Registrazione Istantanea
5
7
18

La strega di pezza

16 June 2018

Incredibile l’ovatta che ha certa gente negli occhi. Immagina, rimugina, crea, screma e poi… non vede al di la dell’ovatta e l’aria gratuita che emette il suono articolato dalle loro corde vocali è priva di sensibilità e di comprensione, incapace di “immedesimarsi nell'altro, dedicandosi a lui [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Bibbi: Io odio i babbi Natale attaccarti alle finestre penzolanti. Brava 😎

  • Hélène De Lafièvre: Credo che scrivere mi serva a elaborare ogni pezzetto d me che lascio e ogni [...]

4
26
36

Era quasi per noi due...

Un sontuoso delirio

13 June 2018

Era quasi per noi due che la vivevamo stanchi e affamati per tutto quel merdaio cattivo e duro e bastardo figlio della peggior troia malefica offuscatore di una minima razionalità umana e chissà se leggerissimamente divina la migliore delle peggiori tra tutte le effettive desolazioni barocche di [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Ernesto: No no è stata una scelta stilistica. Per di più il testo proviene [...]

  • Ernesto: A breve mi dovrebbero pubblicare qui una serie di racconticini brevi, scritti [...]

3
1
32

Come passa il tempo

06 June 2018

Accidenti che faccia stanca. Quando mi guardo allo specchio mi sembra di vedere un altro. 65 anni e dimostrarli tutti. Oggi potrei non radermi... però poi mi darebbe fastidio, e poi guarda come sono bianchi i peli della barba. Guarda come sta cedendo la pelle un po’ ovunque sul viso. Da domani [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

4
8
21

Senza titolo

Conversazione immaginaria con Duchamp

31 May 2018

Un lampo. Nudo che scende le scale. Ricordi Marcel? A guardare la pioggia che si incolla sui vetri della macchina, anche quella fotografica, così, con un paio di guanti neri, spingo il pedale sull'acceleratore e vado via. Come il tuo nudo, dissolto in movenze inflazionate, quasi futuristiche, in [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

8
8
166

Cipolle

29 April 2018

Signore, mi scusi, quelle cipolle che le sono avanzate nel piatto, le mangia? Se così non fosse potrei approfittarne? Non mi guardi così, c'è una spiegazione a questa richiesta e le assicuro che non è dettata dalla fame. Allora si chiederà perché? Se ha un minuto di tempo avrò modo di spiegarglielo. [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Bibbi: un bel racconto bravo

  • U0940: L'avevi raccontata in un'altra occasione e mi aveva commossa... mi [...]

7
6
87

Gianni

25 April 2018

A vedermi così sembro una persona normale... in effetti sono una persona normale, se non fosse per un piccolo difetto che si chiama Prosopagnosia appercettiva. E' una sindrome che ho acquisito da bambino in seguito a un incidente, ho battuto la testa e da quel giorno non riesco più a riconoscere [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Bibbi: Grande!! Dovremmo tutti soffermarci su particolari e percezioni

  • Puccia: Bello, soggetto unico mai sentito, mai letto.

7
13
89

Una domanda

16 April 2018

A volte nella vita capita un momento in cui ti devi chiedere “Ma io... chi sono?” A volte la vita ti costringe a farti quella domanda. A volte gli eventi della tua vita si modificano senza che nemmeno tu te ne accorga e quando cominci a capire, te la devi fare quella domanda. “Ma io... chi sono?” [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Surya: Mi ero persa questa perla...bravissimo gerollo! Desidero leggerti ancora...e [...]

  • gerollo: Grazie Surya!

3
3
23

Il mio nome è Jack

Le storie del Buenos Aires Café

09 April 2018

Salve! Noi non ci conosciamo ma io conosco voi. Beh, non tutti ma alcuni sì. Mi passate accanto e nemmeno mi vedete, ma la colpa non è vostra, sono io che mi rendo invisibile, anche perché non c’è da stare tranquilli quando si vive per strada. Quelli che mi notano a volte mi lanciano sorrisetti [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

5
3
26

Monologo del migrante

05 March 2018

Un giorno, un mese, un anno. Quanto tempo è passato! Un giorno, una settimana, un mese, un anno, da quando ho preso il mare. Un giorno da quando sono partito ed ho visto finire in acqua mio fratello. Gli ho teso la mano. Mio fratello non sapeva nuotare, (aiuto mio fratello è caduto in acqua!) ma [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Puccia: Struggente racconto del viaggio della speranza, hai pienamente descritto il [...]

  • Francesco Catanzaro: la consecutio temporum è sacrificata per rendere il racconto più [...]

11
18
57

Tufo verde

Guarda il mio mondo, attraverso i miei occhi.

18 February 2018

Prendimi la mano, anche se è fredda, anche se è febbraio e non vuoi uscire. Seguimi sempre. Oggi è un giorno a parte. Un giorno qualunque. Noi lo renderemo speciale. Per questa manciata di attimi, sei solo per me. La mia è una vita a parte, la vita su un'isola lo è sempre. Si gira in tondo, non [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

8
8
23

Dead man walking

15 February 2018

Un penny per i tuoi pensieri. Pensi alla tua ragazza? Pensi a cosa chiederci per cena? Pensi all’alba che ti ghermirà? Vedo il tuo braccio, tatuato e forte, i tendini che s’induriscono quel tanto da permetterti di afferrare la bottiglia attraverso le sbarre. I tuoi occhi sono normali, non feroci, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Patrizia Poli: Ciao a tutti, ciao Giuseppe. Personalmente credo che certe persone e certi [...]

  • piero: Riesci a raccontare con naturalezza i punti di vista di personaggi estremi. [...]

2
2
18

L'omicidio legalizzato

I punti di vista spesso possono stravolgere una storia.

31 July 2016

Arrivammo in Iraq in un caldo e soleggiato giorno estivo. Il sole picchiava sulla pista di atterraggio rendendola un forno a cielo aperto. Era tutto buio nella stiva. Io e i miei compagni eravamo parecchio impauriti. Mai avevamo vissuto un momento come quello prima d’ora. Come molti prima di me [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

Torna su