ALLA ALLA ALLAFICASSA

 

« Alla alla! Allaficassa trespondina curuciulo invangammi! », ferdinasta mugdafinna.

Scrivere un racconto con parole apparentemente senza senso ha qualcosa di magico.

E allora, che musica sia!

-A PRO YAVER?-

E' il titolo di un racconto in due episodi ambientato nella campagna lodigiana in cui il protagonista Furio Bonvino incontra due diverse figure. Un prete e una prostituta. A entrambi Furio pone la medesima domanda: a pro yaver?

Ognuno cerca di dare una risposta usando lo stesso linguaggio del protagonista. Una sorta di alchemica fusione di frasi e parole inventate ma unite da una ritmica dai toni musicali nella quale non mancano i paradossi. Buona lettura, quindi e... a pro yaver?

Il Prete

(Primo Episodio)

Ulan ghe ghiong qva bis tampuri yavonne umannia cattenva imbiasi.

« Alaia ! Alaia! », proiste mi vesmi.

Veta sum daianela, dajanarra coviste prienna ni quantum fies volata, torrile battegata. Coichi prensi sam imago cartensio y ghignoli avvuglia parenzio cotranga felistetta amerzum.

« Ei cion dies? »

Juai porti terri a vomesti agguantum in vago, som in vago, itet. Croprasti ardem invaghi poiste caca fion artaiste collatatta, tun, tun, tun.

« A pro yaver ? »

In vago imago cut prenzia vallera esunto esonto, acquandio yaver. Proiste chen fori aimoldo vertante, portegante aielmando norente qui vasconi archentio despinga gipianga zevelta.

Mombalta, giavalta, convalta, arduni i gieni forìo crampiste yaiaya firalti rammandi pro yaver cacvut.

Riproffo isigo temerro verbana, unde, paspetito sobro. Spistrullo pripublio ossenze reporti, dici, saceri pupiri belisciudi canasti minaggradi, genitestra quespropori. Milindi faqui pasapa

« Derasto in goro, vantina iestori ? »

« Menavol charrato iapunda cavelso om pertis. »

Ciacienca iarroto cafero imbasi zavolle giarumba iakim tesporta cavensa. Nai, ten povesta garruba, fieriste lallora daruna pricolga. Evansi accurtas iefolta madìa cermosta peraste voltere agulli, cacvut yaver, prosbinda yaver. Mentiloste prosibinda caverti imago yavulta parraba cacvolte magiesca, borrenda cranvolta agilosse melliatta.

« Melliatta, orriste? »

« Barrostori carvente mi gorpena arrondi, mu, verta lombera, mellista. »

Destrani dosdugnarta periflesca depista mi voste cacbendi gierrami prembanti.

Nontanolla meridolo, urmanacio kevalta yaiaya vetorra perbondi aurodini legapiccio nologio procares a timparte cugifo pocacla rostrillo versoni optifami, optiteri, optigari bellospito gnadordo yaver.

« Succio vopiva rovero troconco ayulla, ayalla fordendo. »

« Cazzessate macciaguaro, pugli dontovo », tokkio lotribabbiotti.

Canvita iodani al tanpro cremvasto, redunni arivis cenpriga artemi, ohiayo, albatende custra, cori te allivoglio. Prempo, tambo, iullo, pregenda senante arvani iodante. A pro yaver, serbinna.

« Turun prima legaro, prendonze algazzio, prestenta prigande? »

« Porromi, parromi centansi alcammio. »

Temando marverso detialla trustemi accerriforma, cavasciesta magilorde posicondi vencellauli coriollo. Pis ventarta flottipe corosolmo tonvergina infarsena.

« Mivase arconno carasestri! »

 

 

 

Pianoforre persolavati ancoferma, ancopesa, siciccata, norsettanza franciapulla genocarre oghiapieghi.

« Roscastri aspersio, rauzzo rastante.»

Siccesa vella vellarta, pereserebota itandi catoffio babbaba rotame lianica vellofilla.

Ioterra ensaustri cafolli verdendi purristi anciassi evastondo illasi, viabasi, cacvut prebandi giarrami.

« Giarrami prebandi viabasi carzabotta? », froissa galloccia yaver.

Frebundo accalso defello borombassa, kottorre giannosky, bibollo derretilano allambia malvasi ferreti condommo. Passotte gherreti cacvut lommasti erro porre, porre erro, mintensi gierrato ullo ullo, caccocotte.

Robarati invarro verdiselle scula, cadavalerata tomochidile, torondolano parronno, piacco difesce torondilli, tirintilli. Pruniposte basalta montillo derigarca attencuma porti cacvu. Pritempa dessero mezzisce coproietto, metturba salcampo augino florica regombiwa.

« Camen attroffio tarmone dispodella, zarrovella, tazzavenunti? », bambanelli Yaver.

« Spedilonta rigomoperati arramusci sferpine esa crasapotti », tuntuntun, tella sfancani passeritecca unai gheobloccio rabisfiria.

Iturghen ghengesta sbaccarella sevane arricasci tonso, zonto, vollo; nutta valenzia pattolle seistesse laozzamia.

Mesinfatto collestaffi ruotto ripumo, saxire naposky, qvon sivillero castoparti imizilla valantieri risolborgo.rronno, demercasti dragumilla. Terresalvi intellata sansipolli fattollo, percasi palcotto entraffo raserta, stramapiccio, stramapaccio, stranatuccio. Amarconte vantiferri 2024 insitto logipasso, imago dan 13 arcutti, incontritta bonalargo decrollo piangiatta citominno vispernoti. Attunte camerallo menocchi fondefessi matubame sialle dinamoso auspiletti. Porrati 10 disporratti officanasti angiullo, cortano, siriappo, cortano decagli. Accanovaccito, transomanopello, terrande brotullio conversi cacvut. A pro yaver. Lamintersi metra lodullo necessita poti ancani 2024 mesocci annuncante acquistapollo offriteco straminzini. Possolìto stramafìto accusti, accasti, roccasti. Mestanno tenzabigliatta metrodollo inissima timonanno concotto, salvoce issillo, conville boffanza ascolli puntevo, cascolli succesta confuscro vitamietta. Ridondo felagio autonasta:

« Esseca terminaccia abitugi anayaver? », fragolto dertino fagonte iurrami.

« Yaver cannuta volliaste cufframe! », francadi cuffrita madelli potronchio carconi 108 vaudami.

Baudazzo, evoluspita pastrante, bistraffo purtococca carolovati pagiopapa, pagiopoppa.

Giubilistra masincardia bergagliotto rispuntinna imago:

« A pro yaver? »

Coloianni vervolta giaiste minvolta azziollo guardesca periflesca gianvalta sfirabella giungefresca, facevitta marimanna inconno, modulatato pullorosti moscanzini orestillo babaié.

Quocullo tarriforte, ener, dipassosse nunulla Totobanche baialla giordella ufinesetti mannasenza, Totanto, Barturco, marranco Calissio. Vantapito iodella salmamma zabillo tirastra schifelassa portagante movinto viammoni dirella spedulla, compiso atreste vercalla porterenza contrello.

« Fevassaria ottoversa sullina sfigattera travolso, piennera facullo. »

« Marbut? »

« Martan lesorolla vialleta 108 vaudami, assietta pallesi. »

« Modit vetite mabut! », scuortacco sballiera invota spezzilli.

Bortolauzzo, briccese, ligallo, dardando alfasso cerconne vudari, ungiogio scarvolla fischiotte fiescasse, kartemmi prenegesta. Marazanto espucco liressa cannipolo torracarri misceglio rungando difensi giovalle, tallonci spastelli stelloro forbìo novontivante, ramalcuto deo comparasso, virgistranze caraculli, saballe, sebelle, saballo. Ambiscola capotoburri ostiboli complitte bandananne confrosti lavidoresse, nerfenza carrosti.

Canciullo prenabessi tamerletto gambarada soddismacchi. Pupparocca fendolli dafone ivella giratirovalle paeschi fenomaffi gravinattaro ucon aggiuppineo sminzurrata. Sicicampa annu.

4
3
9

Kiung mi

la guerriera

19 February 2019

Kim So Yung era lo Shogun del tratto di territorio compreso fra il fiume e la distesa di pianura che arrivava fino ai piedi della montagna sacra. Il suo potere era illimitato, governava con il pugno di ferro, ma era anche disponibile ad ascoltare i suoi sudditi, era inflessibile con chi sbagliava, [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Bravo Lorenzo il nostro fantastico storiografo, geografo!!

  • Lo Scrittore: certo lo Shogun è giapponese, per i nomi li scelgo fra quelli del paese [...]

2
2
11

LA DONNA GIUSTA

19 February 2019

Un pomeriggio, in un’elegante pasticceria di Pest, una donna racconta a un’amica della sua storia d’amore con il marito, l’unico uomo della sua vita, da cui è separata e che ha sposato un’altra donna, la giovane serva dei suoi suoceri. L’attesa. E’ utile e formativa per il nostro spirito? Espressione [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • flavia: molto bello ma troppo complicato per me a me piacciono le storie semplici

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Adalberto, innanzitutto sei un recensore affidabile e bravissimo, [...]

3
4
14

Gius, il Testa Mura

19 February 2019

C'era una volta un ragazzo assai sensibile e sentimentale di nome Gius, con un passato intriso di delusioni e di conseguenza con svariate crepe interiori. «Ne ho i sacchi pieni!» affermò sconsolato successivamente all'ultima cazzuola fatta per amore, tant'è che per proteggersi da ulteriori dolori, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: "IL tuo cuore non è di cemento".. mizzica che citazione!!!

  • Lo Scrittore: l'ennesima dimostrazione che i muri non servono a niente, solo ad aumentare [...]

2
2
15

Cinquanta centesimi

Cat
18 February 2019

Suonò il campanello cercando di ripararsi dalla pioggia sotto la piccola pensilina Liberty. Il palazzo sembrava deserto. Non c'erano luci accese, né si sentivano suoni provenire dall'interno. Quando stava ormai per andarsene, una voce gracchiante uscì dal vecchio citofono, invitandolo a entrare. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Ehilà Cat, era un bel pezzo che non leggevo un bel pezzo dei tuoi. :-)
    Cinquanta [...]

  • flavia: la poesia non piace più in questo mondo superficiale e cinquanta centesimi [...]

2
2
12

Un colpo al cuore

18 February 2019

Cosi improvvisamente ti penso. Come quando col cielo azzurro ti sorprende un tuono che ti fa sobbalzare. Con un colpo mi riporti a te. Un colpo al cuore. E sorrido Maurizio Gimigliano © Copyright 2019

Tempo di lettura: 30 secondi

6
11
30

Eccomi sono ancora qui

per non essere dimenticata

18 February 2019

Una mattina calda di luglio dà l'avvio a tutta la storia. Mi sono alzata a fatica, da qualche tempo trovo sempre più difficoltà a muovermi, il braccio e la gamba sinistra non rispondono e non si muovono come dovrebbero, mio marito insiste per portarmi all'ospedale e io rifiuto categoricamente perché [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • flavia: grazie aquilotto e un grosso abbraccio al mio cavalier Scilyx, so quanto hai [...]

  • Lo Scrittore: Flavia apprendo adesso delle vicissitudini, perché durante la tua assenza [...]

4
6
17

Elsa

la temeraria

17 February 2019

È domenica. Oggi mi aspetta una grande avventura organizzata dal nostro allenatore. Io faccio parte di una squadra di cicliste donne che predilige le robuste mountain bike alle bici da strada, troppo femminili e delicate per noi. Il contatto con la natura è la motivazione maggiore che ci induce [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Walter Fest: Bravo Lorenzo....il giro del mondo continua...adesso anche il mondo sportivo!!!

  • Lo Scrittore: fra i profili di donne che sto cercando di mettere nel libro non poteva mancare [...]

3
2
11

Racconto - 2/2

17 February 2019

24‭ ‬dicembre‭ ‬1989 Tutto il giorno ad aspettare una chiamata.‭ ‬Almeno lui si può muovere,‭ ‬non ha‭ ‬uno specchio che lo tormenta.‭ ‬A sera finalmente squilla il telefono. ‭"‬Ciao,‭ ‬Nicola,‭ ‬sono Alessandro‭"‬. ‭"‬Ciao,‭ ‬bell'uomo,‭ ‬dimmi qualcosa di bello‭!" " 'Qualcosa di bello‭'! ‬Ma [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Come promesso, ho atteso dopo la mezzanotte per seconda parte, davvero interessato [...]

  • ducapaso: Questo è uno dei più vecchi, non ricordo neppure con precisione [...]

6
6
18

Foto

17 February 2019

Sei in posa, sebbene tu non lo sappia. Tu di profilo e la fotocamera puntata. Sei in posa, sebbene tu non lo sappia. "Vento capriccioso!" dici, tastando i capelli. Sei in posa, sebbene tu non lo sappia. Il vento mi è complice, soffiando ti pettina. Sei in posa, sebbene tu non lo sappia. Sparo una [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: E' tutto racchiuso nel finale..i suoi occhi..un flash, una fortissima luce [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Scrittrice Imperfetta: ti ringrazio. :-) durante la stesura di questo componimento [...]

1
1
9

Tutto in un giorno

16 February 2019

Trotterellando come una trota di torrente in trasferta nel Ticino, mi trovai su una tradotta sul tratto Torino-Tirano insieme ad un un frate trappista, una traduttrice tedesca di lingua madre tibetana e un teppistello tredicenne con uno strano turbante in testa a forma di turacciolo. Con tutti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: la tua confusione mentale è sempre divertente

3
4
15

Racconto - 1/2

16 February 2019

Quante volte capita di guardarsi allo specchio ‭ ‬e di non riconoscersi‭? E quante altre,‭ ‬per un gioco di luci,‭ ‬un riflesso o una distrazione,‭ ‬sembra che si sia qualcun altro al di là del vetro‭? Ci abituiamo a non pensarci,‭ ‬a non far caso,‭ ma qualcuno si pone mai seriamente il problema‭? [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Buondì ducapaso,, "attraverso" uno specchio hai tirato fuori [...]

  • ducapaso: Questo era l'ultimo che avevo.preparati appena iscritto, da allora non [...]

3
2
15

DESTINAZIONE SCONOSCIUTA

16 February 2019

DESTINAZIONE SCONOSCIUTA Giorno di festa L’immagine di un’attesa Dopo un lungo discorso. I gradini di una piazza Mostri che si accavallano Nella mente e negli occhi. Il ricordo di un identico giorno Tante vite trascorse o vissute In un millesimo di vita. Lo stesso vino come [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Direi, decisamente, una poesia di buon livello, Un'appropriata metafora [...]

  • flavia: poche pennellate per entrare come in sogno nel ricordo, sottile e lieve come [...]

Torna su