6 Giugno 2065 - Miami Beach – Four Seasons hotel – hall

 

«Prego signori, potete entrare e conoscervi»

I due varcano due entrate diverse, si avvicinano e si danno una stretta di mano

«Ma come, siete quasi fidanzati, almeno un abbraccio»

Ridono imbarazzati mentre si abbracciano

«Questo è l’albergo in cui passerete i prossimi due mesi per conoscervi meglio fino al matrimonio, avrete due operatori che vi seguiranno tutto il giorno e riprenderanno tutto quello che succederà, poi tutte le sere andranno in onda sul nostro canale i momenti migliori della giornata ed alla fine, venerdì 7 agosto 2065 ci direte in diretta se vorrete sposarvi il giorno dopo, se direte di sì, alla fine della cerimonia il forziere del fantasma sarà vostro!»

 

6 Giugno 2065 - Miami Beach – finalmente quasi soli

 

Franca ed io ci abbracciamo a favore di telecamere, non è una ragazza bellissima, ma piacevole, continuo a ripetermi “poteva capitare peggio”, però con la simpatia già ha guadagnato qualche punto. Chissà se si farà vedere nuda? Chissà se qualche bottarella da fidanzati ci scappa? Il matrimonio ci sarà sicuramente, non rinuncio all’eredità, vera o falsa che sia.

«Che succede se ci mettiamo in costume e ci andiamo a fare una nuotata? Ci libereremmo dei due operatori nell’acqua?»

«Proviamo! Andiamo in camera a cambiarci»

Corriamo con loro sempre dietro, entriamo, lei mi dice con un sussurro

«Intanto vai tu in bagno, io devo cercare il costume»

«Se lo trovi subito puoi anche entrare in bagno, siamo fidanzati ufficialmente»

«Te lo scordi! Comincia a fare il bravo»

Speravo! Quello è un luogo invalicabile per gli operatori, mi sarei fatto trovare nudo ed eccitato, «Ops, scusami tesoro, ti stavo pensando»

«Mi piace quando mi pensi, lasciamoli fuori una mezzoretta amore, scopiamo come se non ci fosse un domani!»

No! Prima idea, andata a monte, la vedrò in spiaggia in costume.

Il mare è nostro, riservato ai clienti dell’albergo, posto in prima fila, dietro di noi tv e stampa, siamo diventati famosi, io a malapena ricordavo quel libro, mio nonno doveva avere una copia con dedica fatta dal fratello, ma non l’avevo mai letto, da quando la produzione ha avuto l’idea della ristampa ne stanno vendendo molte copie, una me l’hanno regalata.

Che dire? Carino! Io faccio un figurone, anche Franca, la mitica Jenny tutta sesso è fantastica. Il corpo è strepitoso, chissà se la mia futura moglie ha degli scompensi per il confronto! Poverina, in costume è discreta, la guardo dopo il primo bagno a mare, capezzoli rigidi con costume trasparente, anche la parte sotto merita, un culetto non grosso ma giusto, una passera bella gonfia, gambe magre ma grintose.

Non ho parlato del viso, mi sta iniziando a piacere, mora, occhi marroni, labbra fine, non è una vamp ma non vedo l’ora di scoparla. Chissà come vorrà dormire stanotte?

«Io inizio a vederti come Jenny, mi ha fatto male leggere quel libro»

«Devo dormire in un’altra stanza stanotte?»

«Ma no, se non vuoi farlo non ti violento di certo»

 

Milano – 8 agosto 2065 – dopo il matrimonio

 

Dall’oloprocessore arriva l’ultima parte del programma: «Grazie al nostro parente fantasma per il forziere che abbiamo aperto davanti a tutti, forse   dovrete continuare a darci tanti soldi, perché non ci separeremo facilmente, vero Jenny?»

«Certo Danny!»

«Ci potete fare un’ultima confessione?»

«Va bene!»

«Quando avete sentito che la storia poteva diventare importante?»

«Pochi giorni fa, eravamo in terrazza a chiacchierare amichevolmente davanti alla luna piena, quando da 40 gradi in pochi secondi ci siamo ritrovati a 10 gradi, non avevamo pigiami invernali, solo una copertina leggera, mentre ridevamo ci siamo ritrovati sotto le coperte, lei aveva freddo e si è attaccata a me, ci siamo guardati e senza capire perché ci siamo baciati, a quel punto arrivò la temperatura giusta, era una situazione magica, sembrava che qualcuno ci coccolasse, ci amammo e da allora la magia non ha smesso di avvolgerci»

«Ok Gian, puoi spegnere, quello che c’interessava è andato»

«Arnoldo, hai fatto i conti di quanto abbiamo guadagnato?»

«Tantissimo, sto finendo i conti, ma è una cosa esagerata»

Una finestra si chiude senza vento

«Strano, ho avuto una sensazione di Deja-Vu»

«Anch’io, magico come dice Danny… comunque il libro è campione di vendite, quel povero sfigato ha avuto la sua rivincita, i nipoti si sono sposati, conoscendo la sua abitudine lei sarà già incinta, comunque se era un vero fantasma ora può riposare in pace, missione compiuta nonno!»

 

Tutti i racconti

0
0
3

Il profumo dei ricordi

Tornare a viaggiare

18 January 2021

La nave era ancora lontana dal porto ma già il vento mi portava l'odore tipico dello zolfo eoliano. Vulcano era ancora indistinguibile nella foschia dell'alba, il sole prometteva già l'incantevole, la linea dell'orizzonte alle mie spalle era tutt'uno col cielo: pareva colorata da un bambino. Ero [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
4

Anni '60 - 1/2

18 January 2021

Nel Quartiere Spagnolo, dove abitavano Salvio e il suo gruppo d’amici, le numerose parrocchie esistenti proponevano le più svariate attività, con l’obbiettivo di attrarre i giovani di diversa età e di sottrarli alla strada e all'illegalità. Don Carlo, il parroco di Maria Addolorata, aveva comprato [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

2
4
11

Majistre

17 January 2021

Quando varcai la soglia dell’ufficio, non sapevo ancora cosa mi sarebbe potuto accadere da lì a poco Da poco laureato, avevo avuto poche esperienze nel mio ambito Tutte piccole cose L’ufficio era nella palazzina anni 50 in Piazza Magni a Milano Gli esperti la indicano come la più riconosciuta [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • U0392: Interessante esperienza, descritta, forse, un po' velocemente. Complimenti!

  • Patapump: ciao U..grazie in primis. Certo, si sarebbe potuto soffermarsi maggiormente, [...]

0
0
6

canta e balla...

17 January 2021

Canta e balla a tempo di musica muovi il tuo corpo e manifesta il ritmo vitale i tuoi sogni più sinceri in tutto questo preparati! ricevi l’abbondanza la benevolenza fa’ piccoli passi verso la crescita verso il tuo dono guardati attorno e impara dall’abbondanza della vita vedi luce in te [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
18

La piuma della speranza

16 January 2021

Una piuma cadeva tutte le mattine di fronte alla sua casa, o a volte qualcuno gliele lasciava. Ma mai aveva capito chi era il responsabile. La chiamava la piuma della felicità perché ogni mattina nel vederla e in seguito raccoglierla si sentiva un'aria diversa, una brezza fresca. Un'aria di [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
4
14

Un arcobaleno di speranza

16 January 2021

Gennaio. Questo è il mio anno. Forse. Ma non correrò troppo. Assaporerò il viaggio aspettando di calpestare la sabbia umida di giugno. Aspettando di poter costruire un castello di sabbia. Aspettando i tuoi sorrisi sereni. Aspettando giorni sereni. La tempesta peggiore è alle spalle. Dicono. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
3
11

La lacrima

15 January 2021

Umida Salata Nascosta Trattenuta da una diga che ne raccoglie altre Pronta a svelarsi quando succede qualcosa in noi Forte emozioni la fanno emergere Spinta dai canali dell’anima Cade verso il basso E si infrange in altre mille Ogni goccia è una lettera E ognuna di quelle lettere formano parole [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
4
7

UNA FESTA NEL DESERTO

Monegros

15 January 2021

La sabbia secca del deserto spagnolo quella mattina di luglio bruciava e si crepava come nei film che dipingono uno scenario di disastro apocalittico, il sole bruciava così tanto da non poterlo neanche fissare un secondo. Avevo perso il gruppo del mio bus ormai almeno da 30 ore e sapevo che non [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

1
0
19

L'Angelo di Eudamón

14 January 2021

"Solamente con un amore profondo, Il docile presente Irradierà luce, Accecherà il male E cesserà il suo karma." Abbiate fede. Enciclica papale MCMLV Breve introduzione: Eudamón, proveniente dalla parola eudamonia, ossia felicità come scopo della vita e come fondamento dell'etica. La parola [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

*********************

*********************

Spazio Pubblicitario

*********************

*********************

3
4
28

Il tram numero nove

14 January 2021

Da ragazza lavoravo in un chiosco di fiori. Un angolo verde Tiffany tra il grigiore dei palazzi antichi. Creavo nuvolette di colore che rendevano deliziosa la giornata di qualche signorina ben vestita. A me i vestiti li passava la figlia della proprietaria. Ma non faceva nulla. Ero felice lo stesso. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
3
19

Una capriola ed oplà

13 January 2021

Oplà Una capriola ed oplà Piedi uniti Un salto E l’arrivo La lunga trave sottile I piedi ben saldi La testa in giù Che strana vista da qua Occhi alla bocca e bocca agli occhi Capelli al cielo Schiena arcuata Disciplina senza esitazioni Scarpette rosse Speranze e sacrifici in pochi attimi La gloria [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
3
12

il cacciatore

13 January 2021

Da cacciatore, sei adesso la preda. Il cacciatore fuggì, e la bestia lo inseguì. Fuggì attraverso il bosco, senza guardarsi indietro. I suoi compagni erano tutti morti. Ma cos'era successo di preciso? Una semplice caccia a qualcosa di indefinito era diventata un incubo. Ancora lui non riusciva [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Vincenzo Bevilacqua: Ti ringrazio di aver dedicato il tuo tempo a leggere il mio racconto . Sicuramente [...]

  • Patapump: esatto Vincenzo, il film è proprio quello, consiglio visione. scritto [...]

Torna su