Amici lettori il giallo improvvisato stà per giungere la termine, mi sembra giusto che la sperimentazione cessi e vi racconti come è andato il fatto. sono ancora quì di fronte alla tastiera, la testa è vuota, fà caldo e ve lo giuro in questi giorni non ho pensato a nulla, pertanto quello che ora scriverò è tutto scritto sul momento, azz, che momento di mia grande letteratura....nella puntata precedente, droni in città rapivano scene furtive, vista la calura, maggiormente immagini hard, bene ma fin ora nessuno sapeva il perchè, di certo le pose finivano in rete e vai con il tango dei commenti, finche sparsa troppo la voce, la polizia decise di fermare questa iniziativa, l'altra volta non ve l'ho detto ma nelle inquadrature c'erano cadute persone molto influenzose,  e così, venne messa una funzionaria bonazza per risolvere la questione e cogliere il drone sul fatto, peccato che l'immagine che avrebbe provato la prova venne offuscato dal pelo, quale pelo? Andate a ritroso a rileggervi la cosa del 15 agosto.Ok, stabilito che non è stata colpa mia ma della mia fantasia, la polizia brancolava nel buio, finchè  venne trovato in strada stecchito un tizio con un drone in mano, purtroppo non c'erano testimoni e le telecamere di sorveglianza in quel mentre erano spente perchè giocava la nazionale e si erano dimenticati di accenderle.Wow, che storia!Insomma che razza di città era se i droni erano liberi di spaziare e violare la privacy dei cittadini? E del morto? Dopo la rinvenuta iniziarono le indagini, su di lui nessuna cosa contrastante, che caso del caso, sembra che anche questa volta la polizia si attacchi al coso ma a questo punto a qualcuno venne l'idea di sguinzagliare dei droni comunali azionati da mani esperte che andassero in perlustrazione, che bellezza i controllori controllati dai controllori, questo non è più un giallo ma una satira, un pastrocchio, una giullarata, oso dire, una vera misticanza e per ora solo un morto ammazzato con un drone in mano e nulla più, ma scusate dico io, i gialli che di solito leggete mica vi dicono subito la verità e per giunta l'unica bonazza mezza ignuda l'ho vista solo io, vabbè poi successe che ci provò anche il capo della polizia a mascherarsi, in definitiva si mise una parrucca e si finse donna fatale, calze a rete e tacchi a spillo, per fare vedere che lui era un duro anche lui mise la sua telecamerina lì, proprio lì, questa volta no pelo, ma mazza che mazza, anche perchè nell'attesa il capo si documentava sù pleiboy del '63  -"ora ve lo faccio vedere io se li acchiappo" - disse a tutti e sul più bello a pagina 85 della rivista senza veli, arrivò il drone, anzi due, in quel momento il capo si alzò, alzò la gonna e tacchete li beccò, un momento avrebbe voluto beccarli ma in realtà essendo la rivista del'63 il coso alzato, immediatamente si abbassò per la delusione e già, nel '63 mica era come adesso, minchia capo ma dove ha trovato stò pleiboy? Da suo nonno? Così allo scatto , il capo riprese le scarpe in basso, il drone, comandato da un furfante pappone, capito il trucco, girò i tacchi e indovinate che successe? Che al pilota del drone gli prese un infarto ecco vorrei vedere voi al suo posto, vedere in video un tizio travestito da donna con un coso moscio in bella mostra, altra dimenticanza, il capo aveva messo la parrucca e tutto l'altro necessaire ma non si era tolto baffi e barba, azz! L'infarto fù fulminante, logicamente solo io conosco l'infartuato e poveretto per lui nulla potè la donna, sua complice che stava in quel momento con lui ma che in quel momento stava facendo all'amore con lei, lei chi? La terza della banda che vista la mal parata entrambe si diedere alla fuga, che fetènzia di situazione, che figura! Colto da infarto per un coso moscio e pendente!..Vi avverto non guardo punti e virgole e stà storia ve la beccate così com'è...insomma c'era di mezzo un morto, due amanti in fuga, della banda la polizia ignorava la sede operativa e neppure il mandante perchè forse voi non lo avete capito, ma la banda dei droni avevano un mandante, a questo punto con la banda sciolta che importanza avrebbe conoscere chi li ha assoldati?

-Pronto Flavia!...ma dove cavolo stai? E' un pò di giorni che non ti fai sentire, non commenti più, ci hai fatto conoscere un tuo amico, pure Terribile che pare un cugino di chi sò io e poi sei sparita, ma insomma dove sei? Mi sorge un dubbio..dalle tue parti hanno fatto il sei milionario al superenalotto, e vabbè se sei tu la fortunata puoi sempre continuare a scrivere eh!....vabbè lo hai voluto tu, ora spiffero chi è il mandante dei droni.

Amici lettori ad assoldare la banda dei droni alla ricerca di immagini è stata la nostra Flavia, ma era una cosa, ve lo giuro, a fin di bene perchè le immagini dovevano andare a favore dei vecchi degenti dei presidi sanitari dove era stata ricoverata lo scorso anno, tutte immagini con un pò di bella roba per ringalluzzire quegli anziani, poi per la verità che è successo? Che alla banda gli è scappata di mano la mano e le immagini invece che ai vecchietti le hanno messe per divertimento in rete causando un pandemonio social pertanto al'operatore video se ci ha lasciato le penne vedendo l'uccello a bassa quota del capo ben gli stà , a questo punto per non lasciare a bocca asciutta i tuoi amici, dovrò inventarmi qualcos'altro, però avevo anticipato che avrei cessato la sperimentazione, facciamo così, sono arrivato a 4 minuti di narrazione, ho scritto realmente tutto al volo, ora vi lascio è venerdì e auguro a tutti buon fine settimana, ci penso sù e poi vedrò.

P.S.

Il tizio trovato in strada stecchito con il drone in mano non c'entrava nulla con il caso, aveva acquistato per corrispondenza l'aggeggio, aveva provato a farlo volare, ma scoperse che al posto della batteria c'era un mattone, in quel momento aveva una sigaretta in bocca, se la mangiò per la rabbia, poi per smaltire la delusione, si prese a schiaffi, così forte, così forte che svenne, pertanto dopo un ora si svegliò e mandò a fare in culo i venditori di droni per corrispondenza, richiese i soldi indietro ma pare che la società era locata alle isole friggy e nessuno rispose al telefono, così il tizio come Gargiulo se la prese......

In allegato: Ogni riferimento a nomi, cose, luoghi e situazioni varie è frutto della mia fantasia e pertanto tutto è casualmente casuale.....hei..5 minuti tempo di lettura per poco sforavo....

 

0
0
2

Di neve e di sole

18 November 2019

... e mentre sopra uno spoglio ramo si posa un corvo nel crepuscolo d'autunno la prima neve rabbrividisce i prati e piega piano foglie e fili d'erba e nel silenzio che penetra le rocce il sole sorge dietro la montagna a rischiarare la sfrenata corsa di cavalli bianchi sulla rena ... mentre [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

12
16
77

Il bidone di plastica

Il negozio di casalinghi

18 November 2019

Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo (cit. di Bud Spencer in "Chi trova un amico trova un tesoro") Nel periodo in cui lavoravo nel negozio dei casalinghi della famiglia Palazzo, una delle “leggi” [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

1
3
9

Mani

non pulite ma oneste... l'ultimo baluardo dei "tempi moderni"

17 November 2019

Anche se sembrano appartenere al passato, le immagini di mani sporche di lavoro non dovremmo dimenticarle mai. Stampiamole per bene nel nostro cuore e nella nostra mente quelle mani, mani sporche di grasso, sporche di terra, di vernice, sporche di fuliggine, di ruggine, di colla. Manualità scomparsa, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Giuseppe, ci tenevo molto alla tua disamina per i motivi che ti avevo anticipato, [...]

  • Giuseppe Scilipoti: "Tempi moderni", mi è sfuggito... dalla mani. Mi scusasse [...]

1
1
9

La pallina

17 November 2019

Birichina. Colorata. Salta qua, salta là La si cerca di afferrare. Lei non ne vuole sapere. Mamma perché fa così? Piccola mia, lasciala andare. Lei senza poter saltare non avrebbe senso di esistere. Ma io la voglio per me. Ma lei è già tua. Vedi vuole giocare con te. Corrile dietro. Accompagnala [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
8

LA PAROLA

16 November 2019

L’urlo, il riso, il pianto e il lamento parlavano al cuore degli uomini. La parola inascoltata vagava libera nell’universo infinito e mai nessuno poté udire la sua voce. Poi un giorno un essere, storpio e ribelle, tese una rete a fitte maglie fra il nulla e tutte le cose, imprigionandola per sempre. [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

10
9
40

Lo steccato

16 November 2019

Nell'aldilà, il Paradiso e l'Inferno sono due proprietà private separate da una chilometrica staccionata e in ambedue i lati c'è la presenza di una moltitudine di cartelli con su scritto: "Adeguate recinzioni fanno buoni e non dannati vicini." Dio e Satana, nonostante appartengono a due regni [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Scilipò, non ho una grande memoria e non ho la tua stessa capacità [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Patapump: lieto che sei passato a leggere e commentare questo racconto. Ti [...]

2
1
9

Il caciucco

15 November 2019

La pulsione semantico ormonale ingravescente che genera l'irrancidimento precoce della polpa della pera passacrassana negli scaffali dei discount di provincia, si approccia a un procedimento anticrittogamico risolutorio, contestualizzato alla crasi policistico insurrezionale tetragona a ogni intervento [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

1
2
7

UN NOTTURNO SVOGLIATO

15 November 2019

La notte in cui vide dove terminava la città comprese anche che qualcosa poteva avere inizio. Davanti a se si rivelò, come dietro un sipario ignoto, la combustione della nicotina tra le sue dita incastrarsi perfettamente con un notturno volgare e gelido firmamento: pieno di bagliori e spasmi scoppiettanti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Un notturno svogliato ma dannatamente poetico e amaramente introspettivo. Mi [...]

  • U1004: Gratta gratta sotto la superficie c'è sempre un po' di eaistenzialismo.
    Avrebbe [...]

3
2
13

Tum!

14 November 2019

Tum! Il suono rimbomba ossessivamente nelle orecchie, per non parlare del dolore lancinante che mi sta letteralmente consumando il cranio. Faccio fatica a rimanere cosciente. A un certo punto avverto dei lampeggianti. Li vedo e non li vedo. Mi è impossibile trovare una definizione. A malapena [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: Grande Scilipoti in versione giallo drammatico enigmatico incidente stradale [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Walter, hai visto oggi dove sono andato a "sbattere?" :-) Un [...]

2
1
11

Note

13 November 2019

Sono solo stasera Mi accompagna solo la tromba di Baker Il whisky con ghiaccio mi rilassa Magia delle note La voce della cantante è cosi profonda Si viene subito proiettati in locali come il Blue Note Il pianista attacca il brano Le spazzole del percussionista accarezzano i tamburi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
15

Facce sorridenti

Una storia vera a Colorado Winter

13 November 2019

Tutto succede meglio di notte, quando il silenzio cala, le auto non sibilano e brillano le stelle. Arthur scriveva di notte perchè gli piaceva ascoltare Nina Simone che cantava solo per lui, posava ogni tanto la penna e la ascoltava sorridendo, tanto non perdeva la concentrazione per scrivere quella [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

1
0
9

Palingenesi

12 November 2019

La palingenesi demoplutocratica della progressione diaframmatica utilitaristica, si estrapola da un contesto musical-postsessantottino sfociante in una semplificazione anagrammatico sillogistica, assimilabile inequivocabilmente alla stesura cantautorale del "trottolino amoroso" di sanremiana memoria. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

Torna su