Roma, Garbatella. Interno bagno. Ore 22.15. Personaggi e interpreti: Armando il bancario, Giggetto il tassista, Fiammetta la promotrice cosmetica, Teresa la P.R. . versione originale in dialetto Romanesco.

Venerdì sera di una buia e silenziosa serata Romana, Armando, Giggetto, Fiammetta e Teresa, quattro amici diversi per estrazione e posizione sociale, si erano conosciuti per caso, non sui social ma on the road, nonostante tutto i classici contatti umani esistono ancora, è questione di feeling e scattò là, after hours dell'amicizia spontanea, da lì tutto il resto divenne facile, per saldare l'amicizia decisero di darsi un appuntamento fisso e costante. Ogni fine settimana, puntuali come un orologio tarocco, alle ore 22.15 si apriva la connessione e a  quell'ora frenetica del giorno di Venere i quattro amici si riunivano sul web.  Per precisione  la riunione avveniva in bagno, ognuno nel proprio, chiuso per sicurezza a chiave  onde evitare scomode intrusioni famigliari, insomma per farvela breve i quattro  si inserivano nell'aereoetere tutti allo stesso istante, con l'intento di fare cosa? Boh? Semplicemente per parlare del più e del meno divertendosi in compagnia, era uno stop alla monotonia, tranquilli nessun video solo chataggio tassativamente  al buio ognuno per i casi propri, tutto avveniva con il classico click to click fra quattro scombinati collegati a parlare nel vuoto della fibra ottica. Voi direte che sta cosa sarebbe un pò stramba, senza senso, quattro persone tutte in una toilette e poi perchè? Ma in ogni caso loro erano felici e contenti di parlare di argomenti vari senza che a tutto il resto del mondo gliene sarebbe fregato un casso, quindi in quei momenti si spogliavano delle proprie immagini, del proprio savoir faire del chi erano o del chi avrebbero voluto essere e si disinibivano parlando liberamente in dialetto Romanesco, essendo i nostri amici per l'appunto della Garbatella, noto e storico quartiere popolare della capitale.

- A belli, allora oggi de che parlamo? (Giggetto)

-T'ho detto mille vòrte che prima devi dire-Buonaseraaaaa! (Fiammetta)

-Oggi che avete fatto de bello? (Teresa)

-Io in banca ho letto li necrologi sur giornale (Armando)

-Ma nun è vero! Hai letto l'annunci, quelli A.A.A. misure extralarge, tutta naturale, scala A int.23 (Giggetto)

-Chi io? Noooo!!! (Armando)

-Ma sìì confessa che sei pe' la riapertura delle case chiuse! (Fiammetta)

-Beh, veramente non sarebbe sbagliato (Armando)

-In un certo senso meglio fà all'amore che passà er tempo ar giardinetto con li soliti chiacchieroni oppure a rincojonisse davanti a la televisione a sentìì le fake news. (Giggetto)

-Co' voi mai na' conversazione cùrturale (Teresa)

-Hai visto è morto Jerry Lewis? (Fiammetta)

-Peccato faceva ridere! (Armando)

-E questo sarebbe l'argomento culturale? (Giggetto)

-Eh, però!! (Fiammetta)

-Scusate n' attimo (Teresa)

-Cjai n' idea? (Armando)

-No, è na' cosa seria (Teresa)

-Ah, bene, daje dilla! (Fiammetta)

-Ma voi che cjavete capito cò la storia de li vaccini? (Teresa)

-Li vaccini?..c'è chi la vò cotta, chi la vò cruda, chi dice de sì, chi dice de nò?Io tempo fà portai cor taxi n'medico che me disse che era giusto (Giggetto)

-Giusto che? (Armando)

-Che nun ce doveva esse l'obbligo (Giggetto)

-Seconno me ce vorebbe più chiarezza (Teresa)

-Se dovemo fidà, cò la salute de li regazzini nun se scherza (Fiammetta)

-E' questo er punto, ma davero se potemo fidà? (Giggetto)

-Beh, stà gente ce mette la faccia (Armando)

-Eppure ce stà de la gente che protesta (Fiammetta)

-E si ce fusse n'complotto? (Giggetto)

-E daje cò stè teorie da fìrm de spionaggio! (Teresa)

-Sì, vabbè, mò tutti stanno a fà l'impicci! (Armando)

-Seee..ne fanno pochi de n'trallazzi! (Fiammetta)

-E vabbè ma le vaccinazzioni sò per bene nostro! (Teresa)

-E allora come mai ce stà n'sacco de gente che je và contro? (Armando)

-Me sorge n'dubbio! (Fiammetta)

-Quale? (Teresa)

-Che ce stanno tutti a cojonà! (Fiammetta)

-Ahh..annamo bene...annamo proprio bene!! (Giggetto)

-Vabbè s'è fatta nà certa, ve saluto. (Armando)

-Pure io. (Teresa)

-Ciao a belli, bonanotte. (Armando)

-De che parlamo la prossima vòrta? (Giggetto)

-De cornuti. (Teresa)

-Ehhh..ma così ce passamo la nottata! (Fiammetta)

Tacciono le voci, si spengono le luci e nell'ombra senti surrurar....malimortaccivostra dentro la toilette nun cjavete gnente altro da fà?

 

 

 

 

 

2
1
11

Note

13 November 2019

Sono solo stasera Mi accompagna solo la tromba di Baker Il whisky con ghiaccio mi rilassa Magia delle note La voce della cantante è cosi profonda Si viene subito proiettati in locali come il Blue Note Il pianista attacca il brano Le spazzole del percussionista accarezzano i tamburi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
12

Facce sorridenti

Una storia vera a Colorado Winter

13 November 2019

Tutto succede meglio di notte, quando il silenzio cala, le auto non sibilano e brillano le stelle. Arthur scriveva di notte perchè gli piaceva ascoltare Nina Simone che cantava solo per lui, posava ogni tanto la penna e la ascoltava sorridendo, tanto non perdeva la concentrazione per scrivere quella [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

1
0
9

Palingenesi

12 November 2019

La palingenesi demoplutocratica della progressione diaframmatica utilitaristica, si estrapola da un contesto musical-postsessantottino sfociante in una semplificazione anagrammatico sillogistica, assimilabile inequivocabilmente alla stesura cantautorale del "trottolino amoroso" di sanremiana memoria. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

16
14
69

Il Nero

12 November 2019

Milano ore 23:30 Una donna di mezza età, bionda e abbastanza appariscente da poco divorziata, decide di entrare per la prima volta al Black Lion, un locale multietnico situato in periferia, frequentato prevalentemente da africani. «Visto che mi sono sbolognata quel coglione di Sergio, voglio [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Come Mammola ti dico....che sarebbe LDM senza Scilipoti?.... Bravo Giuseppe [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Walter, ti ringrazio, sempre. Ma è anche vero cosa sarebbe LdM [...]

1
1
11

L'appuntamento al buio

11 November 2019

La giornata di Carlo si svolge ormai da anni nella stessa, identica, estenuante maniera. Sveglia presto al mattino verso le sei, subito dopo che Mercury, il suo gatto, ha già danzato sulla sua schiena per un quarto d’ora, affondandone le unghie. Un colpo di reni lo fa drizzare sul letto e un istante [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

3
7
11

ESCAPE ROOM

11 November 2019

Fammi uscire, fammi andar via da questa stanza! Manca l'aria, non rifiato e non trovo la via. Rovesciami parole, come fossero chiavi. Ce ne sarà una che apre. Dammi un indizio, una traccia per scorgere l'uscita. C'è un letto sfatto, una finestra senza vetri, un bagno cieco. E nulla più muove questo [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
7

Deutschland Uber alles

10 November 2019

L'assetto cultural letterario della Bassa Baviera dopo l'«Oktober Fest» si esplicita in una metempsicosi teologico animistica di tipo anseatico magdeburghese confrontandosi con la cesura nazionalsocialistica della componente austroungarica ascrivibile al ramo dinastico della principessa Sissi. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Per mille krapfen! Oggi viri sul deutch! Mein Gott!
    Caro Ferry, oggi si [...]

  • Rara avis: Danke, mein freund per i tuoi arguti commenti( in quelli sei imbattibile).
    Mi [...]

4
3
11

L'albero genealogico

10 November 2019

Camillo, fin da piccolo cominciò a interessarsi di genealogia, tant'è che quando divenne adulto non solo presentò tale argomento come tesi di laurea conseguendo il massimo dei voti, ma addirittura progettò di farsi tatuare l'intero albero genealogico della sua famiglia sulla schiena. I genitori [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Walter Fest: Geniale!...Anche se un pò triste nel finale geniale lo stesso!!!.....ho [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Tatianasenzamusica: Quanto hai letto è di un genere diametralmente opposto [...]

2
1
7

Le carte

09 November 2019

Gira, rigirala Giocala bene. Lei è la tua ultima. Può cambiarti la vita. La stanza è fumosa. Sono tante ore che si è seduti. Il colore può non essere determinante. Ma il numero, quello sì. Girala, rigirala. Gli occhi di tutti sono arrossati. E la schiena duole. Quella pistola [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
10

Regalo di compleanno

09 November 2019

Anna e Andrea tornavano in macchina verso casa, nel tardo pomeriggio di uno di quei giorni di metà autunno in cui il buio invade il paesaggio troppo presto, togliendo luce alle ore e ai giorni, progressivamente sempre più corti. Avevano passato insieme il fine settimana in un borghetto caratteristico, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
1
9

Qui lo dico e qui lo nego

08 November 2019

L'inchiappettamento perifrastico convulsamente dissolutorio, estrapolato da un contesto zooprofilattico normograficamente estraneo all'impollinamento serotino del sarchiapone di montagna affetto da meteorismo recidivante, comporta la recrudescenza osmotica protomidollare nella preparazione della [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
4
23

La voce

08 November 2019

Del loro primo incontro lei rammentava la voce. Non esattamente il suono o il timbro o la frequenza, ma la voce, come fosse un’entità vivente. Erano ad un party, lei era girata di spalle, con il bicchiere dell’aperitivo tra le mani. Sentì lui dissentire sull’andamento della giornata calcistica. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Torna su