CITIZEN  KANE  (1941)

 

Rosebud

Un ragazzo che non vuole staccarsi dal proprio slittino

Un giovane che balla nella redazione del giornale che ha appena comprato

Una coppia che invecchia annoiata a tavola, davanti alla prima colazione

Un potente magnate inzaccherato dal fango

Una palla di cristallo piena di neve

Rosebud

Sogni, ricordi, tentativi, sconfitte

 

Alla morte di Charles Foster Kane, magnate della stampa e dell'industria, un giornalista riceve l'incarico di raccogliere informazioni sulla sua vita e sull'ultima parola pronunciata dallo stesso sul letto di morte: ROSEBUD (Bocciolo di rosa).

Durante le ricerche egli contatterà vecchi amici, l’ex-moglie (cantante fallita ed ora alcolizzata), il suo ultimo maggiordomo: da  tutti gli incontri, come un puzzle, uscirà il ritratto di un uomo potentissimo ma assolutamente perso nella propria solitudine.

E solo gli spettatori scopriranno il segreto di ROSEBUD: era il nome dello slittino da neve che il piccolo Kane aveva dovuto lasciare per diventare ricco, potente e famoso.

 

Primo film del ‘genio-maledetto’ ORSON WELLES (1915/1985), salito alla cronaca mondiale con lo “scherzo” radiofonico sull’invasione dei marziani, che gettò gli USA nello scompiglio, è considerato da sempre e da molti consessi critici mondiali “il più grande film della Storia del cinema”. Per la sceneggiatura di ferro (unico Oscar vinto!), per gli innovativi movimenti di macchina, per la struttura a flashback (in seguito ripresa da decine di autori) e così via.

Osteggiato dal re della stampa William Hearst, che vi si vide descritto, il film non ebbe vita facile e non ebbe il successo di pubblico che avrebbe meritato.

Questo rese Welles di non buon auspicio per i produttori, che gli chiusero, lentamente, i finanziamenti, costringendolo ad emigrare in Europa (anche per motivi fiscali: il fondo cassa è sempre stato il suo cruccio!).

 

Tra mille difficoltà, comunque, riuscì a portare a termine, nei suoi modi, opere leggendarie per la Settima Arte: THE MAGNIFICENT AMBERSONS – THE STRANGER – THE LADY FROM SHANGHAI – MACBETH – OTHELLO – MR. ARKADIN – TOUCH OF EVIL – LE PROCES – CAMPANADAS A MEDIANOCHE – THE IMMORTAL STORY – F FOR FAKE – THE OTHER SIDE OF THE WIND – DON QUIXOTE e da interprete THE THIRD MAN - LA DECADE PRODIGIEUSE - MOBY DICK - JANE EYRE – THE LONG HOT SUMMER - LA RICOTTA – CATCH22 – SOMEONE TO LOVE e tanti altri (anche se non tutti indimenticabili, ma aveva bisogno di lavorare, per portare a termine i “suoi” progetti).

 

Solo nel 1975, dopo avergli accordato ‘appena’ due Oscar (uno per la sceneggiatura di CITIZEN KANE ed uno alla carriera) Hollywood gli tributò l’onore dell’American Film Institute Award, consegnatogli durante una grande festa in suo onore, alla presenza del gotha della mecca del Cinema. 

 

In Italia il film è uscito con il titolo QUARTO POTERE

 

Regia : Orson Welles; Sceneggiatura: Herman J. Mankiewicz/Orson Welles;     Produzione    Orson Welles

Cast: Orson Welles (Charles Foster Kane); Joseph Cotten (Jedediah Leland); Dorothy Comingore (Susan Alexander); Everett Sloane  (Mr. Bernstein); Ray Collins (Boss  Jim Gettys); George Coulouris (Walter Parks Thatcher);    

Agnes Moorehead (Mary Kane); Paul Stewart (Raymond); Ruth Warrick (Emily Norton Kane); Buddy Swan ; (C.F. Kane a 8 anni

 

1
0
9

Il personaggio

19 August 2019

Aveva aspettato tutta una vita prima di prender vita e avere una forma. Era stato come aver indossato una maschera per potersi confrontare con tutte quelle che costituiscono la società, dentro alla quale si esiste con tutte le cattiverie o le finte benedizioni perché operate in nome dell'egoismo [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

1
1
5

E quindi...

19 August 2019

Quand'anche avessi fatto quadrato contro una questione circa le quote di un quagliodromo di Tor di Quinto in via Quintino Sella, senza perdermi in quisquiglie, avrei fatto ben presto la quadra presentando una querela in Questura e mettendomi così il cuore in quiescenza. Particolarmente inquietato [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
1
21

Gli affamati

18 August 2019

Eccola, la fame, voglia vogliosa di morbidezze, di croccanti prelibatezze da mordere, leccare, ingurgitare. Preparo la tavola, stendo la tovaglia, ricompongo per bene i cuscini nelle seggie, trattengo la fame senza mangiar da sola nulla, mi piace di più quando mangio insieme a un altro, è un sodalizio, [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

6
9
24

La divisa

18 August 2019

Nei miei verdissimi anni ero un ragazzo assai timido, impacciato, impedito e indubbiamente smarrito, il rapporto con i coetanei e soprattutto con le persone più grandi mi davano un senso di inferiorità, difatti tra i vari aspetti negativi raramente riuscivo a reggere i confronti, persino a sostenere [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • flavia: o surdato 'nnamurato è una delle mie preferite <<Ohi vita [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Scrittrice Imperfetta: grazie mille. Era da qualche anno che volevo scrivere [...]

5
5
22

per Esempio

17 August 2019

C'era una volta un Esempio non particolarmente importante, né molto interessante: era solo un Esempio. La gente gli passava accanto il più delle volte senza prestargli attenzione, ma a volte qualcuno lo prendeva e lo portava davanti a tutti, lo faceva vedere e studiare. Allora l'Esempio si sentiva [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
5
19

Equibrium

17 August 2019

L'avevano trovato il loro equilibrio del loro non stare insieme, del loro non essere una coppia come tutte le altre. Che noia essere uguale agli altri, che prurito non potersi distinguere dalla massa. Perciò, finalmente, e con grande soddisfazione per entrambe, vi erano riuscite. Non si definivano [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Francesca: Un bel pezzo.. ma difficilissimo da applicare nella pratica

  • Heidina wolf: Dipende.. È stato vero fino a 20 gg fa.. C'erano voluti quasi 20 [...]

3
4
16

Gin tonic con Tanqueray

16 August 2019

Andammo a fare un giro fuori città una sera, c'era quel tizio Don o Dan, Lizzie, Joy e Mark. Carlotta non venne, se ne stava sempre in disparte, la amavo per questo ma non lo sapeva. Entrammo in un locale da schifo, la musica era terribile e c'erano un sacco di tipi con le camice abbottonate fin [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Francesca: Molto crudo e si, sicuramente sessista , ma scritto bene e ti spinge a leggere [...]

  • Principe dei desideri: Brano piacevole da leggere, che va dritto al punto, senza troppi fronzoli. [...]

3
6
16

Addio

16 August 2019

Avevi la sofferenza scolpita negli occhi. "Cos'hai?" "Niente." In silenzio, mi stavi dicendo addio

Tempo di lettura: 30 secondi

7
8
17

Il regalo

15 August 2019

Ho nel cassetto del salotto un pacchetto regalo che non ho mai aperto. È lì da molto tempo. Non riesco proprio a ricordare chi me l'abbia regalato. E nemmeno in quale occasione. So solo che l'ho portato a casa e non l'ho aperto. Ci sarà stato un motivo ma non ricordo nemmeno quello. Ho chiesto [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

7
5
20

Giallo improvvisascion

seconda parte....il finale

15 August 2019

Amici lettori, eccomi di nuovo con voi, ancora improvvisazione, la testa è sgombra da pensieri, fà caldo e si dovrebbe fare altro ma io stò quà seduto davanti la tastiera per scrivere quello che non sò, ve l'avevo detto l'altra volta che questa era una sperimentazione, avrei voluto fare tre parti [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

7
10
25

Fiocco di neve

14 August 2019

Vorrei essere temerario come un fiocco di neve perché non ha paura di cadere

Tempo di lettura: 30 secondi

4
2
9

Macchine

14 August 2019

Percorrendo la Prenestina, un’antica via consolare romana, la mia macchina arrancava. Sentiva il peso degli anni e di conseguenza necessitava di cure amorevoli. Chiamando col termine manutenzione quelle cure mi sembrava di sminuirla. Meglio dire che bisognava avere dell’attenzioni particolari [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Francesca: Carino! Mi ha fatto pensare alla prima macchina.. una cinquecento che dopo [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Buongiorno Ricky! Per mille Fiat! Hai "scaldato i motori" della fantasia [...]

Torna su