Una cosa cominciò però a preoccuparmi presto: la nostalgia di Deuxippo che era comune a quella degli altri. Non tanto la nostalgia dei luoghi di origine ma quella della vita militare, l’unica vita che quegli uomini conoscevano e alla quale erano stati abituati sin da bambini. Così avvezzi alla disciplina, che i sottoposti del mio sposo non cessarono di considerarlo come loro comandante neanche quando ognuno era stato lasciato libero. Tutti infatti avevano deciso di rimanere lì, dove era il loro capo.

Passò un altro anno ed io ero felice ma un giorno un uomo sbarcò da una nave. Era greco e venne a trovarci a casa. Deuxippo volle parlare con lui da solo ed io capii che il momento di affrontare le mie paure era giunto. Al termine di quel colloquio, non rispose alle mie domande ma mandò a chiamare gli altri otto, si sarebbero incontrati in casa di Militiadis.

Fremei finché non tornò.

“Partiremo, mi disse.”

“ E per dove, e a fare cosa?”

“ Ci hanno proposto una missione, se tutto andrà bene torneremo con molte ricchezze, l’ingaggio è ottimo”.

Quell’uomo veniva da Sparta. In gran segreto stavano raggruppando tutti gli uomini di quello che fu il loro grande esercito per affiancare un potente re straniero in una guerra che doveva essere breve e dalla vittoria scontata, visto il grande spiegamento di forze e la perizia del contingente spartano che aveva la fama di essere invincibile.

Lo supplicai di non andare ma nei suoi occhi leggevo che ogni mio sforzo di trattenerlo sarebbe stato inutile. Anche gli altri parevano galvanizzati dall’idea di partire. L’unica vita che conoscevano, l’organismo si era di nuovo riunito e l’unico cuore comune di tutti quegli uomini aveva ricominciato a battere all’unisono.

Aneitha ed io salutammo i nostri sposi in una tiepida mattina d’estate, al molo. Forse se mi fossi accorta prima di essere incinta, Deuxippo non sarebbe partito ma gli dei non vollero che fosse così o forse, più semplicemente, sarebbe partito lo stesso. Passò un anno e mio padre, tornato da uno dei suoi viaggi, ci informò che la guerra che aveva coinvolto gli Spartani aveva avuto un epilogo imprevisto e tutto quel grande esercito si stava ritirando. Si dice fossero partiti al soldo di Ciro che voleva conquistare l’impero persiano sottraendolo al fratello maggiore ma la missione era segreta e non si sapeva se ciò fosse vero o meno. Quindi, Deuxippo e gli altri sarebbero tornati presto, se erano sopravvissuti! Non so quante volte ci recammo al porto io e quell’altra disgraziata, sperando di scorgere da qualche nave in lontananza una capigliatura rossa o bionda o entrambe! Avevo timore che alla gioia di una avesse potuto coincidere la disperazione dell’altra, e se fosse tornato solo uno dei due?

Erano passati più di due anni dalla partenza. Era una mattina di settembre quando un ragazzetto venne a bussarmi alla porta dicendomi che qualcuno di quegli stranieri era tornato, lasciai il mio bimbo alla serva e mi precipitati a chiamare Aneitha, corremmo a più non posso per la discesa che portava al porto e all’improvviso vedemmo un soldato dal mantello porpora salire dalla direzione contraria, era solo uno ed aveva i capelli rossi. Militiadis era l’unico sopravvissuto di quel gruppo di dieci. Mi portò del mio amore solo una ciocca di capelli e la sua spada. Queste furono le uniche cose che mi rimasero di Deuxippo, a parte te, figlio mio che sei il suo ritratto.

Ecco, con questo racconto ho risposto alla tua domanda su chi fosse tuo padre: un guerriero valoroso e l’unico uomo che abbia mai amato. Sono sicura che sarebbe stato anche un buon padre per te se solo la sorte ci avesse assistito. Per questo, ti dico, oh figlio, non ti lagnare se i tuoi compagni ti chiamano “il figlio di Apollo”. E’ solo perché i tuoi capelli sono biondi come il sole e ti invidiano perché nessun altro li ha come i tuoi, almeno in questi lidi. Adesso li accarezzo ed è come se accarezzassi i suoi, lui rivive in te, non piangere, devi essere orgoglioso se ti paragonano ad un dio luminoso!

1
1
6

In cerca di pace

lontano da Belfast

24 May 2018

Ci eravamo messi in cammino alle prime luci dell’alba, io e Brian, mio figlio di sei anni. Avevo dovuto mettere per forza uno zaino sulle spalle anche a lui, il nostro era un lungo cammino e la meta era incerta. Fuggivamo da una situazione che si stava facendo pericolosa, vivere a Belfast stava [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

2
2
9

Oroscopo Mentecatto 2

Non datemi retta sono mentecatto pure io

24 May 2018

Amici lettori di letturedametropolitana, eccoci al nuovo appuntamento con il nostro oroscopo mentecatto, svegliatevi bambini è Primavera, dite che piove sempre? Vabbè mica è colpa delle stelle! Dormite ancora con il piumone? Vedete il lato positivo, lì sotto possono farsi tante cose! Dite che [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

2
3
8

Di spalle - 1/2

24 May 2018

«È tardi, Mario, lasciami andare». Si era buttata fuori dell’auto, aveva armeggiato con la serratura, per un attimo la luce aveva illuminato l’androne. Portava una maglia che le stava un po’ grande. Gli era rimasta impressa l’immagine delle sue spalle magre che sparivano dentro il portone. Le aveva [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
2
11

Quando il cuore

24 May 2018

Quando il cuore emana forti emozioni in cui ogni attimo diviene eterna presenza l’anima respira profondi incantevoli percorsi che il tempo premurosamente dona.

Tempo di lettura: 30 secondi

1
2
12

Don Calogero u' Spadazzaru - 2/2

Le nuove Storie Americane

23 May 2018

Qualche giorno più tardi il corpo di Don Michele Lo Iacono fu trovato riverso in una pozza di sangue ne La Zagara con una pietra in bocca, un’esecuzione in pieno stile mafioso e il mandante era chiaro: Don Calabrese. Quando accadono cose di questo tipo esiste una sola legge: la Vendetta! Il Sangue [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

3
4
39

Riconoscersi

23 May 2018

Si erano conosciuti su una chat room prima ancora dell’avvento di Facebook. Lui era Micky79 e lei Lucy82, si erano scritti per mesi e mesi. Sapevano tantissime cose dell’altro, ma non conoscevano i rispettivi nomi, le rispettive città, se erano sposati, fidanzati o altro. Conoscevano però le rispettive [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

  • Adamo Stuardi: Dannatamente forte. E pure ben scritto.

  • Piero: Viva la realtà virtuale e le coincidenze incredibili e l'immaginazione. [...]

5
7
28

Il sogno erotico di un alieno

23 May 2018

Ho visto l'astronave planare tra i tuoi vestiti e venir giù, kamikaze dell'ultima ora, a espugnare fortezze da B. Runner, mentre sognavo di essere tra folti boschi di querce secolari ed elfi atavici di favole inglesi. Ma sì, dopotutto è un dopoguerra accertato ogni volta, quando si placano gli [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
1
13

Un bel lavoro 5

23 May 2018

Il momento più noioso del mio lavoro di informatore medico scientifico era l’attesa nelle sale d’aspetto degli studi medici. Vero è che eravamo facilitati da una regola, non scritta, che ci garantiva (non in tutti gli studi medici però) di entrare dal medico ogni due pazienti, nonostante ciò le [...]

Tempo di lettura: 4 minuti

5
3
17

Andrew & C.

la sfida

22 May 2018

Andrew e Carol si erano conosciuti a un convegno degli scout organizzato dalla locale associazione religiosa. Il presidente, il reverendo Allison, aveva relazionato sull’importanza che ricopriva lo scoutismo per il recupero di giovani sbandati e disagiati. Restare a stretto contatto con l’associazione [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

4
7
15

Don Calogero u' Spadazzaru - 1/2

Le nuove Storie Americane

22 May 2018

Le storie di Mafia e di mafiosi si assomigliano quasi tutte, questo il Don lo sapeva bene, eppure era convinto che la sua fosse speciale, diversa dalle solite, forse perché era stato lui a viverla in prima persona. La Sicilia in cui era cresciuto non era come sempre viene descritta nei film, nei [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
4
19

Il luminare

22 May 2018

Il dottore entrò nella stanza e trovò i due fratelli seduti sul letto ad attenderlo. «Buongiorno signori. Eccoli qui, i miei M&M's!» Rideva ogni volta alla sua stessa battuta e loro, per educazione, ridevano con lui. «La vedo in ottima forma, Marco. Matteo invece lo vorremmo nostro ospite ancora [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

2
3
12

Una ciliegia tira l'altra

22 May 2018

Era così ovvio che un pianeta tanto bello come è la Terra, prima o dopo, avrebbe attirato l'attenzione di specie meno fortunate e bisognose di nuovi territori da colonizzare. Specie che furono avvantaggiate dalla convinzione, diffusa tra gli umani, di essere al centro di un universo, il quale, [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Torna su