CITIZEN  KANE  (1941)

 

Rosebud

Un ragazzo che non vuole staccarsi dal proprio slittino

Un giovane che balla nella redazione del giornale che ha appena comprato

Una coppia che invecchia annoiata a tavola, davanti alla prima colazione

Un potente magnate inzaccherato dal fango

Una palla di cristallo piena di neve

Rosebud

Sogni, ricordi, tentativi, sconfitte

 

Alla morte di Charles Foster Kane, magnate della stampa e dell'industria, un giornalista riceve l'incarico di raccogliere informazioni sulla sua vita e sull'ultima parola pronunciata dallo stesso sul letto di morte: ROSEBUD (Bocciolo di rosa).

Durante le ricerche egli contatterà vecchi amici, l’ex-moglie (cantante fallita ed ora alcolizzata), il suo ultimo maggiordomo: da  tutti gli incontri, come un puzzle, uscirà il ritratto di un uomo potentissimo ma assolutamente perso nella propria solitudine.

E solo gli spettatori scopriranno il segreto di ROSEBUD: era il nome dello slittino da neve che il piccolo Kane aveva dovuto lasciare per diventare ricco, potente e famoso.

 

Primo film del ‘genio-maledetto’ ORSON WELLES (1915/1985), salito alla cronaca mondiale con lo “scherzo” radiofonico sull’invasione dei marziani, che gettò gli USA nello scompiglio, è considerato da sempre e da molti consessi critici mondiali “il più grande film della Storia del cinema”. Per la sceneggiatura di ferro (unico Oscar vinto!), per gli innovativi movimenti di macchina, per la struttura a flashback (in seguito ripresa da decine di autori) e così via.

Osteggiato dal re della stampa William Hearst, che vi si vide descritto, il film non ebbe vita facile e non ebbe il successo di pubblico che avrebbe meritato.

Questo rese Welles di non buon auspicio per i produttori, che gli chiusero, lentamente, i finanziamenti, costringendolo ad emigrare in Europa (anche per motivi fiscali: il fondo cassa è sempre stato il suo cruccio!).

 

Tra mille difficoltà, comunque, riuscì a portare a termine, nei suoi modi, opere leggendarie per la Settima Arte: THE MAGNIFICENT AMBERSONS – THE STRANGER – THE LADY FROM SHANGHAI – MACBETH – OTHELLO – MR. ARKADIN – TOUCH OF EVIL – LE PROCES – CAMPANADAS A MEDIANOCHE – THE IMMORTAL STORY – F FOR FAKE – THE OTHER SIDE OF THE WIND – DON QUIXOTE e da interprete THE THIRD MAN - LA DECADE PRODIGIEUSE - MOBY DICK - JANE EYRE – THE LONG HOT SUMMER - LA RICOTTA – CATCH22 – SOMEONE TO LOVE e tanti altri (anche se non tutti indimenticabili, ma aveva bisogno di lavorare, per portare a termine i “suoi” progetti).

 

Solo nel 1975, dopo avergli accordato ‘appena’ due Oscar (uno per la sceneggiatura di CITIZEN KANE ed uno alla carriera) Hollywood gli tributò l’onore dell’American Film Institute Award, consegnatogli durante una grande festa in suo onore, alla presenza del gotha della mecca del Cinema. 

 

In Italia il film è uscito con il titolo QUARTO POTERE

 

Regia : Orson Welles; Sceneggiatura: Herman J. Mankiewicz/Orson Welles;     Produzione    Orson Welles

Cast: Orson Welles (Charles Foster Kane); Joseph Cotten (Jedediah Leland); Dorothy Comingore (Susan Alexander); Everett Sloane  (Mr. Bernstein); Ray Collins (Boss  Jim Gettys); George Coulouris (Walter Parks Thatcher);    

Agnes Moorehead (Mary Kane); Paul Stewart (Raymond); Ruth Warrick (Emily Norton Kane); Buddy Swan ; (C.F. Kane a 8 anni

 

0
0
2

IN PARTENZA - MILANO ANDATA E RITORNO

26 June 2019

Aprile 1974. Una raccomandata. “La S.V. è invitata a presentarsi il giorno 23 aprile p.v. per discutere di una Sua eventuale assunzione presso questo Istituto.” A grandi linee questo era il testo. Com’era possibile! Non avevo fatto alcuna domanda di assunzione in banca! Anzi, dopo il diploma in [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

0
0
1

L'attesa

26 June 2019

Nell'attesa di incontrarti ho accarezzato il tempo perché mi fosse amico. Ho cullato la pazzia cantandogli il tuo nome e coltivato un fiore da donarti guardandoti negli occhi. Volevo fosse unico e diverso come te e che il suo profumo mi stordisse come immagino farà la tua pelle quando la sfiorerò [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
5
16

Il viaggio a Londra

speranza e disperzione

25 June 2019

Una giornata piovigginosa del mese di dicembre dell'anno 1976, un gruppetto di ventiquattro donne è in attesa della carta d'imbarco all'aeroporto di Torino Caselle. Le donne non si conoscono fra di loro e si guardano smarrite e un tantino spaventate, per alcune è la prima volta in aereo e Londra [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

3
4
10

Una sera, in viaggio

25 June 2019

Vespero fa da valletto a Selene quando Indaco prende cielo al Pavone. Mi congedo con un sorriso dal mio passato e volgo lo sguardo al domani

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Walter Fest: Bravo Ducapaso, il sottoscritto non ha molto feeling con la poesia ma questo [...]

  • ducapaso: Grazie, ragazzi, sono contento che vi siano piaciuti: Li pensai senza poterli [...]

4
9
29

Ultimo pensiero

24 June 2019

Stringi forte la mia mano e mi torna alla mente il giorno in cui sei nata e rimasi a contare una ad una le tue piccole dita per assicurarmi che ci fossero tutte. Non essere triste bambina mia, non piangere, sono stata fortunata: ti ho vista crescere, gioire e piangere, anche se solo per sei anni, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • ducapaso: Il racconto mi piace e evoca in me quella fredda amarezza che ho cercato per [...]

  • Francesca: Grazie Ducapaso.. contenta ti sia piaciuto😊

5
5
22

FINO ALLE STELLE

24 June 2019

La cella sa di muffa. Fuori il cielo di Saint Louis vibra come lenzuola stese. Sulle pareti, nomi e oscenità. "Johnny was here" la scritta più calcata, come se l’autore avesse avuto troppe ore a disposizione per incidere, temperino sulla pietra, la sua vita là dentro. Ogni giorno un solco. Che [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Molto bello forse un tantino lontano dal mio pensare ma mi è piaciuto [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Vito, la musica, una sfrenata voglia di musica e voglia arrivare non semplicemente [...]

6
9
25

Mar D’Amore

23 June 2019

Non siamo che navi sul mare color zaffiro che fluttuano lungo il battito del cuore delle onde. Per troppo tempo, abbiano navigato su un difficile corso seguendo due oceani separati. Ma ora è il momento di cambiare le nostre vele e di incrociare i nostri flussi, navigando dolcemente insieme. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Francesca: Intanto.. ufficialmente AUGURI per il traguardo raggiunto.. un bel peso in [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Walter: All right!!!

    x Francesca: un "mare" di grazie, [...]

4
5
26

La valigia sul letto

23 June 2019

C'era un gran bisogno d'insegnanti, in Italia, tra la metà degli anni '60 e quasi tutti i '70, specialmente nelle regioni del Nord dove, in caso di necessità, le cattedre erano affidate anche ai non laureati. L'introduzione dell'obbligo scolastico fino a quattordici anni aveva previsto anche una [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

1
1
13

Rumore

22 June 2019

Vivo sospeso in questo tempo incerto come foglia d'autunno violentata dal vento Ho l'anima levigata come sasso di fiume nel lento scorrere dei passati anni e rimango con la mia inquietudine con il cuore sgualcito in questa strana liturgia del dispiacere ascoltando in silenzio ...tutto il [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

5
17
35

Il Commiato

22 June 2019

Il commiato è veloce, spietato, agghiacciante. Il commiato non si serve di mezze parole, di aggiustamenti di tiro, di giravolte verbali. Il commiato è tutto in dieci parole messe in fila e studiate una ad una. Le hanno messe giù fior fiori di “giuslavoristi”, imprenditori, managers… sssssssss… [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Francesca: Sandro mi trovo d'accordo con Walter, bello il tema e scritto benissimo, [...]

  • Sandro Amici: Buonasera Francesca. Devo dissentire, o dobbiamo dare ragione alle statistiche [...]

3
2
14

LA FIAMMELLA DI CARBURO

21 June 2019

Sappiate che il buio copula con la luce, vibra, dardeggia, ansima come il mio esausto coraggio. In questo intestino nella terra del deserto d'Australia, una miniera per sogni miserabili, il miraggio dell'opale mi ha catturato come una ragnatela, io che soffro di claustrofobia sono stato attirato [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
5
19

JCS - 4/4

21 June 2019

Martedì 11 maggio ero a casa di Gianni a studiare. Accendiamo la radio per ascoltare PER VOI GIOVANI, programma che seguivamo spesso, e, alle 17.15, trasmettono il servizio e l'intervista sulla Prima del nostro JCS. Che emozione sentir parlare di noi e risentire le nostre voci in onda in tutta [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Adalberto: Salve, lettrici e lettori. Mi fa piacere abbiate condiviso queste mie "parole". [...]

  • flavia: ti aspettiamo sotto alla Madonnina

Torna su