Registrazione Istantanea
2
2
25

La casa del pazzo

Da "Abito parole" (I live in words)

Cat
18 July 2018

Le passavo vicino e pensavo: “Deve abitarci una famiglia di malati mentali in una casa dipinta con un azzurro così orrendamente grigio”. In effetti, la villetta anni ’60 di cui parlo è brutta anche per altri motivi. Provvista di un’alta cancellata a sbarre, ha la tipica proporzione della casa bunker, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Giuseppe Scilipoti: Si dice che "Il diavolo non è brutto come lo si dipinge" ma [...]

  • Miri Miri: Si dice che il nostro cervello sia in grado di elaborare migliaia di informazioni [...]

2
3
22

Biedermeier

La forza delle ombre

Cat
07 July 2018

È un solido tavolo in legno di noce. Le gambe sono tornite e il bordo del piano ha una cornice scanalata che ne alleggerisce il disegno. Alla fine dell'Ottocento si facevano così. Al centro del piano qualcuno ha collocato un vaso di ceramica bianco, con fiori dipinti tutt'intorno. Contiene esso [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

4
26
37

Era quasi per noi due...

Un sontuoso delirio

13 June 2018

Era quasi per noi due che la vivevamo stanchi e affamati per tutto quel merdaio cattivo e duro e bastardo figlio della peggior troia malefica offuscatore di una minima razionalità umana e chissà se leggerissimamente divina la migliore delle peggiori tra tutte le effettive desolazioni barocche di [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Ernesto: No no è stata una scelta stilistica. Per di più il testo proviene [...]

  • Ernesto: A breve mi dovrebbero pubblicare qui una serie di racconticini brevi, scritti [...]

10
9
40

Per tutti quelli che

03 December 2017

Per tutti quelli che come me fanno fatica ad alzarsi la mattina. Per tutti quelli che come me non vedono un futuro diverso e si sentono persi. Per tutti quelli che sono invisibii anche all'interno della loro famiglia è meglio non vedere che chiedere. Per tutti quelli che sperano in un giorno diverso [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Roberta21: ce la possiamo fare cara Bibbi <3 bravissima

  • Surya: Per tutti quelli che come me dicevano sempre non posso farlo, non ne ho il [...]

7
9
38

Serate diverse

27 November 2017

L'odore acre del fumo fu la prima sensazione che avvertì. Scese una rampa di scale e alla fine si trovò in una grande sala con a destra la discoteca e a sinistra un bar rifornitissimo. Musica commerciale ad alto volume, con patetiche donne semi nude con corpi ormai consumati dalla vita e dall'amore [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Scrittrice imperfetta: Hai saputo trasmettere il senso di squallore e solitudine vissuto dalla protagonista.. [...]

  • flavia: Mi sono persa qualche cosa, credo di leggere cose gia lette, in ogni caso cara [...]

5
11
29

Solo per Gabriel

10 March 2017

Mi chiamo Arthur Miller, ho quarantasette anni e sono un vagabondo. La mia è una storia come tante, fatta di sbagli e una buona dose di incrollabile fiducia nelle proprie capacità che spesso porta a risultati disastrosi, come ad esempio svegliarsi una mattina e scoprire che moglie e figlia ti hanno [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Surya: Bellissimo racconto sul coraggio di ricominciare da zero. Non ti nego che è [...]

  • gancjo: Penso che in fondo sia un po' l'idea di tutti. Fuggire la realtà [...]

7
12
61

Capire

Marianna Di Cuori

28 February 2017

Che non posso capire perché non ho figli me lo dice spesso, spazientita, mia sorella Isabella. Mia sorella Sofia me lo dice in tono sconsolato, mia madre stizzita, le mie colleghe con sufficienza. Tutte però sembrano provare, in qualche modo, astio per il mio non poter capire. Non avendo figli [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Dodo: Manuela che bello questo racconto, commuovente e coinvolgente e, giustamente, [...]

  • Manuela Cagnoni: Grazie a te per questo commento, Dodo!

4
5
31

Rosso come l'amore

Attese

28 January 2017

Aspettava. Aspettava alla fermata del tram guardando nella direzione opposta. Soffiava nei guanti di lana l’aria che tratteneva ad ogni respiro. Il nero era diventato il suo colore. Voleva che lui tornasse. Riaprisse la loro porta e spalancasse le braccia. Lo immaginava così la sera quando scivolava [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • samy74: @Giuseppe Scilipoti grazie per essere sempre così attento. Entrare nei [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Grazie a te Samantha, ma certo...appena uscirà il racconto eventualmente [...]

8
6
100

L'incontro al bar col destino

24 May 2016

Il bar era pieno di inservienti, un piccolo bar alla stazione, di quei luoghi in cui la gente si ferma e poi va via di fretta, in cui si siede e sorseggia un caffè, ma con lo sguardo diretto all’orologio e i pensieri distanti, altrove, per paura di perdere il proprio treno. E’ in questi bar di [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Anna Lamonaca: Grazie Giuseppe, scusami se ti rispondo solo ora, non avevo visto la notifica, [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Tranquilla Anna, mi ha fatto molto piacere ricevere le risposte ai miei due [...]

1
0

Sorridi che Dio t'aiuta

26 January 2015

I musi lunghi, le parole fuori posto, i libri malconci, la luce fioca della solita ingiallita finestra, fogli bianchi con tratti di penna accennati, lunga scrivania in mogano, il Che al posto del Crocifisso, un piccolo pc, questo era il luogo preferito dove accoglieva i pazienti. Morbillo, tutti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

4
3
86

Risposta a "Abbasso gli Adolescenti"

08 January 2014

Quando mi sveglio alla mattina, l'odore nauseante della pizza di almeno due giorni prima mi dà la nausea. Provo a buttarla ma vedo che la mozzarella è attaccata ad una pagina del libro di biologia.Troppo complicato, lo faccio un'altra volta. Mentre cerco l'accappatoio nel cumulo di vestiti semi [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • SylviaGreen: Ciao :) Ho letto questo tuo racconto grazie al commento di Yoda sotto all'altro [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Cara Ana, questo racconto l'avevo letto alcuni anni fa, ma non l'avevo [...]

3
1

La Sindrome Del Rientro

23 June 2013

La chiamano sindrome da rientro, quella che ti prende dopo le vacanze. Si diceva Corinna mentre aspettava il 14. Per me no. Non me ne frega niente delle vacanze, pensava. Quelle, il giro delle isole greche, niente da dire per carità, la cultura classica, Olimpia e la mussaka e leì se l’era già [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Torna su