Luigi era l’ultimo di quattro fratelli e aveva sempre dovuto sopportare gli scherzi  di quelli più grandi di lui.

Come più piccolo della casa, non avendo con chi giocare, si era chiuso in se stesso trovando sfogo solo con la PS4 che in un momento di generosità il padre gli aveva regalato nell’ultimo Natale. Lui non era di indole ribelle o trasgressiva come i suoi fratelli che facevano il bello e cattivo tempo in casa. Gestire quattro maschi era un compito difficile per la madre che li aveva sempre fra i piedi e quando non c’erano le preoccupazioni aumentavano di pari misura.

Luigi orami si stava avvicinando ai sedici anni, un' età che gli avrebbe permesso di accedere a cosa finora proibite per lui. I fratelli lo prendevano in giro facendogli intravedere  giornali e riviste di quelle proibite, ma solo per stuzzicarlo e quando lui cercava di saperne di più loro si eclissavano lasciandolo da solo. Ora finalmente il momento si avvicinava sempre di più, mancava poco e avrebbe potuto fare tutto quello che gli avevano impedito i fratelli, a sedici anni alcune cose gli erano permesse e lui, non stava più nella pelle. Compiuti gli anni sapeva che molte cose sarebbero cambiate. Certo non era ancora maggiorenne, ma alcune cose, per lui importanti, si potevano già attuare.

In primis al cinema poteva andare a vedere tutti i film ai quali aveva dovuto rinunciare. Non vedeva l’ora di recarsi alla cassa e comprare il biglietto con un’aria di sufficienza. Aveva l’età per potersi comportare da grande. Sedici anno non erano molti, ma lui si sentiva già uomo di mondo, navigato, i film che non aveva potuto vedere al cinema li aveva comunque visti al computer, ma non era questo lo scopo, era la soddisfazione di andare al botteghino e comprare un biglietto senza sentirsi dire che era vietato. In quella semplice azione c’era tutto il compiacimento, del film in sé non gli interessava tanto.

C’era anche un’altra cosa che voleva fare e questa era davvero grossa. Negli ultimi tempi aveva seguito i fratelli più grandi e aveva visto che loro si recavano in un negozietto nascosto in una strada poco frequentata. Lui aveva provato a chiedere di portarlo con loro, ma quelli lo avevano sempre dissuaso e proibito di farlo. Non volevano complicazioni con un minorenne al seguito. Ora, allo scadere del sedicesimo anno, non era sicuro di poterlo fare, ma ci avrebbe provato, pensava di avere l’età sufficiente per quelle cose. Fremeva per andare da solo, doveva vedere con i suoi occhi quel negozio, in teoria sapeva cosa vendeva, ma non aveva avuto ancora l’ebbrezza  di toccare con mano i prodotti in vendita.

Finalmente arrivò il giorno del suo compleanno e fra le prime cose che fece, il giorno dopo, andò al negozio e entrò con naturalezza. Nessuno gli disse niente. Si guardò intorno, osservò con cura la merce esposta, vide dei falli di gomma di dimensioni assurde, biancheria intima femminile con strane forme e là dove doveva essere chiusa invece era aperta. Si fermò interdetto davanti a delle fruste, abbigliamento di pelle nera e non capiva a cosa potesse servire. Tutto il negozio era pieno di questo genere di cose, oltre a una raccolta notevole di videocassette, film dai titoli impossibili e strani, quelli forse gli sarebbe piaciuto vederli, ma per precauzione decise di non chiedere nulla.

Girò ancora per un po’ poi si decise ad uscire, concluse che non aveva trovato nulla di particolarmente interessante, perché la facevano tanto lunga su quelle cose? Non capiva. Lui era giovane e pieno di energia, non aveva certo bisogno di quegli aggeggi strani, né di tutte quelle medicine che erano esposte in bell’ordine sul banco e sembrava attirassero l’attenzione della maggior parte dei clienti.

Deluso uscì e strada facendo verso casa gli passò anche la voglia di andare al cinema, non aveva più importanza dimostrare di essere grande, a che scopo, i film li aveva visti e non gli erano nemmeno piaciuti.

Tornò a casa e si chiuse in camera, per fortuna aveva ancora la sua fidata PS4, scelse una cassetta e si immerse nel  suo gioco preferito.

0
0
2

La leggenda dei dragoni sputa-acqua

22 July 2018

A Palermo due dragoni non sputano fuoco ma offrono acqua dalla loro bocca. Si racconta che i due esseri mitologici siano diventati di marmo in seguito a un incantesimo, essi terrorizzavano il territorio e la gente rimaneva chiusa in casa per paura di finire tra le fiamme dei bestioni. Allora le [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

0
0
2

Scrittura, cinema, fantasia ed io

22 July 2018

Una volta qualcuno mi chiese: «Ti piace scrivere, eh?» «Mi piace? io amo scrivere!» risposi con convinzione, sebbene abbia sempre avuto un rapporto particolare con la scrittura... Allora, partiamo col presupposto che è una necessaria attività di cui mi prodigo da quando avevo sedici anni, ufficialmente [...]

Tempo di lettura: 5 minuti

0
0
6

Van Gogh

22 July 2018

Caldissimo sole in alto. Girasoli in arrivo, sui binari del giallo più forte, pieno, ricco di luce. Blu della notte, giravolte, giravolte nucleari di pennellate vorticose, fisiche e di caccia al mondo, arrabbiato di vita, d'amore e senza filtri. Tu, Vincent, credi che sia una cosa difficile la [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

2
2
10

Fuego y Hielo - 2/2

Le storie del Buenos Aires Café

21 July 2018

Parlammo davanti a una tazza di caffè, toccammo svariati argomenti, poi iniziamo a parlare d’Amore e delle manifestazioni di questo sentimento. Man mano che parlavamo mi trovavo sempre più a mio agio e l’imbarazzo scomparve. «Sai cos’è l’Amore?» chiese dopo una lunga pausa. «Sono stato innamorato [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

7
10
20

Ganja

da "Una Margarita indigesta"

21 July 2018

«Te la senti di scoprire l’isola vera?» «Certo!» «Scendi, guido io!» apre lo sportello lato passeggero, per un attimo fugace ho la vista delle sue stupende gambe, mi sbrigo a fare il giro della macchina per ammirare la sua entrata al posto di guida. «Ho passato l’esame gambe?» «Con il massimo [...]

Tempo di lettura: 2 minuti

  • Dario De Santis: è tutto un libro che sto scrivendo, una piccola parte che mi piaceva [...]

  • Surya: Wow! E dopo averci fatto assaggiare un po' del tuo nuovo libro, non posso [...]

7
8
23

Vivi e lascia vivere

21 July 2018

Il troppo prodigarsi fa rima con dannarsi. Io credo che ognuno di noi avrebbe bisogno di vivere senza stare troppo a preoccuparsi di cosa accade attorno o chi ci sta attorno. La nostra vita dispone di un meccanismo perfetto, sta a noi capirne il complicato funzionamento. Purtroppo nessuno di noi [...]

Tempo di lettura: 30 secondi

  • Surya: Caspita Giuseppe! Ma come fai a trovare il tempo per continuare a scrivere, [...]

  • Santiago Montrés: Ciao Giuseppe, buona questa tua riflessione mi trovo a condividere con te il [...]

2
0
11

Fatima, ovvero la libertà.

20 July 2018

"Tu non potrai mai cantare in pubblico, perché la nostra tradizione non ammette che una donna si esibisca davanti ad un pubblico di uomini e di donne. Non puoi colorarti i capelli, anzi devi nasconderli perché sono strumenti di seduzione e obbediscono al gioco perverso della vanità." Fatima non [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

2
2
17

Fuego y Hielo - 1/2

Le storie del Buenos Aires Café

20 July 2018

Ancora non ricordo come accadde. Era una calda notte di novembre. Si, qui l’autunno si veste ancora d’estate. Ero andato a letto con tutte le buone intenzioni, un libro per conciliarmi il sonno che puntuale giunse dopo nemmeno una pagina letta. Spensi la luce e mi infilai sotto le lenzuola, forse [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

6
11
24

Tangenziale

20 July 2018

Sto percorrendo questa tangenziale già da un po’, insieme a quelli che sono i miei abituali compagni di viaggio. La musica pompa dalle casse e noi cantiamo a squarcia gola. La tangenziale è congestionata. Intorno a me, auto, tutte diverse per forma, cilindrata, colore... alcune sono nuove e [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

9
9
23

Il primo camper

vacanze di famiglia

19 July 2018

Racconto della prima estate passata in camper, una vacanza indimenticabile lunga un mese. Quell'anno la primavera era stata caldissima e si parlava di vacanze già dal mese di aprile. Il Salone dell'Automobile esponeva macchine di varie cilindrate, stupende e lussuose a prezzi proibitivi alla portata [...]

Tempo di lettura: 3 minuti

7
7
16

Grumo

19 July 2018

Coagulo di dolore condensa di passione che non si scioglie non si dilava ma grava piange negli occhi annoda la gola stringe le mani ferite. Gesto aspro ingiusto mille volte rivissuto sofferto e inferto. Oscenamente violenta di paura mi scaglio mi scheggio mi frango.

Tempo di lettura: 30 secondi

8
15
19

Antichi mestieri

19 July 2018

A Roma nord, sulla Tiberina, la strada che porta a Capena, Fiano Romano, Morlupo, Monterotondo, su una leggera pendenza c'è un bellissimo e grande campo di girasoli da far impazzire Van Gogh, è uno dei miei soggetti preferiti, non voglio copiare il Maestro, ma cercare d'interpretare una sua idea [...]

Tempo di lettura: 1 minuto

Torna su