Aveva 25 anni Dora, era fresca, semplice, felice di aver trovato lavoro come segretaria in una grande azienda della sua città, ancor più felice di essere la segretaria personale del Capo.

Spesso di sera andava a ballare in una piccola balera con le amiche, ma al mattino era un trauma svegliarsi. Non voleva però rinunciare ai suoi desideri e capitava di arrivare trafelata in ufficio. Ecco, come quella volta!

- Dora, il Capo ha chiesto più volte di te - le disse Marco, il suo carissimo collega.

Un rapido ritocco al rossetto, una veloce spruzzata di colonia e con sorriso smagliante Dora, dopo un doppio "toc" alla porta, entrò dal Capo.

-Eccomi, agli ordini - disse Dora fra il serio e il faceto, e intanto andò dritta alla postazione computer, generalmente la mattinata iniziava con la scrittura di una mail.

- Prima di scrivere ti devo dire una cosa - 

Dora alzò lo sguardo e fissò il Capo con curiosità ma anche con una certa preoccupazione.

- Mi voglio separare, Dora, con mia moglie non ce la faccio più! -

Greta rimase immobile per qualche istante, conosceva la moglie del capo, una bella signora, gentile nei modi e con la fama di essere molto attiva nell'aiutare i poveri e i senzatetto.

- Ma - balbettò Dora 

-mi dispiace, come mai? Si dice che viva per la famiglia e per fare del bene agli altri - 

- Sì, sì certo, è buona, troppo buona, ma io voglio una donna che si lasci corteggiare, che mi stuzzichi, che tenga viva la mia libido. Lei invece dà tutto questo per scontato, per superato, non si rende conto che suo marito la ama ancora! -

Dora rimase attonita, dentro di sé però voleva ridere.

Ma guarda un po', pensò, l'uomo fascinoso, ricco, potente, messo al palo dalla donna che lui ama.

Subito però si sentì intenerire il cuore e rispose

- Mi spiace, ma io come posso aiutarla? -

- Non so - disse il Capo, non sapevo a chi dirlo -  la mia vita si svolge tra casa e ufficio -

Poi cominciarono a lavorare.

Dora per tutta la mattinata aveva pensato a quello che le aveva detto il Capo e rimuginava per trovare una soluzione.

Caso volle che nel pomeriggio, facendo un giro in centro, Dora scorgesse la moglie del Capo poco più avanti di lei, davanti ad una vetrina di lingerie. Affrettò il passo e le si accostò con un bel sorriso.

- Che piacere incontrarla signora Gianna, anche lei in centro per fare shopping? - 

- Ciao Dora, che piacere incontrarti. Sì, devo fare un po' di compere, soprattutto dei reggiseno nuovi, che quelli che ho non tengono bene.-

Una scintilla si accese nella mente di Dora.

- Ah, bene, anch'io devo prendere qualcosa qui-

si mise a braccetto alla signora Gianna e leggermente la sospinse nel negozio.

Dora, tirandosi la signor Gianna, si diresse verso i coordinati intimi, ne scelse due da provare e invitò la signora Gianna a fare altrettanto.

- Ma che dici Dora, questi sono troppo osé, vanno bene per le ragazze! -

- Ma no, non c'è età per queste cose... mi dia retta, ne provi qualcuno! -

Una luce si accese negli occhi della signora Gianna.

Uscirono dal negozio ognuna con il suo pacchetto, ridevano, si abbracciarono.

Ore 8 in punto, Dora entrò di corsa in ufficio, Marco, il collega, le dice che il Capo le vuole parlare subito. 

Dora prende la carpetta e dopo un doppio "toc" entra nella stanza del Capo e si sistema al computer.

- Dora - dice il Capo, - dimentica quello che ti ho detto ieri, non era affatto vero! - 

Greta abbassò gli occhi sulla tastiera e iniziò a scrivere, un sottile sorriso le inarcò le labbra. 

- Eh, nella vita ci vuole un po' di tutto! -

Tutti i racconti

2
2
12

Quel colpo mal riuscito a Paperopoli

25 June 2024

Quel colpo mal riuscito a Paperopoli. Era la fine di dicembre del 2019 quando, a Paperopoli, i Beagle Boys, nel loro covo ultrasegreto, ebbero l'idea di associare le loro abilità criminali alla professionalità di un chimico molto noto. Stanchi di vivere nella miseria più assoluta e di confrontarsi [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
5
16

Ridi

25 June 2024

Ridi Su ridi In fondo ti sei solo sbucciato un ginocchio Ma hai segnato Quel pallone è volato tra i pali e zac Abbiamo vinto Come era il motto Non conta cosa vinci, ma come lo conquisti Su ridi In fondo è solo un voto basso in storia Fra qualche anno nessuno ricorderà questa cosa Ma, hai saputo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Rubrus: Si dice il peccato ma non il peccatore. Credo opportuno precisare la natura [...]

  • An Old Luca: ...un ministro è come un "Colombo" che svolazza: ora c'è [...]

1
8
12

Ll'Ammore

Una personale definizione dell'amore.

25 June 2024

Chi non ama non può capire colui che ama e l'intensità del suo amare. Amare una donna, rispettarla, ammirarla, venerarla per la sua esistenza, per la sua grandezza, per la sua presenza è ciò che di più nobile possa esistere. Quando si ama, essere innamorati, è una carezza al tuo corpo e al tuo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • An Old Luca: "L'amore che continua a vivere in te è sempre bello, armonioso, [...]

  • Gennarino: An Old Luca: sicuramente si. Grazie per il tuo commento.

2
1
10

PRESENZE

24 June 2024

PRESENZE Di Emma Watson Negli occhi di chi guarda risiede la bellezza, Amore mio, dove ti sei nascosto, nei cieli? A lungo ho aspettato, paziente e sincero, Desiderio di momenti persi senza di te. La dolcezza del desiderio, del desiderio doloroso, La bussola del mio cuore, tu sei il fuoco. Ovunque [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

4
3
14

La lüsiröla

24 June 2024

Stavano seduti sul tronco al limitare dell’area illuminata dal fuoco, la schiena rivolta alle fiamme. Renato si stiracchiò e aprì la lattina di birra. L’altro uomo non si mosse. Indossava una camicia grigia a maniche corte e jeans neri. In corrispondenza del collo non si vedeva la striscia bianca [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • L’esilioDiRumba: Sei riuscito a far coesistere il correre dietro alle lucciole con alcune teorie [...]

  • Rubrus: Trovo interessante il principio di indeterminazione perchè, razionalmente, [...]

2
2
8

Gendai Haiku

24 June 2024

il freddo vento - gira il comignolo tra sprazzi di neve Laura Lapietra ©

Tempo di lettura: 30 secondi

1
1
10

L' ARAZZO DELL' AMORE

23 June 2024

L' ARAZZO DELL' AMORE Sulla tela dell'amore, si svela un capolavoro, Due anime intrecciate, tra i turbine del mondo. Nell'arazzo del tempo, la loro storia viene raccontata, Una saga di passione, tenera e audace. Ad ogni alba, il loro amore di nuovo, Una sinfonia di colori, vibranti e veri. Attraverso [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • stapelia: Ho vinto qualche cosa? Diceva un comico, del quale ricordo il viso ma non il [...]

3
11
24

RITORNO A TE

23 June 2024

Risacca lenta infida avviluppi con ingannevole abbraccio fin quando svanito l'appiglio comincio a boccheggiare. La riva ancora in vista mi richiama alla vita all'amore. Sguardi implorano lacrime prorompono. Improvvise vigorose bracciate come battiti d'ali accorciano distanze che sembravano [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • stapelia: La poesia ti rappresenta. Il tuo modo di scrivere e descrivere va ...... al [...]

  • Adribel: Grazie Stapelia per il commento attento e profondo. come ti avevo detto ho [...]

3
13
17

Fondi 17 settembre 1987

Una dedica e tanti ricordi.

23 June 2024

Per anni non ricordi più nulla di cose, avvenimenti. Incontri avvenuti tempi addietro, e poi all'improvviso, basta un niente, per far riaffiorare alla mente, come un lampo di luce che all'improvviso illumina prepotentemente il buio, tutta una storia. Ricordi assopiti. Cancellati da altre cose accadute [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • stapelia: Non ho parole.Raro, davvero raro, per me. Ricordi e libri. La tua maestria [...]

  • Gennarino: Stapelia, grazie di cuore. Troppo gentile. Un caro saluto

0
0
10

CELEBRIAMO di Emma Watson

22 June 2024

Nel regno dell'amore, dove i sogni prendono il volo, Due anime convergono, immerse nella luce soffusa dell'amore. Attraverso i colpi di scena del grande disegno del destino, I loro cuori battono all'unisono, nel ritmo divino. Nei momenti di tranquillità, trovano la loro pace, Un santuario dove [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
0
10

Oltre il silenzio

22 June 2024

Nelle lontane terre del Nord America viveva un anziano signore di nome Haru. Un nome che i compianti genitori gli avevano dato senza essere consapevoli del suo intrinseco significato. Quel "nato in primavera " da sempre aveva costituito un invito a rinascere nella sua lunga ed inarrestabile [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

0
0
11

Senza Titolo

22 June 2024

LETTERA ALLA FORMICA Cara formichina ti vorrei parlare, se tu mi vorrai ascoltare. Vorrei parlare a te, al ragno e all’ape, a voi custodi di una terra morente, che piange di dolore per le mille offese a lei inferte. Se mi vorrai ascoltare, ti dirò che ammiro infinitamente la tua saggezza e il [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

Torna su