Ho sempre amato la pizza, nello specifico la Margherita, tanto da annoverarla come il mio cibo preferito.                                            

Ora, non so se i gusti delle pizze vanno scritti in maiuscolo, mettiamo non fosse necessario, la cosa mi starebbe bene tranne sulla già citata pizza in quanto per me è la Regina delle pizze.

Sono talmente fissato che se qualche donna si dovesse chiamare in questo modo, non penserei mai e poi mai al fiore ma direttamente la pizza in questione, non ci posso fare niente.

Idem la "Margherita" di Riccardo Cocciante specie la parte finale del brano:

 

Perché Margherita è tutto, ed è lei la mia pazzia (dato il mio elogio ci starebbe la parola "pizza")
Margherita, Margherita
Margherita, adesso è mia
Margherita è mia

 

È cosi semplice, pochi ma appetibili ingredienti ovvero farina, acqua, lievito, mozzarella, pomodoro, olio crudo e come ciliegina sulla torta, pardon, sulla pizza del basilico fresco.

Riguardo l'impasto prediligo il tipo sottile, odio la pizza gomma, a tal proposito non potrò mai dimenticare una Margheritona degna di nota, (giusto per usare un eufemismo) mangiata con autentico sdegno circa 8 anni fa, precisamente durante le vacanze in Grecia, a Rodi, quando in una pizzeria italogreca mi fu servito un autentico copertone col sugo e del formaggiazzo di cattivo gusto.

Senz'altro la Margherita peggiore della mia vita, una pizza da Michelin e non mi riferisco alla famosa Guida francese che tra le tante cose prende in esame pure la gastronomia.

Vi starete chiedendo se a volte mi è capitato di cambiare pizza, vero?

Di norma prendo sempre la stessa però ogni tanto mi concedo qualche diversivo, ad esempio mi capita di scegliere la Biancaneve avente solo mozzarella, olio e origano o la quattro formaggi, oppure la Margherita con würstel, insomma sempre e comunque delle pizze derivate della Regina anche se in verità dopo averle divorate rimango spesso con quel senso di insoddisfazione e, tanto per (non) cambiare, le volte successive tendo sempre e comunque a ritornare al mio vecchio amore.

Probabilmente in termini di gusti posso apparire scontato, me ne rendo conto, ebbene a questo punto, dopo aver fatto 30, faccio 31 e mi sembra doveroso raccontare un aneddoto.

Tanti anni fa, mentre svolgevo il mestiere di soldato, in una trasferta per un campo militare in Campania, precisamente a Battipaglia, una sera, io e miei ex commilitoni, essendo in libera uscita, dopo un certo girovagare su dove andare a mettere qualcosa sotto i denti, decidemmo di mangiare una pizza in uno dei locali migliori della città che ci fu consigliato da un maresciallo originario di quei luoghi.

Appena entrati al BattiPizza ci sedemmo in un lungo tavolo, ci vennero portati dei grossi menù e mi risulta impossibile descrivere lo stupore derivato dalla sterminata tipologia di pizze, ben 500!!!

C'era la pizza con i fagioli, la pizza col radicchio, la pizza con svariati salumi, la pizza al sushi, la pizza ai surimi, la pizza alla brasiliana con palmito ed il catupiry (un formaggio cremoso) per non parlare delle pizze alla frutta (ananas, mela, cocco, avocado, alla macedonia etc.) fino ad arrivare alle pizze dolci tipo quella al cioccolato, alle nocciole, alla marmellata e pizze gelato.

Sotto il menù c'era scritto:

"Guaglione, se non sei contento del menù, dimmi che pizza vuoi e ti di dirò chi sei!"

Ridemmo su queste parole scritte in grassetto poiché nella lunghissima lista, pensammo che ogni fantasia tendeva ad essere già soddisfatta a priori.

Per circa mezz'ora o poco più, restammo a decidere quale pizza ordinare, giustamente leggere tutte le 500 tipologie richiedeva tempo, alla fine ognuno fece la sua scelta e indovinate quale pizza prese il sottoscritto?

Ma è logico la Margherita, pizza che si ama non si cambia!

Non nascondo che questa mia preferenza fece e fa storcere il naso a più di una persona, infatti solo Dio sa quanto mi irrito quando qualcuno fa osservazioni su cosa mangio, inoltre odio da morire la frase: "Sempre la stessa cosa!"

Ad esempio le mie ex due fidanzate, durante le nostre serate in pizzeria tendevano a criticarmi, ogni tanto addirittura gracchiavano più del dovuto riguardo appunto la mia solita ed insindacabile scelta, solo una volta le accontentai entrambe prendendo due pizze diverse, cioè una pizza con le noci e una norma, sebbene in quest'ultimo caso mi fu ordinata a tradimento mentre ero in bagno a lavarmi le mani ma per non creare polemiche, strinsi i denti e la mangiai in maniera inappagata.

"Toglietemi tutto ma non il mio Breil" recitava un famoso spot sugli orologi.

"Toglietemi tutto ma non la mia Margherita" affermo invece io.

Visto che seguo Eros Ramazzotti, adesso faccio una parodia di alcune note de ‘Più bella cosa’, con la speranza che il cantante non la prenda a male, del resto è per una giusta causa.

 

"Ne mangerei di più. Per dirtelo ancora per dirti che, più buona cosa non c'è, più buona cosa di te. Unica come sei. Soffice quando vuoi. Grazie di esistere!"

 

Ok, penso di aver reso perfettamente l'idea, credo di aver detto abbastanza, per evitare che il mio componimento diventi una pizza e siccome tra breve è orario di cena, se stasera deciderete di mangiarvi una rotondaovale oppure una quadrata a teglia non mi resta che dire "buona pizza a tutti!" mentre agli intenditori faccio un augurio speciale:

"Buona Margherita a tutti!"

 

Ah, mi raccomando:

non dimenticate le birre, pazienza se lievita la pancia, si vive una volta sola!

2
5
12

Un eroe del nostro tempo

aiutare gli altri

16 June 2019

Come più volte richiesto dall'amico Walter Fest, sempre alla ricerca di eroi, eccone uno dimenticato. Un pomeriggio di maggio caldo e assolato, siamo negli anni settanta, una bimba di quattro anni gioca sul balcone di casa con un piccolo aquilone, la mamma la sorveglia ma l'aquilone le sfugge [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • flavia: Sandro Amici, dovrò spolverare il libro di Kafka che giace dimenticato [...]

  • Walter Fest: Flavia che dirti?...E' sempre un piacere scambiarci opinioni, input e tante [...]

4
4
19

EternaMetro

16 June 2019

Quando con un fischio penetrante si aprono le porte è come se da un foruncolo se ne esca materia purulenta trattenuta per giorni. Veniamo succhiati fuori come interiora da un ventre bollente e buttati in corridoi dove la luce è tendenzialmente gialla, seguendoci l’un l’altro come acciughe, allo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • U1011: Molto bello Sandro e allo stesso tempo molto triste e realistico... uno spaccato [...]

  • Sandro Amici: Grazie a voi per essere passati a leggere

5
7
21

Il ladro

15 June 2019

Con movimenti decisi, ho appena piazzato sta Matusalemme in una sedia per poi bloccarla con una cintura. La vecchia mi guarda digrignando i denti e comincia a inveire contro di me. Mi dà del ladro e più volte chiama aiuto. Non è la prima volta che mi trovo in una situazione del genere, ragion per [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Francesca: Ciao Giuseppe i termini mi sembrano azzeccati per l'intento che avevi perché [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Grazie Francesca, tu sì che ne capisci. :-) Comunque mi sembra di notare [...]

1
1
12

Inedia

15 June 2019

Ed è solo giorno, e già mi nutro d'alcol. Sono sdraiato nei tuoi occhi incantevoli Non mi rannicchio mai. È di nuovo notte E sono ancora lì. Passeranno le stagioni sarà come bere un bicchier d'acqua e forse scenderanno nuove piogge. Sarà come guardarti ancora. Torni da me e tornano le rondini, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Domani è un altro giorno, si vedrà, come dice il poeta. Mi piaci

4
7
23

Colloquio

14 June 2019

Sua madre gli aveva stirato la camicia bianca. -Mettiti la giacca. -Ma è per un call center, non serve... -Tu mettila. In bagno certi giorni la chierica non si vedeva. Quella mattina brillava. Aveva preso il caffè in cucina, in piedi, mentre suo padre fissava La7. “Ora me lo chiede, [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Sandro Amici: Mi permetto di dissentire Francesca. Non confonderei “scorrevole” [...]

  • Francesca: Ciao Sandro io intendevo un'altra cosa.. uno può anche scrivere [...]

2
3
10

Shopping

14 June 2019

Il sole stava calando sull'affollata piazza, regalando un'aura di serenità: la primavera era una certezza, sebbene l'aria ancora fresca. Le due donne si incamminarono nella via del centro, che a quell'ora ancora pullulava del via vai dei turisti, oltre ai tanti impiegati che da poco avevano lasciato [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Dolce far shopping. :-) Ho trovato carino questo componimentino, lo shopping [...]

  • Palilli: Grazie Flavia e grazie Giuseppe. Mi ha ispirato una amica che si è recata [...]

6
7
32

Non ci si può fidare neanche della morte!

13 June 2019

La tiro fuori da sotto il sudario! È lei, l’ho vista tre giorni fa mentre la sistemavano lì, sembra che nessuno s’interessi di lei, mentre io l’ho sognata tutti i giorni, è stato quell’attimo che mi è rimasto fisso nella mente, mentre le sistemavano la gonna che si era alzata quando l’hanno messa [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Dario De Santis: Grazie Walteruccio, lascia stare, è inutile, come diceva Bennato "tempo [...]

  • flavia: Sei sempre il solito pavoncello tutto coda raggiante, ma ti amiamo anche per [...]

3
3
10

UNIONE COSMICA

OM

13 June 2019

Non sarai più solo Ti ascolterò non solo con l'udito ma aprendoti il mio cuore. Non servirà parlare. Dall' incontro dei nostri sguardi sinceri, nasceranno spontaneamente, invisibili energie che faranno vibrare l'atmosfera di limpida magia... E tutto sarà pace dove attorno solo giace la dolce comunicazione. [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
19

Che donna sei

12 June 2019

Che donna sei Che donna sei. Diversa direi o meglio una donna che non ha paura di mostrarsi. Di essere pazza dolce casta hot. Di essere se stessa. Capace di amare senza limiti. E di fartelo capire con un sorriso con una carezza con un bacio con un semplice " ti amo ". Che donna sei. Fai parte di [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

4
8
23

180

12 June 2019

Giustina, Giustì, maronna mia, agge sentit’!? Agge sentit’ ca successo? Maronna mia bella, famme assittà ca me sent’ male, Giustina mia… Antonio vamme a pija nu bicchiere d’acqua…bella fresca Antò… Maronna, agge sentit’!? Nun ce posso credè… La 180, la 180, l’ hanno levata la… 180, la legge su [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • ducapaso: (non avevo lasciato una opinione)
    la versione del 2012 aggiunge qualche [...]

  • U1004: Non sapevo esistesse una Molazzana in prov di Lucca. Per quanto uno inventi [...]

4
4
23

LA TONACA DELLA MONACA - Guido

11 June 2019

LA TONACA DELLA MONACA - Guido Guido non era mai stato uno studente modello, né un ragazzino sempre tranquillo. Andava alle elementari in una scuola di suore, in pieno centro storico. L'edificio era molto antico, un pezzo da museo non molto tenuto bene dalle 'sante donne'. Per lui era un [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Francesca: Un'infanzia tranquilla..

  • flavia: che tragedia dalla padella suore alla brace preti, non poteva andare peggio, [...]

5
9
21

Il tempo del ritorno

Recensione

11 June 2019

Misconosciuto film italiano datato 1993 dell’altrettanto (mi)sconosciuto Lucio Lunerti, che gira un film drammatico con lievissime venature thriller e mistery, che ha come cornice i post Anni di Piombo e misuratissime immagini di repertorio, forse ricreare ad hoc per il lungometraggio. “Il tempo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Adalberto: Incuriosito dalla tua recensione ho cercato questo film "fantasma": [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Francesca: ammirazione anch'io per la mitica Giulietta. Chissà, [...]

Torna su