6 Giugno 2065 - Miami Beach – Four Seasons hotel – hall

 

«Prego signori, potete entrare e conoscervi»

I due varcano due entrate diverse, si avvicinano e si danno una stretta di mano

«Ma come, siete quasi fidanzati, almeno un abbraccio»

Ridono imbarazzati mentre si abbracciano

«Questo è l’albergo in cui passerete i prossimi due mesi per conoscervi meglio fino al matrimonio, avrete due operatori che vi seguiranno tutto il giorno e riprenderanno tutto quello che succederà, poi tutte le sere andranno in onda sul nostro canale i momenti migliori della giornata ed alla fine, venerdì 7 agosto 2065 ci direte in diretta se vorrete sposarvi il giorno dopo, se direte di sì, alla fine della cerimonia il forziere del fantasma sarà vostro!»

 

6 Giugno 2065 - Miami Beach – finalmente quasi soli

 

Franca ed io ci abbracciamo a favore di telecamere, non è una ragazza bellissima, ma piacevole, continuo a ripetermi “poteva capitare peggio”, però con la simpatia già ha guadagnato qualche punto. Chissà se si farà vedere nuda? Chissà se qualche bottarella da fidanzati ci scappa? Il matrimonio ci sarà sicuramente, non rinuncio all’eredità, vera o falsa che sia.

«Che succede se ci mettiamo in costume e ci andiamo a fare una nuotata? Ci libereremmo dei due operatori nell’acqua?»

«Proviamo! Andiamo in camera a cambiarci»

Corriamo con loro sempre dietro, entriamo, lei mi dice con un sussurro

«Intanto vai tu in bagno, io devo cercare il costume»

«Se lo trovi subito puoi anche entrare in bagno, siamo fidanzati ufficialmente»

«Te lo scordi! Comincia a fare il bravo»

Speravo! Quello è un luogo invalicabile per gli operatori, mi sarei fatto trovare nudo ed eccitato, «Ops, scusami tesoro, ti stavo pensando»

«Mi piace quando mi pensi, lasciamoli fuori una mezzoretta amore, scopiamo come se non ci fosse un domani!»

No! Prima idea, andata a monte, la vedrò in spiaggia in costume.

Il mare è nostro, riservato ai clienti dell’albergo, posto in prima fila, dietro di noi tv e stampa, siamo diventati famosi, io a malapena ricordavo quel libro, mio nonno doveva avere una copia con dedica fatta dal fratello, ma non l’avevo mai letto, da quando la produzione ha avuto l’idea della ristampa ne stanno vendendo molte copie, una me l’hanno regalata.

Che dire? Carino! Io faccio un figurone, anche Franca, la mitica Jenny tutta sesso è fantastica. Il corpo è strepitoso, chissà se la mia futura moglie ha degli scompensi per il confronto! Poverina, in costume è discreta, la guardo dopo il primo bagno a mare, capezzoli rigidi con costume trasparente, anche la parte sotto merita, un culetto non grosso ma giusto, una passera bella gonfia, gambe magre ma grintose.

Non ho parlato del viso, mi sta iniziando a piacere, mora, occhi marroni, labbra fine, non è una vamp ma non vedo l’ora di scoparla. Chissà come vorrà dormire stanotte?

«Io inizio a vederti come Jenny, mi ha fatto male leggere quel libro»

«Devo dormire in un’altra stanza stanotte?»

«Ma no, se non vuoi farlo non ti violento di certo»

 

Milano – 8 agosto 2065 – dopo il matrimonio

 

Dall’oloprocessore arriva l’ultima parte del programma: «Grazie al nostro parente fantasma per il forziere che abbiamo aperto davanti a tutti, forse   dovrete continuare a darci tanti soldi, perché non ci separeremo facilmente, vero Jenny?»

«Certo Danny!»

«Ci potete fare un’ultima confessione?»

«Va bene!»

«Quando avete sentito che la storia poteva diventare importante?»

«Pochi giorni fa, eravamo in terrazza a chiacchierare amichevolmente davanti alla luna piena, quando da 40 gradi in pochi secondi ci siamo ritrovati a 10 gradi, non avevamo pigiami invernali, solo una copertina leggera, mentre ridevamo ci siamo ritrovati sotto le coperte, lei aveva freddo e si è attaccata a me, ci siamo guardati e senza capire perché ci siamo baciati, a quel punto arrivò la temperatura giusta, era una situazione magica, sembrava che qualcuno ci coccolasse, ci amammo e da allora la magia non ha smesso di avvolgerci»

«Ok Gian, puoi spegnere, quello che c’interessava è andato»

«Arnoldo, hai fatto i conti di quanto abbiamo guadagnato?»

«Tantissimo, sto finendo i conti, ma è una cosa esagerata»

Una finestra si chiude senza vento

«Strano, ho avuto una sensazione di Deja-Vu»

«Anch’io, magico come dice Danny… comunque il libro è campione di vendite, quel povero sfigato ha avuto la sua rivincita, i nipoti si sono sposati, conoscendo la sua abitudine lei sarà già incinta, comunque se era un vero fantasma ora può riposare in pace, missione compiuta nonno!»

 

3
3
14

Iniezioni di humour - 1/2

18 December 2017

Cari amici, oggi vi propongo una serie di testi umoristici che scrissi in word in vari file tra il 2004 e il 2009, per la precisione le mie primissime incursioni in ambito scrittura. Queste composizioni narrative di matrice autobiografica, furono salvate su una vecchia chiavetta tenuta conservata [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

4
5
16

Sciaf, sciaf

18 December 2017

Sciaf, sciaf Un rumore acquatico sovrasta quello delle onde che si frangono sulla riva pietrosa della spiaggetta. Mi ero addormentato, guardo il cellulare, ore undici, un’ora di oblio vicino al pontile, lo sciaf sciaf che mi ha svegliato è causato da due piedini indubbiamente e meravigliosamente [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Bibbi: Che fregatura😃 tutta quest apprensione e poi....!!sciaf sciaf😅bravo Dario [...]

  • Dario De Santis: Grazie ragazze!!!!!!!!!!!!!!!!!

3
2
10

La raccolta delle olive

17 December 2017

Uno dei momenti più belli durante l'anno è per le famiglie la raccolta delle olive. Quei frutti di varia grandezza, che sono cresciuti lentamente durante la precedente stagione con l'avvento delle piogge di ottobre/ novembre si caricano d'olio e gonfiano in maniera straordinaria. Sembrano tanti [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

8
9
24

Scena di un padre e dei suoi figli

17 December 2017

A volte mi capita di fare la pendolare e prendere l’autobus per recarmi al lavoro. Ieri era un giorno di quelli e mentre tutti avevano le cuffiette e ascoltavano musica, io stavo leggendo i racconti del giorno di Letture da Metropolitana. Seduto di fronte a me c’era un ragazzo con i suoi due figli: [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • flavia: Brava Surya, racconto molto delicato che purtroppo tocca tanti in questi ultimi [...]

  • Surya: Grazie a tutti dei vostri commenti! Scusate se non vi ho ringraziato prima [...]

10
13
30

La ragazza dei miei sogni - 2/2

Da ascoltare in sottofondo: Raf - Inevitabile follia (scelta facoltativa)

16 December 2017

Mi giro di scatto e un'incantevole visione mi assale. La Bionda è a pochi metri da me, mi è difficile descrivere l'espressione del suo viso puntato verso la mia direzione accompagnato da un sorriso luminoso, nonché mi è difficilissimo descrivere la sua bellezza, la foto del suo profilo di Letture [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

6
4
16

La vita, è.

16 December 2017

Zoe aveva conosciuto il suo nuovo vicino di casa una fredda sera di novembre. Convenevoli, strette di mano, sorrisi imbarazzati e frasi di circostanza. "Piacere, Matteo." Poi quattro chiacchiere al bar vicino, e aveva scoperto che stava sistemando la casa vicina alla sua per tornarci presto a [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Puccia: Ottimo, questa frase "la vita è" da tener presente ogni giorno, [...]

  • Giuseppe Scilipoti: Ottimo racconto, hai scritto un qualcosa di importante, ha degli aspetti filosofici [...]

9
13
22

La ragazza dei miei sogni - 1/2

Da ascoltare in sottofondo: Raf - Inevitabile follia (scelta facoltativa)

15 December 2017

«Leggo sempre i tuoi racconti, hai un animo dolcissimo, sei tenerissimo, non posso credere che esistono uomini ancora capaci di emozionare, di trasmettere sentimenti cosi puri come i tuoi, Giu...io desidero incontrarti, desidero specchiarmi nei tuoi occhi color Nutella, desidero dirti tante di [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

12
13
28

Aspetterò la guarigione

che fare?

15 December 2017

Non sono abituata a vederlo soffrire, è sempre stato forte e robusto. In vita sua ha avuto due volte il raffreddore, ed ora non sopporto di vederlo deperire ogni giorno. Cammina curvo, quasi che il peso degli anni sia improvvisamente sulle sue spalle come un macigno. La sua malattia, sconosciuta, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • flavia: Camillina, Gius, Surya grazie perché sapete sempre trovare le parole [...]

  • Marianna Patti: È toccante quanto hai scritto! Scritto molto bene, con parole giuste [...]

6
5
19

Risponde allora amore

15 December 2017

Maschera di felicità copre mondi di delusione. Poi una voce chiama mamma, risponde allora amore. Ed è nuova gioia.

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Ciao Crazy, in merito ai molti scritti in precedenza, senza fare accenni o [...]

  • Surya: Solo una cosa ci aiuta a superare le difficoltà: l'amore per i nostri [...]

10
13
24

Alla ricerca di Roberta

Storie pazze a Rivarolo

14 December 2017

Prima di recarsi all’ Hotel Rivarolo, i nostri amici autori provano a telefonare a Roberta, l’unica che non si è presentata all’appuntamento della mattina alla stazione di Torino Porta Nuova. Walter prende il telefono e compone il numero. Squilla, ma Roberta non risponde. “A Robè, mandò sei finita? [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Puccia: Brava, semplicemente bello! Hai dato a me la parte che veramente mi compete [...]

  • Scrittrice imperfetta: Troppo carino.. E noi siamo i più bravi investigautori che si siano [...]

11
10
23

I miei natali in casa Meraviglia

14 December 2017

Ho quarantadue anni, una famiglia, una casa, e un’anima stropicciata.. una vita piena, intensa, incasinata.. A volte mi piace giocare e provo a guardare la mia esistenza dal di fuori.. provo ad essere estranea a me stessa, ed osservare ciò che gira intorno.. la mia vita mi piace. Ne amo le sfumature, [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

3
1
14

La sveglia

14 December 2017

Ritornò in sè al suono della sirena. Era lì, in attesa del segnale per poter ricominciare a vivere e a respirare, dato che avevano finora trattenuto il respiro senza alcuna lamentela. Quelle note assordanti avevano finalmente prodotto in lui un risveglio da quel torpore che la notte gli aveva [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

  • Marianna Patti: Bello e scritto bene! Si potrebbe interpretare in vari modi...un risveglio [...]

Torna su