Ci sono giornate nella mia vita in cui mi guardo veramente allo specchio e faccio un pò di conti con me stessa e con quella parte del genere umano che mi trovo intorno come compagna di viaggio.

In questi ultimi giorni, la parte di genere umano di sesso maschile ha occupato una fetta importante di questi conteggi, e la sintesi che ne è uscita è che l'altra metà del cielo io proprio non riesco a comprenderla.

Questa mancanza di comprensione da parte mia mi disturba molto, credendo io fermamente nel potere dell'analisi e in una base di educazione e rispetto, verso se stessi e verso gli altri, che deve sottendere all'essere uomini, prima ancora della suddivisione in generi.

L'assunto che uomini e donne siano diversi lo condivido per il semplice fatto che considero la diversità un valore importante, e nella diversità, in qualsiasi modo essa si manifesti, esiste potente il germoglio della crescita personale e civile.

Giustificare però la diversità tra uomini e donne e farle assumere il compito di nascondere sotto di essa comportamenti poco educati, meschini, vili e privi di rispetto, trovo sia un pensiero semplicistico, riduttivo, infantile e vigliacco.

Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere, va bene, ma sfortunatamente ci si trova a vivere sotto lo stesso cielo e, che si voglia o meno, sarebbe ora di cominciare a conviverci davvero e a comprenderci, nelle diversità, così come nelle affinità, senza continuare sterilmente ad accampare la scusa del "siamo diversi" per evitare ogni tipo di confronto e darsi alla fuga.

E allora ecco che mi tocca di togliermi qualche sassolino dalla scarpa anche se so benissimo che ne torneranno infiniti altri, come se in questa vita io camminassi costantemente in un terreno fatto di ghiaino, che torna ciclicamente ad infilarsi sotto i miei piedi e a farmi zoppicare.

Una donna (e da ora in avanti generalizzerò parlando al plurale delle donne, ma prendendo la mia personale esperienza come esempio mi ergerò a valida rappresentante della categoria...) ha un'enorme capacità di ascoltare, per il semplice fatto che dà un estrema importanza alle parole e al loro significato.

Una donna parla, tanto forse, ma non chiacchiera mai davvero, ogni singola parola ha un significato preciso.

Una donna ascolta, lo fa anche quando voi uomini non dite niente, ma se le parlate, sappiate che sarà in grado di comprendere tutto quello che le farete l'onore di condividere con lei, con l'unica attenzione, che dovete porre alle parole che dite, che se dite qualcosa quello che dite assume un significato preciso.

Fate molta attenzione alle parole che dite, quindi, quando parlate con una donna.

Nessuna parola sarà mai senza significato, e la donna ne comprenderà uno preciso.

Se avete anche solo il dubbio che quello che dite abbia per voi significati diversi da quello che il termine ha nel suo senso comune, ditelo, spiegatevi, comunicate, se non altro vi toglierete dall'impiccio di dover giustificare, magari anche a distanza di tempo, che parole come "domani", "dopo", "mi sto innamorando di te", non avevano per voi il significato comunemente condiviso, ma significavano rispettivamente "mai", "mai", "addio".

Fate proprio una bella cosa, ve lo do come consiglio, da ora in avanti, se volete dire "addio", dite "addio".

E' un modo per essere in fondo onesti, rispettosi, educati, verso se stessi e nei confronti dell'altra persona (uomo o donna che sia).

Alle donne non serve proprio essere prese in giro, ci pensa la vita a farlo, da quando nascono, a partire dalla stronzata della storia del principe azzurro, per arrivare a vette creative importanti quando alcune di loro vengono sfregiate, nel migliore di casi, o uccise in modi sempre più stravaganti, per aver rivendicato un loro diritto inalienabile: la libertà di scegliere.

Non fate promesse che non siete sicuri di poter o voler mantenere, non usate il futuro.

Se dite ad una donna "andremo insieme", "faremo insieme", quella donna comprende che quella determinata cosa prima o poi la farete davvero insieme e in qualche modo, bislacco e sentimentale, se volete, nel suo animo la dedica a voi, la terrà in serbo, nella sua vita, per voi.

Esiste, nell'immenso mondo della lingua italiana, il condizionale. Se non siete sicuri di poter o voler fare davvero quello che promettete, promettete al condizionale.

Basta aggiungere una parola. "Potremmo andare insieme" o "potremmo fare insieme" ha tutto un altro significato e serve ad evitare di farle del male, quando poi deciderete, con un "a domani" o "a dopo" di sparire dalla sua vita.

Le donne sono animali forti, non lo saranno quanto voi a sollevare pesi materiali, ma lo sono quanto e più di voi a sollevare i pesi dell'animo.

Le donne risolvono i problemi, sono abituate a gestirne diversi contemporaneamente.

Se invece di chiudervi nella vostra maledetta superbia quando avete una difficoltà di qualsiasi genere parlate con una donna, potete star certi che essa ne comprenderà l'entità fino in fondo, e anche oltre, e sarà un valido appoggio su cui contare per trovare una soluzione. Le donne non si tirano indietro, non sono programmate per farlo, per il semplice motivo che la natura impone loro, nel momento topico della loro esistenza, cioè quando partoriscono un figlio, di oltrepassare coscientemente ogni possibile soglia del dolore e dei limiti fisici e andare avanti, finchè quella nuova vita non sarà venuta al mondo.

Le donne sono uragani potentissimi (programmate per creare, non per distruggere...a meno che non diate loro motivi validi per farlo) sui quali appoggiarsi per uscire da ogni difficoltà, a patto che vogliate farlo "insieme".

Nel momento che una donna si affianca a voi per essere "insieme", le vostre difficoltà non saranno più solo vostre, i meriti, sappiatelo, lo rimarranno.

(...continua...)

7
10
16

Space Invaders - 2/2

Racconto ispirato al celebre videogioco

18 November 2017

Bene, adesso torniamo alle astronavi aliene, ma... Cosa diavolo stanno facendo? Hanno cominciato a diventare improvvisamente velocissime, sparo in maniera ossessiva e riesco a distruggerne a malapena tre. La situazione mi sta sfuggendo di mano, ormai prendere la mira è un eufemismo. Panico!!! La [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

5
5
16

L'uomo che no sa amare

18 November 2017

Mentre passeggiavano lui aveva scartato tutte le pizzerie e i ristoranti, erano giunti ad una pizzeria dove lei non sarebbe mai entrata, spoglia, brutta, squallida, neanche il bancomat prendeva Lui le chiede “Va bene qui?” “Ma certo risponde” lei, se ce l’avesse portata un amico o chiunque altro [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

5
6
17

La nonna racconta - 2/3

strorie di ieri

18 November 2017

<<Di sera si andava a letto presto, al massimo alle nove eravamo tutti sottocoperta. Si cenava alle sei, massimo sei e mezza, al tramonto del sole e poi si giocava a carte se non c'erano compiti da fare mentre la mamma e la nonna lavoravano a maglia. Papà eseguiva lavoretti d'intaglio, piccole [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

4
3
20

Il Trabocco - 2/2

17 November 2017

Molti dei giovani sciamarono verso la passerella che conduceva a terra, s’informarono se potevano scendere al mare e avuto il permesso andarono verso una piccola cala poco distante dal trabocco. Si spogliarono in parte e si misero a giocare chi a pallone, chi a cercare fra gli scogli qualche [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Giuseppe Scilipoti: Questo racconto oltre che mi è piaciuto, ha destato in me non solo interesse [...]

  • Lo Scrittore: bene! hai centrato il concetto che volevo far passare, la differenza dei ragazzi [...]

9
12
24

Space Invaders - 1/2

Racconto ispirato al celebre videogioco

17 November 2017

Dannazione! Me la sono vista proprio brutta! C’è mancato davvero poco che quei fottutissimi alieni mi disintegrassero! Fortunatamente sono stato io ad avere la meglio su di loro e adesso non mi resta che andare avanti, con la speranza di essere altrettanto fortunato nel caso dovessi ingaggiare [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

  • Surya: WOW! Space invaders, il più celebre video game degli anni ' 80 .... [...]

  • Giuseppe Scilipoti: x Flavia: grazie ancora e attendo il tuo successivo commento per la successiva [...]

7
10
22

La nonna racconta - 1/3

storie di ieri

17 November 2017

Durante una gita in montagna, con i miei nipotini Lara, Bruno e Claudio, veniamo sorpresi da un forte temporale. Non ci resta che correre come disperati verso una baita poco distante. Per fortuna c'è il margaro che ci accoglie cordialmente <<Venite, venite, fate presto o vi bagnerete tutti. [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

  • Surya: Flavia sei sempre bravissima, ma quando racconti dei tuoi ricordi del passato [...]

  • flavia: Grazie Surya

4
5
23

Il Trabocco - 1/2

16 November 2017

- Qualcuno ha fatto l’appello? Bagheera, hai visto se ci sono tutti? Il responsabile del raduno si stava sbracciando davanti al bus gran turismo fermo al lato della piazza. Erano le sette di mattina e c’era una gran confusione. Decine di ragazzi nelle loro divise da scout si aggiravano [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

7
10
31

LOVE

16 November 2017

Le lettere arrivano a frotte Perdono dice il suo cuore Perdono salvami perché ti amo Sono perduto Senza te sono perduto Ho sbagliato perché sono un bimbo pauroso Aiutami Ti amo Ti amo Prendimi tra le tue braccia e tienimi stretto

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Giuseppe Scilipoti: Surya, mi trovo d'accordo con il tuo commento.
    Non siete solo voi donne [...]

  • Bibbi: Grazie a tutti dei vs commenti troppo buoni 😊💋❤️🔝

3
3
13

I disegnatori

16 November 2017

La vita è un continuo disegnarsi. Tutti disegnano tutti. Ma due sono i veri disegnatori della nostra esitstenza. Il primo artista è il tempo che giorno per giorno disegna i suoi solchi sul nostro corpo e in maniera subdola scarnifica la nostra anima tutte le volte un evento è così profondo che [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

10
15
28

Il Gonfia e Ripara - 2/2

Orario di chiusura

15 November 2017

Negozio di ricambi Tutto Auto & Tutto Moto Ore 19:52 Il cliente decide di terminare la telefonata, la mia faccia è praticamente verde veleno. Non gliene sbatte praticamente nulla, anzi mi fa un sorrisetto del cavolo tanto da desiderare di ficcargli la bomboletta proprio lì, dove non batte [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

8
9
20

Il mistero del cadavere nascosto

horror per ridere

15 November 2017

Arturo si avvicinò alla rastrelliera della stalla e prese un rastrello per raccogliere i rami e ripulire una zona della sua proprietà. Le quattro mucche ruminavano placide, dopo aver pascolato all'aperto tutto il giorno. Giobatta stava ripulendo la stalla, brontolando, e Arturo lo redarguì <<Smetti [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Surya: Brava Flavia! Ti metto meritatamente altri like 👍👍👍

  • flavia: Grazie a tutti, siete troppo buoni
    Vi abbraccio e vi aspetto nei prossimi [...]

14
19
44

Ricomincio a vivere

15 November 2017

Da questo momento sono ufficialmente scomparso, ho finito di seppellirmi nel mio giardino, nessuna lapide mi ricorderà, nessun fiore mi conforterà. D’altronde perché compiangermi, sono felice, ci sono riuscito, ho trovato un demente che viveva sotto i ponti ed ho preso il suo posto, mi avrebbe [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

Torna su