte il fatto che a me me chiameno l'àrtri, me fanno l'ordinazioni e seguo tutta la trattatativa fino a buon fine, mica è còrpa mia se vengo n'terpellato, ma er monno và così, che ce volete fà? E da quanno c'è Adamo ed Eva che annamo avanti a stò sistema, c'è gente che nasce, gente che mòre, n'pò de pace, n'pò de guera e poi già ve l'ho detto, volete la pace? Nun lo sai in quanti dopo venimo a magnà a casa vostra?-

-Potreste trovare un altro lavoro.-

-Se io nun posso cambià lavoro la còrpa è sempre la vostra, la vostra n'senzo lato, cjavete n'bene grande ma fate finta de nun vedello.-

-Ah! e qual è?-

-Ma che sei stupido? E' la cultura!Ogni nazione cjà un patrimonio cùrturale infinito, tutti ce potessimo campà senza problemi, sète voi che vè piace la guera, daje chi è innocente scagli la prima pietra, daje vèdemo chi lo fà pè primo... te lo dico io, nisuno e così và a finìì che poi chiamate a me pè risòrve le questioni che manco sète capaci de daje n'tajo!-

-Ma che per caso sei n'diavolo?-

-Aridanghete! Ma che me vedi le corna? Che cjò la faccia da satanasso? Nun lo vedi che sò come te e come l'amico tuo? Er diavolo nun esiste, è na leggenda pè mette paura a li regazzini, certo manco sò n'angioletto ma alla fine ad esse precisi semo tutti diavoli e daje nun me fa, fa esempi de come se comporta l'essere umano còr prossimo suo! E cò la natura? E cò l'animali? E cò li vecchi?E cò tutta l'anima delimortaccivostra! Daje nun me dìì che tutto er monno sò santarelli e poi và a finìì che me chiamate sempre a me! Li vedi stì due? Fra dù minuti se danno nà pistolettata, consumeranno n'pò de pallottole e và bene così perchè devo da vende pure quelle, se ammazzeranno, ma tanto lo vedi che alla gente n'torno nun je ne frega gnente, io andrò lì, me ripijo le pistole mie, je faccio dà na sistematina e me le rivenderò per li prossimi che vonno litigà e l'omo campa.-

BANG!BANG!

-Scusateme vado a finìì er lavoro mio.-

-Bombacè ma te cjai capito quarcosa?-

-Veramente che stamo messi male... però si quello je fusse rimasta n'tasca n'pò de quella pòrvere bianca che nun è borotalco io n'pensierino ce lo farebbi!-

1
2
7

Parodia di"La mia banda suona il rock"di Ivano Fossati

21 July 2019

La mia Panda emette smog e PM10 all'occorrenza/ con la marmitta scarburata e le candele a incandescenza/ Senza il cric, vicino mi sento un po' cretino/ Son costretto, ahi vita trista! di portarla dal gommista/ Viaggio senza revisione costa troppo, é un'estorsione! È scaduto pure il bollo ...son [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
3
12

Luna 20 luglio 1969, io c’ero

21 July 2019

«È pronto, sbrigati!» «Ma mamma, sono le sette, non abbiamo mai cenato così presto!» «Alle 7 e mezza inizia la diretta, non voglio stare in cucina in quel momento» Poso sul mobile il mio LEM che ho costruito con il mio traforo, prendendo la foto dal Paese Sera, che poi ho incollato su un pezzo [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • flavia: Bravo Dario mi hai fatto rivivere la fatidica sera che non ho mai dimenticato [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Dario, hai scritto un bel racconto autobiografico. Il Moon Day si avvale [...]

2
2
6

Al Golfarone

20 July 2019

Approfitto di un giorno di ferie per andare a sperdermi in un bosco. C'è una cascatella vicino a un ruscello e puoi godere di una piscina full-immersion nella natura. Così preparo lo zaino, prendo il casco e mi faccio una girata di un'oretta per raggiungere uno slargo su una strada provinciale. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Nulla di meglio che un pomeriggio rilassante nel bosco vicino ad una piccola [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Ducapaso, è da un pezzo che non pubblichi un pezzo. Adoro i racconti [...]

1
0
4

Morire qui

20 July 2019

Al mercato una donna sedeva davanti alle rose, c'erano bancarelle ovunque e i venditori urlavano a buon prezzo la merce consumata in alcuni punti di traforo e cuciture. Sotto al sole le maglie si bagnavano di sudore, le signore più anziane erano intente in un buon affare per la frutta e la verdura [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

6
7
20

U' suonno

il sonno

19 July 2019

La stanza poco prima era completamente al buio. Come una sorta di sfida, il sole volle fare capolino da dietro il Monte Faito e i suoi raggi si infilarono prepotenti tra le stecche delle persiane, ancora chiuse. Invasero quel luogo in una sorta di gioco di luci, creando lunghe scie che si rifrangevano [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Sandro Amici: Ho letto questo scritto con interesse raddoppiato perché amo Napoli [...]

  • Patapump: Sempre un grazie a tutti. Questi personaggi nascono sempre da un vissuto. Che [...]

5
10
24

Notte di sogno

richiamo d'amore

19 July 2019

Cammino nella notte, ammirando le stelle Piccole fiammelle tremolanti nel velluto della notte Mi stai seguendo in silenzio Sento i tuoi passi soffici sull'erba Non sai che percepisco la tua presenza silenziosa Non so cosa vuoi, ma sei sempre più vicino Mi fermerò vicino al laghetto delle ninfee [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
12
33

Lady Fair

ha i suoi cristalli che riflettono

18 July 2019

Io non modulo una personalità consona, non ci riesco, sono fatta di vita e di libertà e non voglio neanche “modularmi”, ma mi piace ascoltare e vedere. E ti ho ascoltata, sempre, ogni tua parola, questo mi ha permesso di vederti, perchè non ne ho potuto fare a meno e quello che vedo è commovente. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Heidina wolf: Beh io ho la mia musa ispiratrice.. :)

  • Hélène De Lafièvre: Gliel avrò detto milioni di volte che è brava a scrivere, e che [...]

2
1
11

Energia: aria terra acqua fuooco

Mondo: spirale di elementi

18 July 2019

Etere che nel tuo spazio tutto raccogli: L'acqua del mare dal movimento continuo, Il fuoco caldo del sole, L'aria della brezza marina, E la terra sabbiosa sulla quale ogni giorno cammino... Tempo che scorre, mentre l'esperienza di vita muta e continua, immersi nella spirale dove nulla è mai fermo [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Ilaria, bella poesia, indubbiamente hai dei rimandi con un tuo precedente [...]

1
1
19

P.I.D. - MILANO ANDATA E RITORNO

17 July 2019

Milano, 18 aprile 1975. È sera tardi quando torno al Residence, quell’ex albergone di 13 piani dall'aspetto pretenzioso e dalle stanze molto piccole. È vero, ragionandoci a mente fredda lo ammetti con te stesso: “Hai fatto una piccola stronzata!” Ero seduto sulle scale dell'ingresso principale [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

4
7
23

Le interminabili nevicate di Agosto

17 July 2019

Le interminabili nevicate di agosto, chi non ne vorrebbe sui propri tetti, proprio quando è più asfissiante la calura, insopportabile l’afa? Basterebbe salire sul terrazzino, tentare coi piedi la prima fila di tegole per sentire immediato dapprima il freddo intenso, concentrato sotto la pianta [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

1
5
24

BINGO!

17 July 2019

Ho deciso! Mi spendo gli ultimi 50 bigliettoni al Bingo. Visto che ne ho spesi già 10 al Mc Donald per un untissimo mcbushjunior menù, 5 l'ho lasciati di mancia al pagliaccio sulla porta perchè mi sorrideva ed era simpatico. me ne restano giusto 50. wow, la sala vomita e puzza di umanità scaduta; [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Hélène De Lafièvre: Scritto bene nn potrei dire altrimenti ma credo di non poter leggere di altri [...]

  • U1004: Grazie davvero! Metterò nelle avvertenze: " racconto da leggere [...]

4
3
15

RIPOSTIGLIO

16 July 2019

Mi giro i pollici e sorrido La luce che illumina i miei capelli mi rende bui gli occhi E beffarda la bocca... Gomiti appoggiati ai braccioli della poltrona lacera... Mi giro i pollici e sorrido La luce della lampadina vestita di tela di ragno Ora inonda come l’alba i miei pensieri... Guardo nel [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su