Nessuno ricordava più che un tempo c'era stata una ballerina bravissima che si chiamava Golanka Sbilenka. Da alcuni anni viveva in un gulag siberiano col marito, il calciatore No Yoco Mai, l'orso Yoghi e Coicai Sigh Kemal, terrorista arabo arrestato in un bar di Sanpiertroburgo mentre tentava di far saltare in aria un samovar pieno di te alla granseola. I tre ogni tanto progettavano un'evasione ma fuggire dalla Siberia è quasi impossibile. Come diceva Yoghi nulla è impossibile, basta volerlo. Un caldo giorno di primavera con appena trentacinque sottozero, arrivò un aereo di rifornimenti. Il pilota, ex venditore di panini in un chiosco di Berlino est, tale Otto Krauti appassionato di balletto e di calcio decise che Golanca e No Yoko dovevano tornare alla civiltà. Offrì una mega bevuta di brodo di calamari ripieni di alghe, alle guardie che gradirono molto e si distrassero quel tanto che basta per far sì che Golanka e il marito si nascondessero nella stiva dell'aereo, senza dare nell'occhio, insieme alle pellicce di orso bianco che Otto contrabbandava. Coi Kai Sigh Kemal, con un colpo di genio si intrufolò anche lui nel nascondiglio, minacciandoli con un ghiacciolo lungo un metro perché non lo facessero scoprire,mentre Yoghi rifiutò la fuga e tornò dalla moglie, una graziosa orsetta polare Katalina Impedita, con la quale mise su famiglia. Ne aveva abbastanza di apparire sempre asessuato, puro e asettico come un cartone animato. Otto Krauti sorvolò il confine, in barba alla contraerea che gli sparava addosso e fece un atterraggio di fortuna proprio nel centro del campo militare americano, oltre il muro a Berlino ovest. Non c'era ancora Trump, e i profughi vennero accolti con grandi festeggiamenti. Nel campo dei marines viveva una folla composta da gente di tutte le razze e l'amica particolare del sergente, Vagina Seminova che veniva dallo stesso villaggio di Golanka Sbilenka ed era sua grande ammiratrice . Le due ragazze furono felici di rivedersi e organizzarono una festa da ballo alla quale fu invitato il fior fiore delle celebrità europee dal campione olimpico di nuoto Otto Vaske, al campione del mondo di ciclismo Giro Larua, insieme a Guido Lavespa, Il famosissimo torero spagnolo Esperansio Descobar con la moglie portoghese Amalia Delana cantante di Fado. Per il cattering contattarono Pen To Lin, specializzato in manicaretti orientali (tutti buonissimi, bastava non indagare sulla composizione degli ingredienti)

Il grande tenore Dodi Petto fratello dello schizzinoso Dodi Stomaco, cantò le più belle arie delle opere che conosceva, mentre il fratello dava

di stomaco

Golanka aprì le danze, ballando una sfrenata tarantella col marito e i festeggiamenti durarono per tutto il week end, con fiumi di birra e sangiovese. Ricordo che ho dato una sbirciatina tra gli invitati e ho visto che ci stava pure un romano in cerca di personaggi da intervistare

Un tal Caio Gregorio, che parcheggia sempre la sua Guzzi California in divieto di sosta e Otto Multe gli fa la contravvenzione. In realtà cerca solo belle gnoccolone da intervistare, sempre solo quelle belle. Secondo me gatta ci cova. Ma la gatta non è un mammifero? E allora cosa cova? Boh! vedete un po voi, io vado a bere un buon moscato del Monferrato.

Yoghi e Katalina hanno mandato una cartolina,

hanno avuto una figliolina

che per simpatia hanno chiamato come mia zia

Fucsia

 

 

 

 

0
0
1

FASCINO AUTUNNALE

20 October 2019

La calda stagione estiva é ormai finita; Bussano alla porta i primi segni dell'autunno: e te ne rendi conto passeggiando per le strade, quando, lieve e silenziosa, ti accarezza il volto la fresca brezza autunnale, facendoti così un pochino sobbalzare con un soffio assai speciale. Mi fermo ed osservo [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

0
0
1

UN CAMBIAMENTO DIROMPENTE

20 October 2019

Era il 2035 e il divario fra Ricchi e Poveri era a tal punto insostenibile che la forbice aveva raggiunto il massimo della sua apertura. A questo punto tutti quei beni e prodotti effimeri, voluttuari, gli illusori, i tecnologici, scomparvero dagli scaffali dei negozi e centri commerciali sostituiti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
12

Connessione di merda!

19 October 2019

Che schifo di connessione, mamma mia! La linea è veramente lentissima. Ho provato a scollegare e collegare numerose volte il router, per non parlare dello smanettare con le configurazioni, ma è tutto inutile. Mi serve per forza una spedita navigazione in Internet poiché tra circa un'ora inizierà [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Walter Fest: Bravo Scilipoti, dalla fucina delle tue idee, prima di tutto la gran voglia [...]

1
1
10

Occhi

19 October 2019

Occhi che guardano il mondo. Occhi che fissano le immagini, come una macchina fotografica. Occhi ampi, spenti, a mandorla. Occhi verdi, azzurri, neri. Occhi che riflettono il cielo. Occhi sorridenti, che piangono, che brillano. Occhi che si aprono dopo il primo vagito, occhi che si chiudono alla [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

4
1
14

La casetta nel bosco

18 October 2019

Mio nonno Arturo non ricordava neanche più quanto tempo fosse passato dalla prima volta che si era alzato alle quattro del mattino per andare a lavorare nei campi. Di sicuro, quando era accaduto, era più basso di almeno trenta centimetri e la sua voce non aveva ancora assunto quei caratteristici [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

4
2
15

A tarda notte

Sulla vita e i suoi scogli

18 October 2019

A tarda notte i bluff si smagnificano. Nella mia tazza di caffè sento il sapore della disillusione perché gli eventi non accadranno mai nella sequenza desiderata ed anche quando succederà ci sarà qualche dettaglio fuori posto. Soffro, in altre parole, le piccole differenze dolorose tra la vita [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
14

Eureka!

Ora ho capito perché....

17 October 2019

E già, capito cosa? Veramente me lo sono scordato, non lo ricordo più e ora come al solito improvviserò e se non vi piacerà, beh, stavo per dire una cosaccia, non fateci caso, ecco al pianoforte Ringo Star, che centra? Boh? Avevo il suo volto nella mente e mi piaceva dirvelo...ok, non tergivestriamo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
2
15

Rap-poesia

17 October 2019

Sono andato alla deriva nei naufragi della vita lotta aspra ed insicura lenta e dura è la salita Gioco sporco col destino fango dentro gli stivali denti aguzzi di mastino c'è di peggio a questi mali Giro intorno ad un pensiero nelle notti di sudore faccio finta che sia vero ma ci vuole un po' di [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

3
3
11

Vita

16 October 2019

Tanto tempo fa ero iscritto a Giurisprudenza. Andavo anche bene. Di solito studiavo a Saronno, in biblioteca. Ogni tanto però, quando dovevo frequentare le lezioni, studiavo nell'aula Studi dell'Università Statale di Milano. C'era un sacco di gente. Studiavo insieme a Paolo Consonni. Eravamo stati [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

2
1
8

Senza Titolo

15 October 2019

Il mozzicone brucia ancora, lento, una pausa scriteriata e l'ultima fiamma s'è smorzata sul fondo d'un posacenere zelante.

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
13

Micerino

15 October 2019

Innanzitutto ci dobbiamo chiedere, chi è Micerino? Perché ha una piramide così piccola? Ci sta cercando di dire qualcosa? Era davvero il figlio di Chefren o era invece un vecchio riccone che voleva farsi credere più importante di quanto non fosse in realtà nelle generazioni future? Forse non lo [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

3
2
10

Lost

14 October 2019

Perso nell'ombra di un passato antico sfoglio scolorite pagine di pensieri frusti nell'illuso anelito di una vita altra Ho raccolto ricordi di felici momenti nell'estrema speranza di un uguale futuro sotto l'omeopatica cura di un sentimento insano ... e giro scalzo in queste vuote stanze perso [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Lost: perduto ma poi ritrovato... in base alla chiusa.
    Poesia che ha un [...]

  • Ilaria: Spero che presto sarà di nuovo pace e gioia a.
    Forse é solo [...]

Torna su